Corrado Amato / Annamaria Belloni / Claudio Stefanoni - I've got a green dream 3088 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
12/11/2018
Al via i lavori della nuova Commissione per il Design promossa dal Mibac
12/11/2018
In ricordo di Milton Gendel. l'American Academy in Rome omaggia il fotografo statunitense
12/11/2018
Il manuale di calligrafia del XVI secolo di Georg Bocskay è ora disponibile online grazie al Getty Museum
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva CASCINA DELLA MARTESANA ​ Via Luigi Bertelli 44 Milano 20127

Milano - dal 22 giugno al 12 luglio 2018

Corrado Amato / Annamaria Belloni / Claudio Stefanoni - I've got a green dream

Corrado Amato / Annamaria Belloni / Claudio Stefanoni - I've got a green dream

 [Vedi la foto originale]
CASCINA DELLA MARTESANA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Luigi Bertelli 44 (20127)
El Bagnin De Gorla
ufficiostampa@cascinamartesana.com
www.cascinamartesana.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Quello di I Have a Green Dream è un orizzonte di rinascita, un ambiente del passato, ritratto da tre fotografi che, con mezzi diversi, scavano tra le macerie per far riemergere la luce.
orario: Lunedì - venerdì h. 17.00 – 01.00
Sabato e domenica h. 11.00 – 01.00

(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 22 giugno 2018. ore 19.00
curatori: Paola Riccardi
autori: Corrado Amato, Annamaria Belloni, Claudio Stefanoni
patrocini: L’intera rassegna è presentata dall’associazione Ecologia Turismo Cultura, insieme a Cooperativa COMIN e Cooperativa Tempo per l’infanzia, con il contributo di Cascina Martesana e Fondazione Cariplo.
genere: fotografia, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
La rassegna fotografica Altri Mondi, a cura di Paola Riccardi, prosegue con gli scatti di Annamaria Belloni e con un progetto realizzato a quattro mani da Corrado Amato e Claudio Stefanoni.

Quello di I Have a Green Dream è un orizzonte di rinascita, un ambiente del passato, ritratto da tre fotografi che, con mezzi diversi, scavano tra le macerie per far riemergere la luce.

Secondo Annamaria Belloni questi scatti sono il fermoimmagine di un dialogo dimenticato, quello tra l’uomo e la natura, dialogo che la stessa, spesso generosa, cerca di riproporre con la sua struggente bellezza, riprendendosi spazi che non le appartengono più, allargando i giardini ed entrando nelle case, quasi a impossessarsene.

Una collettiva che si presenta come un percorso intimo che invita il pubblico ad aprire nuove finestre, nuovi orizzonti, per guardare ciò che c’è fuori, che sia la nostra storia o la nostra via.

BIOGRAFIE
CORRADO AMATO
Corrado Amato è nato a Gallarate nel 1972. Fotografo autodidatta, alterna fotografia digitale e analogica. Recentemente ha dato il via a vari progetti personali tra cui “Tracce”, mostra collettiva esposta alla Galleria SpazioPorpora di Milano, a Milano Malpensa e al Sestante di Gallarate. Come fotografo collabora con la Fondazione Bellora-onlus ed è fotografo ufficiale del giornale ON AIR diamo voce a Malpensa. Recentemente un suo lavoro sulla delocalizzazione del territorio è stato utilizzato da Regione Lombardia e le sue fotografie sono state proiettate ed utilizzate alla Triennale di Milano e a Palazzo Pirelli, sempre a Milano, all’interno di eventi collettivi. Attualmente si sta dedicando ad alcuni progetti personali legati al territorio.

ANNAMARIA BELLONI
Annamaria Belloni è nata a Genova e vive e lavora a Piacenza, dove gestisce uno studio fotografico. Dopo essersi laureata in Lingue e Letterature Straniere trascorre alcuni anni in Germania. Si avvicina alla fotografia nel 1989, affiancando questa passione al lavoro di traduttrice; dal 1999 si dedica esclusivamente alla professione di fotografa. Si occupa prevalentemente di ritratto e paesaggio urbano, indagando sulla figura e sulla condizione dell'uomo contemporaneo e fotografando prevalentemente in pellicola medio formato. Ha partecipato a numerose mostre personali e collettive, in Italia e all'estero, e a diversi festival internazionali. L'ultimo suo lavoro sul tema della memoria ha vinto il premio “Open your books” come miglior progetto per libro fotografico al Si Fest di Savignano sul Rubicone. Si occupa inoltre della promozione di mostre e di autori che lavorano nell'ambito della ricerca fotografica. E' stata co-ideatore e direttore artistico di "Fotosintesi", festival internazionale di fotografia (www.fotosintesipiacenza.it) e tiene corsi e workshop di fotografia e linguaggio fotografico.

CLAUDIO STEFANONI
Passione che nasce dal cambiamento a 9 anni quando cerca una diversa educazione entrando nel gruppo scout locale dove impara a conoscere la fotografia attraverso la rappresentazione della luce filtrata dagli alberi e dalle emozioni dei momenti di vita, il senso del lavoro come parte politica e di utilità e la spiritualità tramite l’ascolto. Interrompe la fase spirituale e del cambiamento a 21 anni per abbracciare la ribellione, la conoscenza e l’evoluzione dove sempre accompagnato da momenti solitari di scatti fotografici della montagna e del proprio paese, si avvicina parallelamente al mondo della fisica, della filosofia greca e a C.G.Jung in modo casuale e vorace.
Raggiunta la maturità e insoddisfatto dalle sue ricerche allarga il suo campo all’oriente incontrando il Venerabile Lama Paljin Tulku Rinpoche che, donandogli gocce di esperienza, lo avvicina a un nuovo percorso di arricchimento e formazione interiore e a un ulteriore ma continuo cambiamento. L’incontro con la performer e visual artist Magda Chiarelli a 28 anni è per lui determinante, permettendogli di riuscire a fondere gli insegnamenti del Maestro della Dottrina Vajraiana con quelli dell’accademia di Brera, trasudati dalla sua compagna.
Inizia così a unire le capacità acuisite con l’addestramento Buddista a un metodo espressivo: la macchina fotografica.

Mostre
Kosmos, giugno – settembre 2018, Malpensa aeroporto (mostra personale)
Operalibera, 4 - 30 lugio 2017, Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Roma
The Artbox.Projects Basel 1.0, 16 – 18 giugno 2017, Basilea aeroporto
Tracce, 26 - 28 maggio 2017, il sestante, Gallarate Varese (mostra personale)
Arteart prize laguna 16.17, 25 marzo – 9 aprile 2017, Nappe Arsenale, Venezia
Arbeit macht Frei, 27 gennaio – 12 febbraio 2017, Circuiti Dinamici, Milano
Tracce, 15 gennaio 2017, Bobino Club, Milano (mostra personale)
Tracce – Officina SEArt, 28 settembre - 28 dicembre 2016, Malpensa aeroporto (mostra personale)
Cambiamenti – EneganArt, 1 – 9 ottobre 2016, Palazzo Bastogi, Firenze (premio ricevuto)
Spettacoli teatrali
Fisicofollia, 2007, Teatro Leonardo, Milano

Cataloghi
Officina SEArt Call4Artists – IDESIA 2017
ARTEART PRIZE LAGUNA 16.17 – On Demand editions 2017
12.100.000 Arbeit macht Frei – Circuiti Dinamici 2017
CAMBIAMENTI – EneganArt 2016


 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram