Gai Candido - F.S. Frinze e Sassi 3073 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
25/06/2019
Quattro residenze per il nuovo bando di CURA 2020
25/06/2019
Bill Murray riceverà da Wes Anderson il Premio alla carriera alla Festa del Cinema di Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva CHIESA DI SANT'AGNESE ​ Piazza Danisinni Palermo 90134

Palermo - dal 25 maggio al 17 giugno 2019

Gai Candido - F.S. Frinze e Sassi

Gai Candido - F.S. Frinze e Sassi

 [Vedi la foto originale]
CHIESA DI SANT'AGNESE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Danisinni (90134)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

30 opere in cui il riuso dei materiali è simbolicamente un tentativo di attraversare il "tempo" e recuperarlo
orario: ogni giorno 17:00 / 19:00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 25 maggio 2019. ore 17
autori: Gai Candido
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
sabato 25 maggio alle ore 17:00 si inaugura la mostra F.S. Frinze e Sassi dell'artista Gai Candido, trenta opere allestite nella cripta di Sant'Agnese in piazza Danisinni a Palermo. Mostra realizzata all'interno delle attività del Museo Sociale Danisinni. Un viaggio a ritroso nel tempo, attraverso una foresta, alla ricerca di una civiltà che forse esiste solo nel subconscio. Così Gai descrive la sua mostra allestita presso la Cripta della Chiesa di Sant'Agnese a Danisinni: 30 opere in cui il riuso dei materiali è simbolicamente un tentativo di attraversare il 'tempo' e recuperarlo. Sono evidenti, inoltre, le modalità operative appartenenti a movimenti storici come il dada o l'arte povera, coniugando gioco e denuncia sociale, ironia e gravità; o accostamenti ai lavori in juta di Angelo Mazzoleni e al movimento del neosincretismo, e venendo ai nostri giorni alla fiber art. Ingresso gratuito.


Antigone in piazza. Alle 19:30 nella piazzetta alle spalle dell'ex asilo nido Galante, sempre in piazza Danisinni, le allieve e gli allievi del laboratorio di DanisinniLab, teatro di comunità e di relazione diretto da Gigi Borruso con la collaborazione di Stefania Blandeburgo faranno una prova aperta al pubblico dell'Antigone, un estratto in anteprima del lavoro teatrale che sarà presentato nei prossimi mesi e che vedrà ancora una volta protagonista Danisinni, la sua gente e i suoi spazi in maniera originale e suggestiva. DanisinniLab nasce nell'ottobre scorso da un'idea del Museo Sociale Danisinni in collaborazione con il Teatro Biondo di Palermo, un laboratorio relazionale impegnato nella costruzione di un teatro sociale nel cuore dell'antico rione palermitano.


________________________________

BIOGRAFIA

Gai Candido nasce a Palermo nel 1949. Diplomato presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo ha insegnato discipline pittoriche, negli istituti d’arte e nei licei artistici.

“Nella vasta produzione dell’artista palermitano c’è il mistero e lo sguardo incantato di Rousseau il Doganiere, c’è la plasticità di Picasso, c’è Baj e Fautrier, passando per il pop americano e infine per il nouveau réalisme. Sono evidenti, inoltre, modalità operative appartenenti a movimenti storici come il dada o l'arte povera, coniugando gioco e denuncia sociale, ironia e gravità; o accostamenti ai lavori in juta di Angelo Mazzoleni e al movimento del neosincretismo, e venendo ai nostri giorni, alla fiber art”.



Principali mostre: “Circumnavigazione 1”, Galleria Ezio Pagano, Bagheria (Pa); “Spiriti della notte e carte lunari”, Arte al Borgo, Palermo; De bello Candido Galleria Ezio Pagano, Bagheria (PA); Art. 17’86”, Fiera internazionale, Basilea (Svizzera); “Le Pergamene Pazze”, Atelier dell’Arte, Sciacca (AG);“Orestiadi di Gibellina”, realizzazione di costumi ed oggetti di scena, Gibellina; “Made in Palermo”, Galleria Civica d’Arte moderna, Palermo; “Fiumara d’Arte”, S. Stefano di Camastra (ME), (A. Presti); “Povera e Leggera- Polifonia a quattro mani “, Petralia Soprana (Pa); “Caleidoscopio Sicilia-Sidney”, Sydney, Australia; “Enciclopedia della natura EN KAI PAN”, Orto Botanico, Palermo; “Personale”, Arte al Borgo, Palermo; “Installazione Golem”, realizzazione di un’opera per l’AMIA, Palermo; “Percorsi etici”, Omaggio a Salvatore Fiume- Galleria d’arte moderna Catania; “Rosso viene da Haiti”, Acireale; “Africa” Fresco (Pa); “Libertà mancata”, Santa Maria di Gesù (Pa); ”Mamma Africa” Galleria d’arte Mediterranea (Pa); “Il Mago di Palermo” Chiesa di San Giovanni decollato, (Pa).

Hanno scritto: Giorgio Di Genova, Eva Di Stefano, Massimo Ganci, Edoardo Rebulla, Sergio Troisi, Marina Giordano, Ninni Greco, Francesco Gallo, Giuseppe Frazzetto, Francesco Carbone, Laura Oddo, Giuseppe Cipolla, Tonino Sicoli, Tiziana D’Acchille.

 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram