Lessico femminile. Le donne tra impegno e talento 1861-1926 3066 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
22/07/2019
Partecipa all'edizione 2019 di Fuori Fuoco Moak e racconta il caffè in tutte le sue forme
22/07/2019
Da Noto, in partenza per la Luna, con Photology Air
22/07/2019
Addio a Ilaria Occhini, volto gentile e notissimo di cinema, teatro e tv
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PALAZZO PITTI ​ Piazza Dei Pitti Firenze 50125

Firenze - dal 6 marzo al 26 maggio 2019

Lessico femminile. Le donne tra impegno e talento 1861-1926

Lessico femminile. Le donne tra impegno e talento 1861-1926

 [Vedi la foto originale]
PALAZZO PITTI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Dei Pitti (50125)
+39 0552654321 , +39 0552654321 (fax)
www.palazzopitti.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra documenta la varietà dei talenti che hanno reso le donne interpreti della storia e del sapere, in settori diversi che vanno da quello più umile del lavoro dei campi fino a quello artistico-artigianale, letterario oppure scientifico
orario: da martedì a domenica 8.15- 18.50
Lunedì chiuso
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 6 marzo 2019.
ufficio stampa: CIVITA GROUP
curatori: Simonella Condemi
note: Anteprima stampa mercoledì 6 marzo ore 11,30
genere: arte moderna

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La mostra si pone l’obiettivo di documentare la varietà dei talenti che hanno reso le donne interpreti della storia e del sapere, in settori diversi che vanno da quello più umile del lavoro dei campi fino a quello artistico-artigianale, letterario oppure scientifico, in un arco temporale che va dall’Unità d’Italia – 1861 (che coincide con il primo atto di iscrizione di lavoratrici alla Fratellanza Artigiana, sorta allora a Firenze e divenuta subito la più importante associazione operaia nel panorama nazionale, per numero di iscritti e ambizioni politiche), fino al 1926, allorché a Stoccolma Grazia Deledda, prima donna italiana, vinse il Premio Nobel per la letteratura, diventando il simbolo del riscatto femminile nella società.

Attraverso le opere d’arte esposte si delinea uno scenario suggestivo e, in parte, ancor oggi poco conosciuto dell’impegno femminile nel lavoro, con donne capaci di realizzare le proprie capacità professionali senza rinunciare alla casa e al ruolo familiare.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram