Andrè Stempfel - Quadrato in libertà 3249 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/10/2018
Dopo 25 anni la statua di Zeus in trono torna a Baia
20/10/2018
Notturni da Chopin a Carlo Mattioli. All’Auditorium di Parma, concerto dedicato all’artista
20/10/2018
Il Sub-Marine di Giusva Pecoraino approda a Palermo

+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva GALLERIA D'ARTE SAN CARLO ​ Via Sant'Agnese 18 Milano 20123

Milano - dall'undici ottobre al 10 novembre 2018

Andrè Stempfel - Quadrato in libertà

Andrè Stempfel - Quadrato in libertà

 [Vedi la foto originale]
GALLERIA D'ARTE SAN CARLO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Sant'Agnese 18 (20123)
+39 02794218 , +39 02783578 (fax)
info@sancarlogallery.com
www.sancarlogallery.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Stempfel esporrà una ventina di opere inedite e alcune gouaches recenti. Ciascuna delle telesi prende gioco della sua natura bidimensionale, per uscire immancabilmente dalla sua cornice, e sorprendere: un umorismo leggero e discreto fa da sfondo a una logica rigorosa. Giallo il colore dell’artista
orario: da lunedì a venerdì 15,30-19,30 sabato e domenica su appuntamento
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 11 ottobre 2018. ore 18,30
catalogo: in galleria. Céline Berchiche
curatori: Gian Carlo de Magistris
autori: André Stempfel
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
André Stempfel esporrà una ventina di opere inedite degli anni 2016, 2017 e 2018, che riassumono i temi dell’ultimo percorso dell’artista, assieme ad alcune gouaches recenti. Ciascuna delle tele dell’artista si prende gioco della sua natura bidimensionale, per uscire immancabilmente dalla sua cornice, e sorprendere. Le sue opere sono piene di un umorismo leggero e discreto, ma si sviluppano sempre secondo una logica rigorosa che testimonia un uso delle forme, dei colori (prevalentemente il giallo Senegal) e dello spazio che è debitore delle ricerche formali che hanno intuito l’arte astratta, dal neo-plasticismo all’arte minimale.

Nasce il 20 ottobre 1930 a Villeurbane in Francia. Nel 1940, durante l’occupazione tedesca, soggiorna nell’Ardéche, qui i suoi disegni vengono notati da un professore, amante dell’arte, che l’inizia all’acquarello. Il suo primo acquarello rappresenta i maiali della fattoria della pensione in cui vive. Sua madre gli regala libri di storia dell’arte su Leonardo Da Vinci, Michelangelo e su altri pittori italiani che lo abbagliano. Decide di diventare artista. A Grenoble frequenta l’Ecole d’Art, che impartisce un insegnamento accademico. Frequenta anche corsi di storia dell’arte, con il professore, genero di Richard Strauss, oltre a corsi di letteratura. Nel 1953 espone per la prima volta le sue opere. Dal 1957 si stabilisce a Parigi dove inizia la sua importante carriera artistica e dove vive attualmente. Espone regolarmente alla Galerie Lahumiere di Parigi. Sue opere sono presenti in prestigiosi Musei europei tedeschi e americani.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram