Inside Out 3136 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva BASE ​ Via Ambrogio Da Fossano Bergognone 34 Milano 20144

Milano - dal 14 al 19 novembre 2017

Inside Out

Inside Out

 [Vedi la foto originale]
BASE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Ambrogio Da Fossano Bergognone 34 (20144)
info@base.milano.it
www.base.milano.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Una serie di gigantografie affisse nel cantiere ancora aperto di BASE Milano, con i ritratti di ex-operaie, operai e impiegati che lavoravano nello stabilimento industriale, affiancati ai volti protagonisti della nuova vita dell’edificio in trasformazione, professionisti delle industrie culturali, nuovi artigiani digitali, artefici del progetto BASE Milano e dei suoi satelliti. Così BASE Milano si unisce al progetto di arte partecipativa globale INSIDE OUT, promosso dall’artista urbano JR
orario: dalle 19 alle 20 (3 gruppi da 20 persone: 19.00; 19.20; 19;40). Si entra in cantiere aperto non illuminato, quindi con caschetto e torce. Solo su prenotazione
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 14 novembre 2017. ore 19.00 su invito
ufficio stampa: Press preview: martedì 14 novembre, ore 10.30
genere: arte contemporanea

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
INSIDE OUT

I volti della città in trasformazione in
gigantografia nel cantiere di BASE

Arriva a Milano il progetto di arte partecipativa più vasto al
mondo, promosso dall’artivista francese JR con TED

Press preview: martedì 14 novembre, ore 10.30
Inaugurazione su invito: martedì 14 novembre, ore 19.00 – 20.00

Una serie di gigantografie affisse nel cantiere ancora aperto di BASE Milano, con i ritratti di ex-
operaie, operai e impiegati che lavoravano nello stabilimento industriale, affiancati ai volti
protagonisti della nuova vita dell’edificio in trasformazione, professionisti delle industrie culturali,
nuovi artigiani digitali, artefici del progetto BASE Milano e dei suoi satelliti. Così BASE Milano si unisce al progetto di arte partecipativa globale INSIDE OUT, promosso dall’artista urbano JR. Il
progetto ha vinto il TED Prize nel 2011 ed è stato lanciato alla TED Conference del 2011 a Long
Beach, California.

Ispirato alle grandi affissioni e all’arte
“glue and paper” che caratterizza tutta
l’opera di JR, il progetto INSIDE OUT
vuole offrire a chiunque l’opportunità di
mostrare al mondo dei ritratti che
comunichino dei messaggi e raccontino
delle storie. Il lavoro di ogni gruppo di
azione locale di INSIDE OUT è
documentato, archiviato e mostrato
online su www.insideoutproject.net
Con più di 260mila partecipanti in 129
paesi, dal 2011, il progetto ha viaggiato
dall’Ecuador al Nepal, dal Messico alla
Palestina e ha visto attivi gruppi di
azione locale su temi come la diversità,
la violenza di genere, i cambiamenti
climatici.

Ecco il messaggio di BASE Milano: “Molti uomini e donne cresciuti nella Milano manifatturiera
del passato sono lontani dalle nuove industrie dematerializzate del terziario avanzato, del
design, delle imprese culturali e creative, dalla Milano degli showroom, dei freelance e delle
nuove forme di lavoro e di manifattura. Da parte loro le nuove generazioni spesso non hanno
avuto la possibilità di conoscere il valore del passato manifatturiero di Milano e il patrimonio
diffuso di know how accumulato sotto forma di cultura diffusa del fabbricare, montare, costruire,
progettare oggetti e macchine. Con questo progetto vogliamo quindi rilanciare un dialogo tra
generazioni che possa abbracciare il cambiamento e le trasformazioni produttive della città.”
L’installazione vuole raccontare la storia del processo di rigenerazione urbana e delle persone
che ci sono dietro; esaltare la memoria industriale di questo polo industriale dove un tempo si
costruivano treni, tram, motori, meccanica pesante e ora si producono manufatti culturali,
immagini, suoni, eventi, contenuti, parole, concetti. Con i ritratti degli ex-operai affiancati ai
nuovi professionisti delle industrie creative vogliamo dare un volto a questo cambiamento.
Tra i grandi progetti di rigenerazione urbana simbolo della nuova Milano, BASE è un
catalizzatore culturale dove si sperimentano nuove forme di produzione culturale e nuovi sistemi
di manifattura urbana, all’interno dell’area ex-industriale Ansaldo. JR, glue and paper artisvist


Costruito tra 1904 e 1923, il complesso ex-Ansaldo si trova nel cuore di zona Tortona, uno dei
primi distretti urbani a configurarsi fin dagli anni ‘90 come “design district”. L’alta densità di
showroom e terziario avanzato legato al design d’arredi e alle arti tessili convive fianco a fianco
con un quartiere che ha ancora viva la memoria del passato operaio, con una notevole porzione
di edilizia convenzionata. La struttura originale del complesso ex-Ansaldo copre 70.000 metri
quadrati. Nel 1989 il Comune di Milano acquistò l'area per farne un polo culturale. Oggi il
complesso ospita i laboratori del Teatro alla Scala - dove si producono le scenografie e i
costumi di scena - , il Museo delle Culture (MUDEC) disegnato da David Chipperfield e BASE
Milano, attualmente uno spazio di 6.000 m2 dedicato all'innovazione e alla contaminazione
culturale tra le arti applicate e performative, la cultura, l'impresa, la tecnologia, il welfare. BASE
offre spazi di lavoro, servizi per la formazione e l’incubazione d’impresa, residenze d’artista,
laboratori attrezzati, un bar con cucina aperto al quartiere e un programma di workshop, mostre,
spettacoli, serate, festival e incontri pubblici. Dall'estate 2017 BASE ha intrapreso un ambizioso
programma di lavori di ristrutturazione ed espansione per raggiungere i 12.000 mq di nuovi
spazi di lavoro, spazi espositivi e laboratori attrezzati per la manifattura artigianale e digitale. Le
opere finiranno nella seconda metà del 2018. Ulteriori informazioni sulla ristrutturazione su
http://base.milano.it/it/diventapartner/.
I ritratti di Milano sono stati scattati dalla giovane fotografa Chiara Conti, residente in BASE
nell’estate 2017.
 
trovamostre
@exibart on instagram