Serghey Teplyakov - Still life. Lo splendore del classico 3098 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/04/2019
Cannes 2019: ecco tutti i film in concorso alla 72esima edizione del Festival
18/04/2019
Weekend romantico nella Maison Blu di Monet a Giverny
18/04/2019
Le "Stagioni" di Greg Jager colorano le strade di Collegno
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva GALLERIA LA NUVOLA 1 ​ Via Margutta 51a Roma 00187

Roma - dal 27 settembre al 28 ottobre 2017

Serghey Teplyakov - Still life. Lo splendore del classico

Serghey Teplyakov - Still life. Lo splendore del classico

 [Vedi la foto originale]
GALLERIA LA NUVOLA 1
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Margutta 51a (00187)
+39 0636005158
info@gallerialanuvola.it
www.gallerialanuvola.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Prima mostra personale in Italia di Serghey Teplyakov, il sofisticato artista russo, che con un virtuosismo straordinario reinventa la pittura del passato
vernissage: 27 settembre 2017.
autori: Serghey Teplyakov
genere: arte moderna e contemporanea, personale
email: nicolettag@yahoo.com

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La Nuvola inaugura mercoledì 27 settembre la prima mostra personale in Italia di Serghey Teplyakov, il sofisticato artista russo, che con un virtuosismo straordinario reinventa la pittura del passato. Riconosciuto in Russia come un artista dotato di mezzi straordinari e di una conoscenza storico-artistica profonda - per il quale non è eccessivo impiegare il termine ''master'', grande maestro. I galleristi Fabio Falsaperla e Nicoletta Maria Gargari, si concentrano su una raffinata rassegna di 'Nature Morte', nella migliore tradizione delle opere dei maestri olandesi, trasportandoci in un territorio fuori dal tempo dove bellezza, storia ed armonia fanno da cornice ad una pittura in cui il ricordo si fa immagine. Le opere sono animate da oggetti protagonisti che diventano centro indiscusso grazie alla straordinaria forza espressiva e alla potenza cromatica dell'artista. Le composizioni sono impeccabili, infuse da luce essenziale che accompagna la ritmica alternanza di spazi vuoti. Storicamente la fenomenologia della natura morta è realista, il suo obiettivo principale consiste nel suscitare l'emozione estetica attraverso l'ammirazione e lo stupore per l'effetto di verosimiglianza. In questo senso le opere di Serghey Teplyakov, sfruttando al meglio il linguaggio antico della nature morte, suscitano una ''palpabile vertigine dell'illusione''. Fino il 28 ottobre 2017. Serghey Teplyakov si è laureato presso l'Università Statale Stroganovska di Mosca, una delle più antiche istituzioni russe nel campo del disegno e delle arti. Fin dalla prima infanzia Serghey è stato circondato da artisti di fama mondiale: Takhir Salahov (1928-), Dmitry Nalbandian (1906-1993), Vladimir Serov (1910-1968). Suo nonno, Mikhail Taraev, era una figura di spicco nel campo delle arti, l'artista del popolo dell'URSS, inoltre il segreterio dell'Unione Sovietica degli Artisti e il vincitore del Premio di Repin e altri importanti premi statali.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram