Tellas - Lago 3085 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/03/2019
L’open day della Rome University of Fine Arts, per rilanciare San Lorenzo
19/03/2019
ARTOUR-O il MUST compie quindici anni e festeggia a Firenze, tra arte design e moda
19/03/2019
A Walk on the Wildside alla New York Public Library, con l'archivio di Lou Reed
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MAGMA GALLERY ​ Via Santo Stefano 164 Bologna 40125

Bologna - dal primo febbraio al 16 marzo 2019

Tellas - Lago

Tellas - Lago
Tellas, Forest Mills, 2019, acrilico su tela, 150x100 cm
 [Vedi la foto originale]
MAGMA GALLERY
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Santo Stefano 164 (40125)
+39 380 767 57 18
info@magma.gallery
www.magma.gallery
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

“Lago” racconta del lungo e recente viaggio di Tellas in Canada, compiuto la scorsa estate. Ognuna delle opere esposte, realizzate appositamente per la mostra, rappresenta un frammento, un ricordo, una fotografia, una suggestione dei colori e dei paesaggi vissuti dall’artista.
orario: da mercoledì a sabato ore 15.30 - 19
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 1 febbraio 2019. ore 19.00
catalogo: in galleria.
autori: Tellas
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Questo solo show rappresenta un’ulteriore e importante tappa nel percorso dell’artista condiviso con MAGMA gallery fin dal 2016.
“Lago” è un viaggio "on the road" di 2500 km su territorio canadese, da Montreal a Toronto, seguendo il fiume San Lorenzo, incontrando Kingston sul lago Ontario e arrivando poi alla Bruce Peninsula e al lago Huron, per raggiungere infine le cascate del Niagara. 500 km al giorno, fra i laghi e le foreste dell’Ontario; paesaggi sconfinati, una natura essenziale, in cui i colori del rosso, del verde e del giallo contrastano con le tinte fredde dei grandi laghi.
Se nella precedente mostra, “Tropico”, Tellas aveva ritratto la forza naturale della costa est dell’Australia, conosciuta anche grazie ad un ciclo di grandi commissioni pubbliche, in Lago è chiara e potente la sua evoluzione artistica. Alla preziosità dei dettagli riportati con la cura e l’incredibile tecnica che lo contraddistinguono, si aggiungono potenti come mai prima delle nuove forme, dei nuovi e sorprendenti equilibri compositivi.
Le tele vengono suddivise in riquadri dai colori e dettagli differenti, uniti da silhouettes bianche, solide, che si sovrappongono ai colori vibranti e ai dettagli sullo sfondo dando nuova forza all’opera, esaltata anche da dripping liberi come in “Toronto’s Chinatown”. In altre opere come “Tobermory”, larghe campiture scure sono squarciate, lasciando intravvedere sfondi rigogliosi. Colori essenziali e segni netti vogliono esprimere la forza di quell’ambiente naturale inabitato, silenzioso e vitale e fertile al tempo stesso. In tele come “Forest Mills”, invece, la massa autunnale delle foglie, simile ad un intrico rossastro che sembra muoversi al vento, subisce un graffio, uno strappo, fatto di luce o colore. In questi interventi Tellas rivede istanti di immagini semplici, come l’osservare il cielo sdraiato sotto un albero, intravvedendo la luce fra le foglie.
La ricerca artistica di Tellas risponde alla necessità di tornare ad una connessione più intima con la natura: nelle opere dell’artista la forza centrifuga degli elementi e il movimento istintivo di alcuni tocchi di colore, preannunciano che al caos, alla rivoluzione in corso dei nostri orizzonti, seguirà una nuova calma. Ogni grande murales, pittura o lavoro su carta di Tellas descrive un mondo, lontano o vicino, reale o immaginario, una natura primordiale e un'energia da cui ci sentiamo inconsapevolmente attratti.

Le partecipazioni di Tellas (Cagliari, 1985) a festival internazionali sono innumerevoli, tra le altre si ricordano Artmossphere, prima Biennale di Street Art tenutasi a Mosca nel 2014 e La Tour Paris Project, 2013, considerato uno dei progetti più innovativi di arte contemporanea di tutto il mondo. Nel 2015 completa un’enorme opera pubblica a Cagliari, città capitale della cultura italiana per quell’anno, mentre nel 2016 compie importanti interventi pubblici a Madrid, Spagna, e ad Albany e Perth, Australia. Di rilievo sono anche le collaborazioni con alcuni brand storici di moda italiana, tra cui Ferragamo e Marni. Con quest’ultimo, Tellas realizza in due periodi differenti dei video e dei progetti, presentati anche in occasione della 56° Biennale di Venezia. Nel 2017, Tellas ritorna in Australia, selezionato dalla municipalità di Townsville per realizzare un maestoso intervento pubblico nella città. Nel 2018 le sue opere sono state esposte al Museo Gagliardi di Noto in occasione della mostra “ABSTRACTA – da Balla alla Street Art”, che ripercorre un secolo di pittura astratta italiana dai precursori Futuristi fino ai più significativi artisti contemporanei provenienti dalla street art.


 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram