C'era una volta... una fornace 3156 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/07/2019
A settembre, a Roma apriranno le porte di una nuova Fondazione
19/07/2019
Addio a Mattia Torre, raffinato autore di teatro e tv, padre della serie Boris
19/07/2019
Il segreto di Stonehenge? Secondo un recente studio, era il lardo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MELORI & ROSENBERG GALLERY ​ Cannaregio 2919 Venezia 30121

Venezia - dal 2 al 12 settembre 2018

C'era una volta... una fornace

C'era una volta... una fornace
Fronte nord-ovest dello stabilimento a fine Ottocento
 [Vedi la foto originale]
MELORI & ROSENBERG GALLERY
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Cannaregio 2919 (30121)
+39 0412750039 , +39 0412750039 (fax)
info@melori-rosenberg.com
www.melori-rosenberg.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra evidenzia il percorso storico della fornace Guerra-Greg, dalla fondazione alle ultime opere prodotte, fino alla chiusura, che non è definitiva: la fornace infatti continua a vivere, ospitando importanti eventi come sfilate di moda e set fotografici grazie all’ambientazione suggestiva.
orario: Tutti i giorni ore 10-14
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 2 settembre 2018. Ore 12
catalogo: in galleria. A cura di Beatrice Ciruzzi
curatori: Beatrice Ciruzzi
autori: Giorgio Gregorj, Cesare Laurenti, Arturo Malossi, Arturo Martini, Piero Murani, Gino Rossi
patrocini: Comune di Treviso
Comune di Villorba
genere: documentaria, collettiva, arti decorative e industriali

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Nel lontano 1903 il fregio in ceramica “le statue d’oro” di Cesare Laurenti (52,50 x 1,20 m) eseguito nella Fornace Guerra-Gregorj veniva esposto alla V° Esposizione Internazionale d’Arte a Venezia nella Sala del Ritratto, dimostrando l’alto valore storico-artistico dello stabilimento trevigiano. Dopo quasi un secolo la Fornace Guerra-Gregorj ritorna con l’esposizione di opere realizzate da diversi artisti nell’Ottocento e nel Novecento. Tra i molti artisti che hanno lavorato in fornace sono da ricordare Angelo Bonotto, Piero Murani, F. Sala, Falchetto, Arturo Martini, Guido Cacciapuoti, Umberto Feltrin, Alberto Martini, Vittorio Celotti, Luigi Serena, Mario Gregorj, Antonio Carlini, P. Milani, Giuseppe Santomaso, Luigi Rossetti, Gino Rossi, Livia Barti, Ugo Arvedi.
Lavinia Colonna Preti, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Treviso così scrive nel catalogo della mostra: “É la storia di una fornace che si sviluppa a cavallo tra ’800 e ’900 e che trova radici nel territorio trevigiano, più esattamente nel quartiere di Sant’Antonino che, ricco di buona argilla idonea per la produzione di laterizi, diviene il cuore di un’attività produttiva legata alla manifattura di elementi edili decorativi in laterizio e mattoni, anche smaltati (brevetto di Gregorio Gregorj). Ancora oggetto di studio per l’altissima qualità della composizione dell’impasto, particolarmente resistente all’umidità e alla salsedine, i laterizi Guerra-Gregorj vengono impiegati anche per il restauro di significativi monumenti veneti e in particolare veneziani, quali il cimitero di San Michele e la Basilica dei Frari.
Ma quello che mi preme qui sottolineare è che la fornace Guerra-Gregorj, da semplice manifattura, è riuscita a elevare e nobilitare l’industria della ceramica sino a farne espressione artistica di grande forza grazie anche alla sperimentazione di materiali e di tecniche diverse. Nello stabilimento, infatti, la sapienza manifatturiera travalica la conoscenza artigianale della materia argillosa per entrare nella qualità di un sapere artistico, ovvero nella capacità di una pratica creativa fondata sulla profonda conoscenza della storia e degli esempi rappresentativi dell’espressione più alta di una civiltà.”
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram