Carlos Quintana - El mundo de la verdad 3114 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PALAZZO DELLA CANCELLERIA ​ Piazza Della Cancelleria 68 Roma 00186

Roma - dal 25 maggio al 16 giugno 2019

Carlos Quintana - El mundo de la verdad

Carlos Quintana - El mundo de la verdad
Carlos Quintana, Tre Ombrelli, 2018
 [Vedi la foto originale]
PALAZZO DELLA CANCELLERIA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Della Cancelleria 68 (00186)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Mostra personale di Carlos Quintana (L'Avana, 1966) a Roma: fino al 16 giugno saranno visibili al Palazzo della Cancelleria oltre 20 opere di uno degli artisti più importanti di Cuba
orario: da lunedì a domenica ore 10:00-12:30 e 15:00-18:00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 25 maggio 2019. h 17.00
catalogo: in galleria. Testo critico di Luciano Caprile
curatori: Eriberto Bettini
autori: Carlos Quintana
patrocini: Pontificium Consilium de Cultura, Ambasciata della Repubblica di Cuba presso la Santa Sede
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Si inaugura sabato 25 maggio alle ore 17 presso il Palazzo della Cancelleria di Roma la mostra dell’artista cubano Carlos Quintana dal titolo “El mundo de la verdad” ( “Il mondo della verità” ) a cura di Eriberto Bettini, con il patrocinio del Pontificium Consilium de Cultura e dell’Ambasciata della Repubblica di Cuba presso la Santa Sede.
Attraverso una ventina di opere anche di grandi dimensioni, realizzate negli ultimi due anni, si entra nel clima di un autore che ha scelto la via di una pittura “interrogativa”, dove ciò che appare è un’immagine di ricercata e talora criptica descrizione. Egli ci invita a indagare quel mondo interiore mascherato da alcune insistite espressioni facciali prive di emozioni che emergono da tele implicitamente, volutamente incompiute talora anche dal punto di vista formale. Il suo gesto, che esibisce interessanti agganci alle culture e alle filosofie orientali, non dimentica certi rimandi all’espressionismo tedesco e a quel surrealismo di matrice tribale che appartiene alla memoria della sua terra. La “verità” va quindi ricercata e conquistata all’interno degli effigiati e specularmente all’interno di noi stessi.
La rassegna, che si concluderà il 16 giugno, è accompagnata da una pubblicazione introdotta da un testo critico di Luciano Caprile.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram