Fotografia zero pixel 2018/2019: Ennio Demarin - Poissons 3074 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/07/2019
A settembre, a Roma apriranno le porte di una nuova Fondazione
19/07/2019
Addio a Mattia Torre, raffinato autore di teatro e tv, padre della serie Boris
19/07/2019
Il segreto di Stonehenge? Secondo un recente studio, era il lardo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PROLOGO ​ Via Graziadio Isaia Ascoli 8/1 Gorizia 34170

Gorizia - dal 29 giugno al 12 luglio 2019

Fotografia zero pixel 2018/2019: Ennio Demarin - Poissons

Fotografia zero pixel 2018/2019: Ennio Demarin - Poissons
Enni Demarin
 [Vedi la foto originale]
PROLOGO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Graziadio Isaia Ascoli 8/1 (34170)
+39 048132436
info@prologoart.it
www.prologoart.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La quinta edizione di Fotografia zero pixel, festival dedicato esclusivamente alla fotografia chimica, si conclude a Gorizia con la mostra collettiva internazionale Terra e la mostra monografica Poissons grazie alla collaborazione con la Biblioteca statale Isontina e Prologo
orario: da lunedì a venerdì dalle 16.00 alle 18.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 29 giugno 2019. ore 19.00
autori: Ennio Demarin
genere: fotografia, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La quinta edizione di Fotografia zero pixel, festival dedicato esclusivamente alla fotografia chimica, si conclude a Gorizia con la mostra collettiva internazionale Terra e la mostra monografica Poissons grazie alla collaborazione con la Biblioteca statale Isontina e al paternariato con Prologo, associazione culturale di Gorizia.

“La mostra – spiegano gli organizzatori - offre un ricco panorama di interpretazioni su “Terra”, un tema accuratamente selezionato per la sua attualità e le molteplici interpretazioni: dalla preservazione della vita sul pianeta all’ecologia, dalle grandi migrazioni che cambiano l’aspetto geopolitico dello stesso allo spazio, dal sostentamento all’identità, fino alla sua identità di oggetto planetario”. Le opere presentate sono immagini inedite, irriproducibili e di grande spessore e provengono da Giappone, America, Croazia, Francia, Austria, Italia. Le tecniche fotografiche presentate sono tutte rigorosamente iscritte nella fotografia chimica.

Il percorso espositivo della mostra ospita le ricercate immagini di Ugo Borsatti, Elisa Biagi, Annamaria Castellan, Guido Cecere, Elio Ciol, Ennio Demarin, Giacomo Frullani, Maurizio Frullani, Andrej Furlan, Marcus Gabriel, Fabio Giacuzzo, Matthias Gessler, Ellen Goodman, Davide Dionisio, Sara Kaleb, Roberto Kusterle, Alma Lanoire, Massimiliano Muner, Tiziano Neppi, Daniele Peluso, Roberto Pastrovicchio, Fabio Rinaldi, Michela Scagnetti, Sergio Scabar, Robert Sironi, Franco Spanò, Massimo Stefanutti, Luigi Tolotti, Paolo Toniati, Stefano Tubaro, Matteo Varsi e Chikako Watanuki.

Alla galleria Prologo, Fotografia Zero Pixel invece propone la mostra del direttore artistico del Festival, Ennio Demarin, con “Poissons”. Si tratta di uno straordinario lavoro fotografico con cui Demarin ha vinto il prestigioso premio “per la ricerca fotografica” “Prix de la Fondation Pathé de Royan” in Francia. Un’opera di questo lavoro è stata acquistata dalla Polaroid Collection per la sua collezione permanente. Le foto della mostra Poissons sono state realizzate con la tecnica sperimentale “polaroid transfer”: in sintesi si tratta di un transfer da negativo Polaroid di grandi dimensioni 20x25. Ennio Demarin fotografo professionista triestino è maestro polaroid, note in tutto il mondo sono le sue inconfondibili e bellissime “Estrapolazioni Polaroid” e “Transfer”.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram