Eva Sauer - Lat: 39o 05’N Long: 016o 05’E 3138 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/12/2018
Stranger Things, dalla serie tv al videogioco in 16-bit
18/12/2018
Oscar 2019: Dogman fuori dalle nomination come miglior film straniero
17/12/2018
Scoperta in Egitto la tomba di un alto sacerdote, perfettamente conservata dopo 4mila anni
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva SRISA GALLERY OF CONTEMPORARY ART ​ Via San Gallo 53/r Firenze 50129

Firenze - dal 14 marzo al 15 aprile 2018

Eva Sauer - Lat: 39o 05’N Long: 016o 05’E

Eva Sauer - Lat: 39o 05’N Long: 016o 05’E -
MILITARY PIER EXPORTING WEAPONS - Eva Sauer
 [Vedi la foto originale]
SRISA GALLERY OF CONTEMPORARY ART
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via San Gallo 53/r (50129)
C/o Santa Reparata International School Of Art
+39 0554627374
rolsen@santareparata.org
www.santareparata.org/gallery/gallery_home.html
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

“Lat: 39o 05’N Long: 016o 05’E” sono le coordinate del luogo in cui si è arenata la Jolly Rosso, il simbolo dell’inchiesta sulle “navi a perdere”, dalla cui vicenda si è tardivamente sollevato il dibattito su questa pratica di smaltimento di rifiuti tossici, illegale e devastante per l’ecosistema.
orario: 10-21
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 14 marzo 2018. ore 19:00
curatori: Pietro Gaglianò
autori: Eva Sauer
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Questo è solo uno dei temi di cui Eva Sauer si occupa con la sua ricerca artistica, che usando la fotografia, l’installazione e pratiche relazionali, si sviluppa come un lavoro di inchiesta sui contatti tra cattiva politica, industria delle armi, criminalità organizzata, sfruttamento indiscriminato delle risorse, mala informazione.
La mostra alla Srisa Gallery presenta alcune opere ispirate a fatti che rivelano una rete sommersa di relazioni e traffici, attraverso il mediterraneo e tra i paesi che vi si affacciano. Luoghi reali e misfatti taciuti diventano il tessuto di un progetto ampio e ramificato, dove lo spazio simbolico dell’arte si espande in una lucida e coraggiosa indagine sul presente storico, oltre il visibile e il dicibile.

Eva Sauer (www.eva-sauer.com) è nata a Firenze nel 1973, oggi vive tra Firenze e Düsseldorf. Sia individualmente sia in collaborazione con altri artisti ha partecipato a numerosi progetti, con mostre collettive e personali in istituzioni e spazi di ricerca, tra i quali ricordiamo Villa Romana, Firenze, Galerie L'Entrepot, Monaco, Triennale of Extended Media, Belgrad, Fabbrica del Vapore, Milano, Museo del 900, Milano, Casabianca, Bologna, Interno Otto, Prato, Atelier Am Eck, Duesseldorf., Schloss Benrath, Düsseldorf. Il suo lavoro sulla violenza è oggetto del libro "A meditation on violence", Gli Ori Editori 2017.

Parallelamente nel Srisa Project Space, in Via Santa Reparata 19r, si inaugura la mostra personale di Tom Lang.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram