Angelo Casciello - Angri. Opere 1993 / 2018 3083 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/12/2018
A Milano, le case dei libri. Vendita, scambio e mostra, sul filo dell’arte
14/12/2018
L’universo in bottiglia. Ilaria Vinci si aggiudica l’ottava edizione del Menabrea Art Prize
14/12/2018
La casa sull'albero progettata dall'architetto Will Beilharz
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PAGEA ARTE CONTEMPORANEA ​ Via Concilio 50 Angri 84012

Angri (SA) - dal 7 dicembre 2018 al 3 febbraio 2019

Angelo Casciello - Angri. Opere 1993 / 2018

Angelo Casciello - Angri. Opere 1993 / 2018

 [Vedi la foto originale]
PAGEA ARTE CONTEMPORANEA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Concilio 50 (84012)
pageaart@virgilio.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

In mostra una selezioni di disegni, pitture e sculture realizzati da Casciello nell’arco di un ventennio
orario: dal martedì a sabato ore 17,00 / 19,00 e su appuntamento
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 7 dicembre 2018. ore 18
catalogo: in galleria. Eolo edizioni
autori: Angelo Casciello
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Dopo le esperienze di Mitoraj e Picasso che hanno suggellato l’immagine della città quale luogo di
dialogo tra linguaggi diversi e di epoche differenti, Pompei ha proposto come contenitore e
promotore di arte del presente, e questa volta con particolare riguardo al territorio campano e ai
suoi artisti, le opere di Angelo Casciello.
Con questo spirito Angri, nella storica piazza Doria, sede del palazzo meglio identificato come
Castello Doria, ospita Il Ciclope scultura policroma del maestro Casciello, fra i più originali
esponenti plastico pittorici della generazione protagonista , negli ultimi decenni del XX e dei primi
del XXI secolo, di una ricerca di identità maturata in riscontri memoriali archetipici, nella
fattispecie connessi ad archetipi antropologico – culturali profondamente mediterranei.

Un pezzo unico, quasi ad identificare l’unicità della visione aerea della poetica di Casciello, va ad
occupare uno spazio libero del tempo, che non invalida l’estetica della grande piazza. Le sculture
sono segni del silenzioso dialogo con il passato attraverso le quali l’artista esprime l’identità con la
terra d’origine, con la sua storia, con il valore che essa assume nella contemporaneità.
L’esposizione propone una riflessione sulla città, sull’uso degli spazi, sulla contemporaneità del
rapporto tra uomo e architettura e i nuovi linguaggi dell’arte del nostro tempo.
Per l’occasione la Galleria PAGEA Arte Contemporanea a completamento dell’evento, presenta
nei suoi spazi una selezioni di disegni, pitture e sculture realizzati da Casciello nell’arco di tempo
di un ventennio, dal 1993 ad oggi, in mostra saranno esposti 17 disegni su carta del 2017, tra le
sculture Il tavolo di Ulisse , del 1993, scultura in ferro dipinto, Aria, del 2000, in ferro e
terracotta, Il tempio delle Libellule del 2001, scultura in bronzo, I Neri, del 2003, scultura in ferro
dipinto, Fiore Nero, del 2005 / 2006, Scultura in legno dipinto, tra le pitture su tela e su carta, sono
esposte L’occhio inquieto, del 2006, Attesa, del 2009, Canto arabo, del 2017.
Scrive Enrico Crispolti nel saggio proposto in catalogo, “ L’immaginario di Casciello , nel tempo
pittore e scultore, in modo complementare più che alternativamente, appare mirare ad
un’evocazione lirica di archetipi antropologici primari, relativi ad ambienti luoghi, consuetudini di
un’ancestrale consistenza di rapporti e ritualità collettive ( e individuali soltanto entro riscontro
corale, intersoggettivo, collettivo), di remotissimo fondamento di rapporti di natura e di
pertinenza mitico poietica d’area mediterranea. In un itinerario d’approfondimento del senso di
una propria identità, il suo percorso creativo si è venuto configurando infatti, finora, attraverso
un introiettamento immaginativo ed emotivo evolvendo dal riferimento esplicito, quasi epico,
fisico, cosale, a luoghi e riti della propria terra ( l’agro vesuviano) ad una decantata consistenza di
archetipi antropologici che affondano nel remoto dei tempi e nello stratificarsi delle culture
appunto di gravitazione mediterranea.”
In occasione della mostra sarà pubblicato un catalogo Eolo edizioni contenente un saggio critico
di Enrico Crispolti, Critico e Storico dell’Arte; un’introduzione di Cosimo Ferraioli, Sindaco di Angri;
Elio Alfano, Artista - Gallerista; Stefano Vanacore, Conservatore, Associazione Alba VitaE, Savino
Giordano, Presidente del Rotary Club, Scafati Angri Realvalle Centenario; nonché un repertorio di
immagini, che raccontano l’evento artistico in Piazza Doria e l’esposizione nella Galleria Pagea
Arte Contemporanea, più una biobibliografia.

La mostra resterà aperta fino al 3 febbraio 2019

Angelo Casciello è nato nel 1957 a Scafati (Salerno), dove vive e opera come scultore, pittore e
operatore ambientale.
Si è formato presso l’Istituto Statale d’Arte di Torre del Greco (Napoli), allievo in particolare di Renato
Barisani, e l’Accademia di Belle Arti di Napoli, allievo di Domenico Spinosa, e ha seguito inoltre un corso
di Scultura diretto da Arnaldo Pomodoro. Il suo esordio nel mondo dell’arte risale al 1977. Nel 1979
partecipa alla Rassegna della Nuova Creatività nel Mezzogiorno, tenendo una mostra personale alla
Galleria Lucio Amelio a Napoli. Ha operato in Francia e Spagna negli anni ’80.
Maggiori personali e antologiche
1979, Galleria Lucio Amelio, Napoli; 1983, Pinacoteca - Musei Civici, Macerata; 1985, Istituto di Cultura
Italiano, Zagabria; 1987, Istituto Francese Grenoble, Napoli; 1996, Galleria Arcadia Nuova, Milano; 1997,
Contemporanea Como3, Como; 1998, Palazzo Reale - Palazzo Serra di Cassano, Napoli; 2001, Museo
Stauros d'Arte Sacra Contemporanea, Isola del Gran Sasso (Teramo); 2002, Galleria di Palazzo Galeotti,
Macerata; 2003, Castel dell'Ovo, Napoli; 2007, Appartamenti Storici, Reggia di Caserta; 2010, FRAC,
Fondo regionale d’Arte Contemporanea, Baronissi; 2010 - 2011, Real Polverificio Borbonico, Scafati; 2013,
Museo ARCOS, Benevento; 2017 - 2018, Parco Archeologico Pompei, Pompei.
Maggiori partecipazioni mostre collettive
1986, 2006, 2011, Biennale di Venezia; 1986, XI Quadriennale di Roma; 1987, Biennale Internazionale di
Gravure, Lubiana; Arco, Madrid; Art Contact, Losanna; Art Chicago, Chicago; 1988, Biennale del Sud,
Napoli; UCRONIA, 13 Kunsler aus Italien, Kunstverein, Ludwigshafen am Rhein; Ucronos, 29 artistes
europèen a Metz, Musée d'Art et d'Histoire Caves Sant- Croix, Metz; 1988, 1991, 1992, 1994, 1998, 2000,
2002, 2006, 2008, 2010, Biennale d’Arte Sacra Contemporanea, Museo Stauros d’Arte Sacra
Contemporanea, Isola del Gran Sasso (TE); 1988, Under 35, I giovani artisti dalla giovane critica, Arte
Fiera, Bologna; 1989, Saturne, Museo Pablo Gargallo, Saragozza;1991, Etica all’Arte, Cittadella dei Musei,
Cagliari; 1992, Biennale di Barcellona, Barcellona; 1994, Que bien resistes, Galleria Comunale d'Arte
Contemporanea, Arezzo; 1995, XVI Biennale Internazionale del Bronzetto piccola scultura, Palazzo della
Ragione, Padova; 1997, Artinceramica, Vietri sul Mare - Palazzo Reale, Napoli; Arte più Critica, Palazzo
della Permanente, Milano; 1998, Arie Mediterranee, Medaihavsmuseet, Stoccolma; IX Biennale
Internazionale di Scultura Città di Carrara; 1999, Il Bosco sacro dell’Arte, Parco di Capodimonte, Napoli;
2001, Arte - Architettura - Città, Palazzo delle Esposizioni, Roma; 2002, III Premio Internazionale di
Scultura della Regione Piemonte, Torino; 2005, La scultura italiana del XX secolo, Fondazione Pomodoro,
Milano; 2007, Artisti italiani a Shanghai, Shanghai; 2009, Grenzelos Stauros Italia, GC Den Egger,
Schepenheuvel Zichem, Belgio; 2013, Biennale Internazionale di Scultura Real Castello di Racconigi 2013,
Racconigi / Cuneo; 2014, Per amore della ceramica. La Ceramica in Italia, Museo della Ceramica, Castelli
( Teramo); Rewind. Arte a Napoli 1980/1990, Museo del'900, Castel Sant'Elmo, Napoli; 2015 , Skake Up
in Accademia, Accademia di Belle Arti, Napoli; 2016, Sancta Venere. Arte contemporanea e archeologia a
Paestum, Paestum; XXVI Biennale di Scultura Gubbio.

Ha partecipato ai seguenti premi
1979, 1986, 2010, Premio Michetti, Francavilla a Mare; 1985,1991, Premio Termoli; 1990, Premio Alburni;
1990,1997, 2003, Premio Sulmona, l'Aquila; 1990, 1996, 1999, Premio Marche, Ancona; 2002, Premio
Vasto; 1985, Premio Campigna, Santa Sofia di Romagna / Forli; 1991, 1992,1993, Premio Suzzara.

Segnalazioni
1980,Segnalato / Catalogo Nazionale per la Scultura, n.4, Bolaffi Editore, Torino; 1984 ,Segnalato /
Catalogo dell’Arte Moderna Italiana, n.20, Edizioni G. Mondadori, Milano; 1986 / 1987, Segnalato /
Catalogo dell’Arte Moderna Italiana, n.22, Edizioni G. Mondadori, Milano; 1990 - 1991 - 1992 ,
Segnalato come uno dei migliori artisti dell’anno dalla rivista “Arte”, G. Mondadori, Milano; 1999 ,
Segnalato come uno dei migliori 100 artisti degli ultimi 40 anni, dalla rivista “ Flash Art”, n. 215, G. Politi
Editore, Milano; 1999, Segnalato come uno de “I magnifici 5 del 1998 – inchiesta tra 16 critici italiani”. Il
Giornale dell’Arte, n.147.Edizioni U. Allemandi, Torino.
Premi
1990, Vince il I° Premio al Premio Alburni, S. Angelo a Fasanella ( SA); 1993 , Vince il I° Premio al XXXIII
Premio Suzzara, Suzzara (MN); 1998, Vince il Premio La Ginestra d’Oro, Parco del Conero, Ancona; 2002,
Vince il Premio Scipione / all’attività, Macerata; 2010, Vince il I° Premio al 61 Premio Michetti,
Francavilla a Mare (CH).
Concorsi
2001, Vince il Concorso Europeo per la realizzazione di due grandi bassorilievi da collocare nell’Arengario
del Nuovo Palazzo di Giustizia, Napoli; 2002, Vince il III Premio Internazionale di Scultura Regione
Piemonte, Torino; 2002, Vince il concorso nazionale per la realizzazione di due sculture per le caserme dei
Vigili del Fuoco di Nocera Inferiore(Salerno) e Telese Terme ( Benevento); 2006 , Vince il Concorso
Nazionale – Promosso dalla Fondazione Alario per Elea – Velia - per la realizzazione di tre porte per
l’Auditorium Parmenide, Ascea Marina (SA).
Omaggi, Nomine
1986, Omaggio a Casciello, Ripe ’86, Pinacoteca, Ripe San Ginesio (Macerata); 2006, Omaggio a Casciello,
IV Convegno Ecclesiale Nazionale a Verona, viene esposta la Via Crucis realizzata dall’Artista per il Museo
Stauros d’Arte Sacra Contemporanea di Isola del Gran Sasso (TE); 2015, Angelo Casciello. Un Omaggio,
Centro Studi “G. Palatucci” / Museo della Memoria, Campagna (Salerno).
2007, La C.E.I. lo invita a illustrare alcune tavole per il Nuovo Lezionario.
2009, E’ nominato da Papa Benedetto XVI , Membro Ordinario dell’Accademia delle Belle Arti al
Pantheon, Roma.

Opere pubbliche selezionate
Nel 2005 viene incaricato dalla Regione Campania, nell’ambito della riqualificazione delle linee della
Metropolitana, di realizzare un intervento scultoreo, pittorico, decorativo per la Stazione di Mugnano
della MetroCampania NordEst, progettata dall’Architetto Riccardo Freda, terminata nel 2009.
1990, La Nuova Cappella di Santa Maria di Realvalle, Convento Suore Francescane Alcantarine , Abbazia
Santa Maria di Realvalle, San Pietro di Scafati (SA); 1999, Il Ciclope, Giardino dell'Hotel Emilia, Parco del
Conero /Ancona; Un fiore per Puglianello / Monumento ai caduti delle due guerre del XX secolo, Comune
di Puglianello (BN); 2002, Il tempio delle Libellule, Città di Pinerolo (TO); 2003, Il pettine di Poppea a

Sieti - Comune di Giffoni sei Casali (SA); 2004, Il Solitario, omaggio a San Menna, Comune di Vitulano
(BN); 2007, Il luogo della purificazione – fontana scultura, Casa d’accoglienza Suore Benedettine di
Montevergine, Santa Maria di Castellabate (SA); 2010 – 2011, dipinge il Cine Teatro Minerva, Boscoreale
(NA); 2014, La stanza della Pace, Fondazione La Verde La Malfa, San Giovanni la Punta – Catania; 2016,
dipinge il Centro Polivalente, Peccioli / Pisa.
Installazioni
1986, La Verità, opera realizzata insieme al fotografo S. Wolf e alla pittrice A. Santolini , Civitella D'
Agliano (Viterbo); 1988,Il luogo del Minotauro, Palazzo del C & A , Marsiglia; 1989, Africa, African Dream
Village, Malindi / Kenya; 1990, Le Stanze Sognate, Abbazia Cistercense di Santa Maria di Realvalle, San
Pietro di Scafati (Sa); 2007, Apparizioni Regali, Appartamenti Storici , Palazzo Reale, Caserta.
Tra gli altri hanno scritto
E. Alamaro, M. Alfano; T. Amodei, M. Apa, G. Bacci, A. Baccillieri, P. Balmas, L. M. Barbero, R. Barilli, R.
Barisani, S. Barucco, , E. Battarra, M. Bignardi, G. Billi, M. Bonuomo, R. Brindisi, L. Cabutti, F. Caldieri; L.
Caramel, R. Caragliano; C. F. Carli; E. Caroli, T. Carpentieri, F. Creta, C. Caserta, L. Cataldo; L. Cavadini; C.
Chenis, E. Cicelyn, F. Cipriano, E. Coen, V. Como, M. Contini, V. Corbi, M. Corgnati, M. Crescentini, L.
Crippa, A. Crisafulli, E. Crispolti, G. Curto; A. D’Avossa, A. D’Elia, S. Dell’Orso; A. De Benedetti, M. De
Candia, P. De Ciuccis; S. De Stefano, L. De Venere, L. Del Gobbo, A. Di Bonaventura, A. Di Genova, G. Di
Genova, J. Digne, E. Di Raddo; E. Di Stefano, G. Dorfles, A. Dragone, M. Duranti, V. Eletti, B. Ende, D.
Fileccia, L. P. Finizio, A. P. Fiorillo, S. Fizzarotti, R. Gasparri, N. Gobolli Gigli, G. Gigliotti, C. Grassi, G.
Grassi, E. Grazioli, A. Gullotta, F. Gualdoni, M. Guida, A. Izzo, G. G. Lemaire, A. Madesani, A. Malochet, S.
Manganelli, L. Mango, C. Manzolillo; T. Markovic; M. Meneguzzo, F. Menna, A. Mistrangelo; M. Mojana,
D. Morlicchio N. Nava, M. Osanna, S. Orienti, A. Ottieri, A. Pansera, A. Paolucci; L. Parola, E. Pellecchia;
M. Penelope, G. Perretta, A. Petti, F. Piqué, F. Pini; S. Pogliana, F. Poli, L. Pratesi, M. Pratesi, C. A.
Quintavalle, L. Reghini di Pontremoli, M. Rizzo; M. T. Roberto, M. Roccasalva, E. Rochowansky, A.
Rolando, M. Rosci, B. Rose, A. Rubini, G. Scimé, M. L. Siryng, N. Scontrino, O. Scotto Di Vettimo, V.
Sgarbi, L. Sicignano, L. Somaini, L. Spadano, C. Spadoni, S. Taccone, A. Tecce, G. Terribile, F. Torriani, B.
Tosi, A. M. Trabucco, A. Trimarco, V. Trione, C. Valenziano, M. Vescovo, E. Viola, G. P. Vincenzo, F.
Vincitorio, M. Vitiello, G. Zampino; S. Zuliani, C. Zungolo.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram