Gianni Noli - Ricordando Mr. Paganini 3149 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/09/2018
Paolo Icaro dona le fotografie del suo Prato in quattro tempi all'Università di Milano
19/09/2018
Gucci ha lanciato un account instagram dedicato agli amanti dell'arte
19/09/2018
Open Day RUFA: l'Accademia presenta i suoi nuovi spazi al Pastificio Cerere
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MUSEO MINIMO ​ Via Detta San Vincenzo 3 Napoli 80125

Napoli - dal 14 novembre al 7 dicembre 2017

Gianni Noli - Ricordando Mr. Paganini

Gianni Noli - Ricordando Mr. Paganini

 [Vedi la foto originale]
MUSEO MINIMO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Detta San Vincenzo 3 (80125)
+39 081621170 , +39 081621170 (fax)
museominimo@virgilio.it
www.museominimo.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Tra le molte ricorrenze a Gianni Noli non è sfuggito quella che ricorda i duecento anni dei Capricci di Paganini. Ora ci comunica il suo che è anche il nostro entusiasmo attraverso opere che tendono a fermare ed affermare un valore pitto-musicale.
orario: lunedì, mercoledì ore 15-18
martedì, giovedì e venerdì 9-12
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 14 novembre 2017. ore 18,00
catalogo: in galleria.
curatori: Giancarlo Da Lio, Roberto Sanchez
autori: Gianni Noli
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
“Tra le molte ricorrenze a Gianni Noli non è sfuggito quella che ricorda i duecento anni dei Capricci di Paganini. Anniversario che ripropone con una mostra itinerante che fa anche tappa nella città del San Carlo. Una tappa in uno spazio amico che sin dai suoi esordi ha dimostrato curiosità verso gli aspetti del non convenzionale. Una sosta in una città che è una delle grandi capitali della cultura. Un modo di proporsi che sarebbe piaciuto senz’altro a quel grande irregolare della musica che è il musicista genovese. Un irregolare che è riuscito ad interessare le folle quando non esisteva ancora un’industria discografica ma soprattutto un virtuoso dell’esecuzione che poteva rasentare il gusto dell’improvvisazione. Una destrezza in cui maestria e sensibilità si fondevano in un unico impossibile da ripetersi. E che soltanto l’industria discografica riuscirà a colmare ma limitando la partecipazione del pubblico alle sale da concerto. Ora Gianni Noli ci comunica il suo che è anche il nostro entusiasmo attraverso opere che tendono a fermare ed affermare un valore pitto musicale.”
Giancarlo Da Lio

 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram