Tommaso Franchi - La Consolazione 3057 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/02/2019
Chi è Giorgio Barbero Corsetti, neodirettore del Teatro di Roma – Teatro Nazionale
19/02/2019
David Hockney racconta l’evoluzione delle immagini in un libro illustrato per bambini
19/02/2019
Scalare Machu Picchu con la sedia a rotelle? Da oggi si può, con Wheel the World
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva TOWER GALLERY ​ Via Don Abdon Menecali 2/4 Todi 06059

Todi (PG) - dall'otto all'undici febbraio 2019

Tommaso Franchi - La Consolazione

Tommaso Franchi - La Consolazione
E.T.A.B. Ente Tuderte di Assistenza e Beneficienza, Todi
 [Vedi la foto originale]
TOWER GALLERY
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Don Abdon Menecali 2/4 (06059)
+39 3402874088
towergallery1244@gmail.com
www.towergallery.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Il progetto si aprirà con l'installazione dei primi sei letti realizzati dall'artista, simboli della cura e della fragilità della nostra condizione umana e naturale, di fronte al Tempio di Santa Maria della Consolazione.
orario: da venerdì a lunedì ore 10-13 e 15-19
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 8 febbraio 2019. h 15
curatori: Diego Costantini
autori: Tommaso Franchi
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Il progetto nasce dall'idea del gallerista e antiquario Diego Costantini di portare l'arte negli spazi aperti della città di Todi, con un'azione che arricchisca i luoghi di significati unici e inattesi.
L'incontro tra Diego Costantini e l'artista Tommaso Franchi ha permesso il concretizzarsi di tale visione con la mostra "La Consolazione" che si inaugurerà venerdì 8 febbraio 2019 alle ore 15.00 nel cortile antistante al Tempio di Santa Maria della Consolazione a Todi e proseguirà negli spazi della Tower Gallery, per concludersi lunedì 11 febbraio 2019 in occasione della XXVII Giornata Mondiale del Malato.
Il progetto si aprirà con l'installazione dei primi sei letti realizzati dall'artista, simboli della cura e della fragilità della nostra condizione umana e naturale, di fronte al Tempio di Santa Maria della Consolazione e contemporaneamente saranno riportate le tracce dei futuri ulteriori trentaquattro letti che saranno installati nel 2020, esattamente un anno dopo, formando due lunghe corsie di letti, per un totale di quaranta giacigli.
Sullo sfondo dell'installazione la solennità del Tempio, con la sua maestosa presenza, ricorderà a tutti quella
disposizione alla "Consolazione" reciproca
che costantemente abbiamo la necessità di rinnovare. Un'esortazione collegata anche alla memoria storica del luogo e a quell'Ospizio dei pellegrini e degli infermi sorto nel sito sotto la direzione degli stessi monaci che curavano la custodia del Tempio.

Scrive Enrico Mascelloni "La visione di un capolavoro di armonia e misura sovrana come la bramantesca Consolazione di Todi potrebbe esser curativa ben più di tante medicine.
Però la malattia è terribile, il dolore annienta ogni contemplazione e in sua presenza la visione diventa allucinazione, disgregando lo spazio e dilatando il tempo fino a odiarlo.
Tommaso Franchi lo sa e il rapporto tra la sua teoria di letti, dunque luoghi del dolore e della malattia che lo provoca,
e l'assoluto estetico in cui vengono collocati, dunque la bellezza nel suo luogo di massimo equilibrio, è all'insegna di un'organizzata e potente drammaturgia.
I letti contengono a volte corpi, tanto più drammatizzati quanto impersonali, perché individuati dal semplice rigonfiamento delle coperte; altre volte i letti sono vuoti e forse è questa la più terrea ma anche la più sublimata visualizzazione del dolore e della malattia".

Nelle stesse giornate, presso la Tower Gallery, all'interno della Torre Caetani, antica porta d'ingresso medievale alla città di Todi, un'altra installazione, con opere di dimensioni minime, i "Lettini", animerà una realtà immaginaria in cui la cura, il riposo, l'immobilità e la vita sono osservati come da lontano, con la prospettiva di un naturalista che studi dei minuscoli esseri guidati dai nostri stessi desideri e inquietudini.
Sempre nella Tower Gallery saranno esposti i disegni di progetto e le fotografie che documentano la realizzazione dell'opera.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram