Works on Paper 3070 utenti online in questo momento
exibart.com
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MEB ARTE STUDIO ​ Via San Giovanni 26 Borgomanero 28021

Borgomanero (NO) - dal 25 novembre 2017 al 13 gennaio 2018

Works on Paper

Works on Paper

 [Vedi la foto originale]
MEB ARTE STUDIO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via San Giovanni 26 (28021)
+39 3428854339
mebartestudio@gmail.com
www.mebartestudio.it/
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La MEB Arte Studio, dedica l'ultima mostra dell'anno alla collettiva "Works on Paper", nella quale cinque artisti selezionati della nostra galleria dialogano tra di loro mediante una serie di opere realizzate su carta.
orario: sabato 10-12.30 e 15-19.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 25 novembre 2017. h 18.00
curatori: Marco Emilio Bertona
autori: Romina Bassu, Paolo Maggis, Nataly Maier, Alexandra Wacker, Salvatore Zito
patrocini: Comune di Borgomanero - Ass. alla Cultura
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
La MEB Arte Studio, dedica l'ultima mostra dell'anno alla collettiva "Works on Paper", nella quale cinque artisti selezionati della nostra galleria dialogano tra di loro mediante una serie di opere realizzate su carta.
Romina Bassu nata a Roma nel 1982 dove vive e lavora, presenta una serie di piccoli acquerelli che compongono la serie ‘Pink Palace’, omaggio alla villa di Jayne Mansfield su Sunset Boulevard a Beverly Hills, 40 stanze ricoperte quasi interamente dal colore rosa, dai soffitti ai tappetini nei bagni, con tanto di vasca a forma di cuore. Attraverso una sottile ironia l’artista descrive una femminilità esasperata tipica degli anni Cinquanta.
Paolo Maggis, classe 1978, esponente della scena milanese, propone invece una serie di lavori dalla forte espressività, nelle quali le immagini esplodono lasciando spazio alla pittura caratterizzata da decise pennellate dai colori vibranti.
Nataly Maier, nata nel 1957 a Monaco di Baviera, ma da anni residente a Milano, presenta dei piccoli lavori nei quali la carta non è utilizzata solo come supporto ma come elemento di composizione dell'opera. Nelle sue opere l'elemento cartaceo entra in dialogo con la raffinata tecnica della tempera all'uovo, realizzando così delle opere di una raffinata astrazione.
Alexandra Wacker, nata a Bregenz nel 1953, vive e lavora a Vienna. In mostra sono presenti dei grandi paesaggi in bianco e nero realizzati a china, caratterizzati da una grande forza espressiva, nei quali lo spettatore si sente quasi inghiottito dall'opera e ne diventa partecipe.
A chiudere l'elenco di artisti selezionati per questa mostra è Salvatore Zito, classe 1960, esponente della scena artistica torinese, che è presente con i suoi stick spinosi di una sottile e graffiante ironia. Oggetti comuni si trasformano all'occorrenza mediante il tocco pittorico dell'artista e l'utilizzo della tempera, in ironiche presenze del contemporaneo.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram