Assenza Presenza 3091 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/07/2019
Banksy è ufficialmente l’artista più amato di tutti i tempi dagli inglesi
18/07/2019
Un uomo ha appiccato un incendio in uno studio di animazione giapponese. Almeno 20 morti
17/07/2019
Per il compleanno di Frida Kahlo, regalati la sua nuova collezione beauty
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva ONART GALLERY ​ Via Della Pergola 61/R Firenze 50121

Firenze - dal 4 al 24 ottobre 2017

Assenza Presenza

Assenza Presenza

 [Vedi la foto originale]
ONART GALLERY
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Della Pergola 61/r (50121)
onartfirenze@gmail.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Assenza e Presenza è una mostra che vuol porre l'attenzione sulla forma di ciò che è tangibile e riscontriamo in arte nella figurazione, e ciò che è assenza ossia la perdita della forma tangibile ricollegandosi verso un arte più gestuale e astratta.
orario: da Martedì a Sabato ore 14.00 - 19.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 4 ottobre 2017. ore 18.00
curatori: Romina Sangiovanni
autori: Sara Arosio, Margherita Cagnoni, Nora Ficcadenti, Marzia Fiume Garelli, Alessandra Maisto, Irene Meniconi, Lucia Rosa Motta, Gramoz Mukja, Mattia Paoli, Danila Pasini, Sandra Miranda Pattin, Francesco Pietrella, Sebastiano Plutino, domenico ruccia, Martina Tapinassi, Aseptic Void, Nara Walker
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Assenza e Presenza

“La vita non ha senso a priori. Prima che voi la viviate la vita di per sé non è nulla; sta a voi darle un senso e il valore non è altro che il senso che scegliete.”
Jean Paul Sartre



Assenza e Presenza è una mostra che vuol porre l'attenzione sulla forma di ciò che è tangibile e riscontriamo in arte nella figurazione, e ciò che è assenza ossia la perdita della forma tangibile ricollegandosi verso un arte più gestuale e astratta intendendo con tale termine la negazione della realtà tangibile.
Possiamo ricollegarci alla psicologia ed alla filosofia , il concetto di assenza come rendere una tabula rasa di quello che vediamo in virtù di un gesto svincolato dalla forma canonica, richiedendo un avvalersi di quel che è un processo di sintesi interiore per poi manifestarsi al di fuori.
Partendo dall' assuntivo presupposto che l arte è un percorso per l'artista , o meglio un viaggio dell'anima ,che riguarda quindi, una sua evoluzione ed un suo sentire , un suo cambiamento, ed una sua ritrovata spiritualità intuitiva che può donare attraverso l' opera, luce agli altri, partendo dal presupposto che le sue vicissitudini sono messe a nudo e son quelle universali per tutti; forse l'artista è l unico ad avere il coraggio di renderle manifeste.
Presenza ed assenza si compenetrano in uno scambio, poiché è l assenza diventa la vera misura della presenza, il calibro del suo valore quanto del suo potere.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram