Carlo Ottaviano Casana - Vite Arrugginite 3136 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva SPAZIOFARINI6 ​ Via Carlo Farini 6 Milano 20154

Milano - dal 25 ottobre al 14 novembre 2017

Carlo Ottaviano Casana - Vite Arrugginite

Carlo Ottaviano Casana - Vite Arrugginite -
SPAZIOFARINI6
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Carlo Farini 6 (20154)
+39 0262086626 , +39 1782765180 (fax)
galleria@spaziofarini6.com
www.spaziofarini6.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

mostra personale di fotografia
orario: da martedì a venerdì ore 16-19 o su appuntamento
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 25 ottobre 2017. ore 18.30 su invito
catalogo: in galleria.
curatori: Giovanna Lalatta
autori: Carlo Ottaviano Casana
genere: fotografia, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Autore ispirato ed ironico, Casana segna un’altra importante tappa del suo percorso attorno alla fotografia della Natura Morta con “Vite arrugginite”, una collezione che raccoglie una ventina di opere. Com’è chiaro dal titolo, come nel suo precedente lavoro e ancor di più in questo ultimo, Casana si lascia ispirare dal fascino di oggetti e ingranaggi arrugginiti per creare degli still life nuovi, plasmando paesaggi surreali, raccontandoci storie senza età, tra il paleolitico e il futurismo. Attrezzi agricoli e meccanici di ogni genere, contendono a fagiani e ostriche, tulipani e iris, melograni e cedri il soffice e incantato mondo della natura morta. Composizioni metafisiche con falce e martello, piede di porco e cava chiodi, con zanche e mazzuolo mattoni e catene ed altri ancora, tutti oggetti contadini, felici di contribuire - sebbene in un ritardo storico impressionante - a mettere in scena le ennesime nature morte - ma rivoluzionarie - della storia fotografica.
“…con la coda dell’occhio notai in fondo alla grande stanza a tre volte, sopra una delle mangiatoie, una catena da bicicletta rotta appesa ad un chiodo, andai a prenderla… Non so perché ma la trovai bellissima…e decisi che l’avrei fotografata. La portai così nell’altra stalla, quella che uso per fotografare, preparai il set, e iniziai a ritrarla. Pensai poi che avesse bisogno di una o più spalle con cui condividere il peso della scena. Tornai così nella stalla-rimessa per cercare altri oggetti capaci di dividere con lei la ribalta….”

Le stampe fine art, in edizione limitata di 7 + 2 pda in diversi formati, sono stampate personalmente dall’autore su carta Canson Infinity Baryta Photographique 310 g/m.
Su richiesta è disponibile la biografia completa dell’autore e le immagini in alta risoluzione.
 
trovamostre
@exibart on instagram