Brigataes - Es>tate 3087 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
22/06/2019
L'Adidas ha annunciato una capsule collection omaggio a Keith Haring
21/06/2019
La scuola di Twin Peaks verrà demolita a luglio
21/06/2019
Valentino Catricalà è il direttore della sezione arte di Maker Faire Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva SAACI/GALLERY ​ Viale Padre Girolamo Russo 9 Saviano 80039

Saviano (NA) - dal 24 al 25 maggio 2019

Brigataes - Es>tate

Brigataes - Es>tate
Brigataes.Prove tecniche di comunicazione silente fra artisti nn.1-2.2019.frame da video
 [Vedi la foto originale]
SAACI/GALLERY
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Viale Padre Girolamo Russo 9 (80039)
+39 3388666375
info@saacigallery.com
www.saacigallery.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

ES>TATE - Brigataes come museo -­‐ è un evento, centrato sulla processualità/ritualità dell raccolta di parole e silenzi che viene amplificato con l’innesto di una videoproiezione e di un’immagine.
orario: dal lunedi al sabato dalle 17 - 20 su appuntamento
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 24 maggio 2019. ore 19.30
curatori: Sabato Angiero
autori: Brigataes
genere: performance - happening, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
ARTE Archivio Tematico è il progetto in progress dedicato alla realizzazione di video archivi tematici. L’archivio LES ARTS è il luogo dove vengono conservate le definizioni che insieme concorrono alla costruzione/decostruzione del concetto di
arte, ma è anche un tentativo utopico di misurazione dei limiti di un mondo verificato attraverso espansione e confini
di un concetto primario ed infine un documento antropologico. Ognuno sa cosa è l’arte ma non esiste parentela fra le varie dichiarazioni e spesso si produce un uso creativo del termine. La richiesta di definizioni provoca
produzioni di senso che si configurano come pratiche artistiche. Chi definisce diventa creatore di una nuova definizione e come creatore pratica l’arte.

L’archivio SILENTES mette insieme i silenzi degli altri.
Da qualche anno raccolgo silenzi, richiedo a chi incontro
un minuto di silenzio. E’ un momento di verità, di svelamento delle esistenze ma anche tempo di raccoglimento, celebrazione pubblica di un lutto, e poi rifiuto
un sottrarsi al vociare del mondo dei media, dei social networks.
Nel silenzio si torna alle preistorie dove è sconosciuta la parola ed io conservo ed archivio questi silenzi in via
d’estinzione.
Silenzi dei celebri e degli sconosciuti, silenzi dei poeti e dei
filosofi, silenzi degli artisti, silenzi di chi è silente, volti che rinunciano al verbo come loro principio e differenza e
rientrano nel tutto

> L’immagine Posthuman Silences' Archive, n.1 [2019] è la
prima di una serie dedicata ai silenzi.
Piccole immagini familiari trovate dai rigattieri, giustapposte nel bianco, fanno da illustrazione alla parola silenzio, che indica il carattere principale dell’immagine fotografica e insieme di quelle inesistenze rappresentate.
Questa serie vuole addestrare al silenzio.

> Il video Prove tecniche di comunicazione silente fra artisti
n.1-­‐2 [DV 20’ 2019] con la partecipazione di Enrico Bugli, nasce dalla volontà di sperimentare un incontro/confronto fra artisti da cui è esclusa la parola. Gli artisti comunicano agli osservatori che essi sono l’arte e fra essi, muti come opere,c’è una trasmissione di idee al di là del linguaggio verbale che nessuno potrà mai udire.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram