Giovanni Manfredini 3081 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/06/2019
Bill Murray riceverà da Wes Anderson il Premio alla carriera alla Festa del Cinema di Roma
24/06/2019
Creare un'opera in galleria. A Parma il secondo appuntamento di ART in PROGRESS
24/06/2019
A Lucca torna LuBi, la Biennale internazionale della carta. Aperte le iscrizioni per partecipare all’evento
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva OREDARIA ARTI CONTEMPORANEE ​ Via Reggio Emilia 22-24 Roma 00198

Roma - dal 7 ottobre all'otto dicembre 2005

Giovanni Manfredini

Giovanni Manfredini

 [Vedi la foto originale]
OREDARIA ARTI CONTEMPORANEE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Reggio Emilia 22-24 (00198)
+39 0697601689 , +39 0697601689 (fax)
info@oredaria.it
www.oredaria.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

L’artista presenterà un ciclo di nuovi lavori, realizzati appositamente per l’occasione
orario: lun-ven 10-13 e 16-19.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 7 ottobre 2005. ore 19-21
editore: SKIRA
autori: Giovanni Manfredini
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
L’artista presenterà un ciclo di nuovi lavori, realizzati appositamente per l’occasione.
Il nucleo principale è costituito da opere di grande dimensione, con calchi e intervento pittorico, nelle quali l’abituale tema del rapporto BUIO-LUCE-CORPO presenterà nuovi affondi e trasparenze.
Per la prima volta, quale evoluzione dei lavori ‘VIVI’ degli esordi, saranno esposte alcune opere della serie ‘ESTASI’ che, attraverso sfere di luce che emergono come un’apparizione dal buio, esploreranno il rapporto del corpo con lo spazio e il cosmo.
Completeranno il percorso alcune opere di minor formato e le ‘carte’ dipinte ad olio.
Il corpo è sempre protagonista del lavoro di Manfredini: tema e pratica diretta, immagine impressa direttamente sulla superficie dei quadri. Le opere nascono, infatti, dal contatto del corpo dell’artista su una superficie trattata con velature di nerofumo, capaci di registrarne il segno. Successivi interventi pittorici accrescono la definizione e la plasticità dell’impronta, fino a trasformarla in una indefinita presenza umana che emerge verso l’esterno.
Manfredini lavora da anni sul corpo con una ricerca lenta che sta portando il suo lavoro dai “tentativi di esistenza” del primo periodo ad una affermazione pittorica sempre più consapevole, in cui la luce, pura e assoluta, definisce immagini estatiche e spirituali, che rievocano la pittura del Seicento.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram