Lorenzo Kamerlengo - Flood 3084 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/06/2019
In Germania, presso la Stadtgalerie Kiel, inaugurata la seconda tappa della mostra del Premio Fondazione Vaf
18/06/2019
Archy Art è il nuovo software per gestire gli archivi d’artista
18/06/2019
VALIE EXPORT vince il Roswitha Haftmann Prize 2019. Il premio alla sua ricerca coraggiosa
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva SPAVENTA 32 ​ Via Silvio Spaventa 32 Pescara 65126

Pescara - dal 10 al 17 dicembre 2015

Lorenzo Kamerlengo - Flood

Lorenzo Kamerlengo - Flood

 [Vedi la foto originale]
SPAVENTA 32
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Silvio Spaventa 32 (65126)
+39 , +39 (fax), +39
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Flood nasce all'interno di un luogo in ristrutturazione, elaborando un'operazione costruttivo-compositiva, materica e di senso, che oscilla tra l'intenzionalità dell'intervento artistico e l'architettura preesistente dello spazio scelto.
orario: h 16.00 - 19.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 10 dicembre 2015. h 18
autori: Lorenzo Kamerlengo
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
FLOOD è l’ultimo progetto di Lorenzo Kamerlengo.
L’operazione si colloca all’interno di un processo ormai diffusissimo in Italia, quello dello svuotamento e del conseguente abbandono di luoghi ed esercizi commerciali. Questo drammatico moltiplicarsi di spazi abbandonati o in ristrutturazione, chiusi perché non più capaci di produrre un’economia sufficiente per auto sostenersi, va a costituire la realtà paesaggistica con la quale ognuno di noi fa i conti quotidianamente. Un’estetica propria della periferia.
FLOOD nasce all’interno di un luogo in ristrutturazione, elaborando un’operazione costruttivo-compositiva, materica e di senso, che oscilla tra l’intenzionalità dell’intervento artistico e l’architettura preesistente dello spazio scelto. FLOOD nasce però sopratutto dalla volontà di riconoscere a uno spazio industriale, momentaneamente abbandonato, la sua potenzialità architettonica, sempre portatrice di stimoli e di possibilità nuove.
L’installazione ruota intorno alla proiezione del cortometraggio di Antonioni: Lo sguardo di Michelangelo, dove il regista ormai vecchio, si ferma ad osservare il Mosè di Michelangelo Buonarroti (in particolare lo sguardo di questo, e delle altre sculture che lo circondano). Da questo dualismo percettivo e dalla possibilità intrinseca di ricavarne nuove possibilità di senso nasce l’intero progetto che vede anche la presentazione di Submarine un video che gioca sulla percezione di un documentario sulla lava girato dalla Hilo – University delle Hawaii del 2014. FLOOD ospita anche una serie di installazioni composte con elementi trovati in loco e una serie di tracce dello spazio lasciate inalterate.

FLOOD sarà aperto al pubblico per la durata di sette giorni dal 10 al 17 Dicembre 2015, periodo in cui sarà possibile visitare l’installazione su appuntamento.
Il giorno 17 Dicembre dalle ore 16.00 alle ore 19.00 si terrà un’incontro con il pubblico, conclusione ideale di tutta l’operazione volta al dialogo e alla rivalutazione dello spazio stesso.

– – –
Lorenzo Kamerlengo è nato a Pescara nel 1988.
Diplomato all’università de L’Aquila nel 2015. Ha lavorato con Luca Vitone e Riccardo Previdi.
Nel 2014 ha partecipato a Mulhouse 2015, la Biennale de la jeune creation contemporaine, Mulhouse, Francia.
Vive attualmente tra Pescara e Berlino.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram