The Silent Witness 3072 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/04/2019
Cannes 2019: ecco tutti i film in concorso alla 72esima edizione del Festival
18/04/2019
Weekend romantico nella Maison Blu di Monet a Giverny
18/04/2019
Le "Stagioni" di Greg Jager colorano le strade di Collegno
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MYMICROGALLERY ​ Via Giovanni Boccaccio 24 Milano 20123

Milano - dal 9 al 27 ottobre 2018

The Silent Witness

The Silent Witness
The Silent Witness digital image
 [Vedi la foto originale]
MYMICROGALLERY
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Giovanni Boccaccio 24 (20123)
+39 3384305675 , +39 (fax), +39
stefaniacarrozzini@gmail.com
www.mymicrogallery.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

The Silent Witness è una mostra ispirata al film islandese "Innsaei" che tratta il tema della comunicazione tra gli esseri umani nel futuro. Il testimone silenzioso di questo processo evolutivo che riguarda tutti noi, è la natura intesa come elemento imprescindibile dell'etica e dell'estetica.
orario: su appuntamento
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 9 ottobre 2018. ore 18.30
curatori: Stefania Carrozzini
autori: Augusta Bariona, Stefania Carrozzini, Gaia Di Blasio, Grazia Gabbini, Jasmin Genzel, Oki Izumi, Susanna Lamarca, Tiziana Priori, Misa Sawairi, Marcello Sestito, Armanda Verdirame, Susi Zucchi
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
MyMicroGallery è lieta di presentare la mostra collettiva “The Silent Witness” a cura di Stefania Carrozzini a cui partecipano dodici artisti che hanno interpretato la tematica con diversi mezzi espressivi dalla scultura alla pittura, dal disegno all’installazione.
Il progetto espositivo, ispirato al film documentario islandese “Innsaei” si concentra sull'idea della Natura nel contemporaneo. La Natura, la nostra madre terra, è concepita qui in tutta la sua complessità, come un testimone silenzioso con la sua forza, immensità e bellezza che ci osserva lasciandoci nella consapevolezza della nostra fragilità rispetto ad essa e ricordandoci che alla fine tutto è uno, tutto appartiene al stessa sostanza del cosmo. E’ la natura oggi a dettarci in modo inderogabile un’etica e sarà la natura in futuro a obbligarci a ritornare alla nostra essenza. Fino a quando la terra sarà in grado di ospitare un essere umano egoista che pensa e agisce in base alle sole leggi del mercato e dell’interesse ? Da qui dipende il nostro destino di abitanti del pianeta. Tutte le realizzazioni dell’arte contemporanea non possono prescindere dal confronto con la natura perché essa rappresenta la misura della coscienza e della sensibilità.
La natura, quindi, è the Silent Witness, ovvero, il testimone silenzioso, ha un’anima ci osserva e dà senza volere nulla in cambio, come il sole che sorge e tramonta ogni giorno seguendo un’armonia cosmica. La natura è sacra, e l’arte, guardando a essa, può contribuire alla consapevolezza e alla nascita di una nuova coscienza planetaria. “L’uomo e la Natura con l’animo riunito costruiranno un nuovo mondo”, ripeteva spesso Joseph Beuys, ed è questo che noi ci auspichiamo ed è anche questo lo spirito con il quale gli artisti hanno lavorato.
La mostra “The Silent Witness” è un evento internazionale che prende il via da Milano per poi proseguire, nel 2019, per New York e Londra . A Milano, su appuntamento, sarà visibile fino al 27 ottobre.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram