Laura Priami - Sipari 3080 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/07/2019
A settembre, a Roma apriranno le porte di una nuova Fondazione
19/07/2019
Addio a Mattia Torre, raffinato autore di teatro e tv, padre della serie Boris
19/07/2019
Il segreto di Stonehenge? Secondo un recente studio, era il lardo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva GALLERIA SPAZIOGRAFICO ​ Via Carlo Goldoni 20 Massa Marittima 58024

Massa Marittima (GR) - dal 13 al 26 luglio 2019

Laura Priami - Sipari

Laura Priami - Sipari

 [Vedi la foto originale]
GALLERIA SPAZIOGRAFICO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Carlo Goldoni 20 (58024)
+39 0566 940215
bonesinigp@gmail.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Priami crea un insieme coerente di fotografie, con scatti di grande effetto realizzati in due anni di lavoro, e attraverso le immagini parla di se stessa. Presenta la terra di Toscana con gli occhi di chi cerca spazi nuovi e strade non battute.
orario: Tutti i giorni ore 19.00 - 23.00
Il giovedì ore 16.30 - 23.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 13 luglio 2019. Ore 19.00
curatori: Gian Paolo Bonesini
autori: Laura Priami
genere: fotografia, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
SIPARI
Il percorso di Laura Priami come fotografa per passione riprende quando vede un suo scatto su uno stendardo, in mostra nel centro di Massa Marittima. Da quell’opera che in mezzo alle altre si fa notare, emerge nel suo animo la voglia di liberarsi… liberarsi dal passato, dai cattivi pensieri, dalla malattia… e la macchina fotografica diventa il mezzo che le permette di seguire nuove vie, in un percorso interiore che man mano si espande e diventa realtà attraverso l’immagine.
L’idea di SIPARI nasce due anni fa, durante la sua continua ricerca di momenti di libertà, di strade diverse da percorrere che la allontanino dai grovigli di una vita non facile.
Quelle linee che tagliano la scena non sono lì per caso ma hanno un significato: la proteggono e nello stesso tempo le permettano di superarle, di andare oltre, di cercare strade inesplorate, sempre avanti, senza fermarsi davanti agli ostacoli.
Queste foto rappresentano simbolicamente lei stessa.
Sono ciò che sente, pensa, ama con grande coerenza e passione.
La terra prima di tutto, gli spazi aperti dove la Natura dà il meglio di sé, basta sapere guardare e fermare l’attimo! Non occorre andare lontano, lei sa che l’immagine giusta per raccontare esattamente quello che vuole dire è lì dietro l’angolo, se hai gli occhi per vederla.
E Laura Priami ama questa terra e la vede, la tocca, la sente dentro di sé come ispiratrice, come fonte inesauribile di emozioni e promessa di libertà.
Soprattutto, libertà di esprimersi.
Priami non cerca la foto perfetta ma quella che lei sente SUA nel profondo, che la fa emozionare, che le lascia un segno interiore, così che l’albero solitario diventa lei stessa mentre scatta, fuori dalla vita quotidiana, fuori da tutto, in pace, nel silenzio.
Fuori anche dagli schemi, sempre alla ricerca, desiderosa di imparare e di migliorare… con questa mostra presenta immagini che parlano di sé e di quello che lei è, con coraggio, forza e anima.
Oltre il sipario, c’è una vita che promette nuove esperienze e nuovi orizzonti.

Gian Paolo Bonesini
gallerista e curatore
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram