Leonardo da Vinci - Capolavori in mostra 3084 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva BIBLIOTECA REALE ​ Piazza Castello 191 Torino 10122

Torino - dal 9 febbraio al 19 marzo 2006

Leonardo da Vinci - Capolavori in mostra
[leggi la recensione]

Leonardo da Vinci - Capolavori in mostra
[leggi la recensione]

 [Vedi la foto originale]
BIBLIOTECA REALE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Castello 191 (10122)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

i disegni della collezione della Biblioteca
orario: tutti i giorni dalle 9.00 alle 15.00 (ultimo ingresso ore 14.20)
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: intero 6 euro; ridotto 3 euro; libero accesso con Abbonamento Musei, Torino Card e Piemonte Card
vernissage: 9 febbraio 2006.
editore: ELECTA
ufficio stampa: ELECTA
autori: Leonardo Da Vinci
genere: arte antica, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
L’indiscusso protagonista della splendida mostra allestita nella Sala Leonardo della Biblioteca Reale di Torino è l’Autoritratto di Leonardo da Vinci, realizzato a sanguigna negli ultimi anni di vita dell’artista, morto ad Amboise (Loira, Francia) nel 1519.

Il maestoso volto è attorniato da altri disegni come il Ritratto di fanciulla, riconducibile al viso dell’angelo nel dipinto della Vergine delle Rocce, lo Studio preparatorio per la battaglia di Anghiari, che testimonia la precisione anatomica e la forza che Leonardo sapeva conferire al segno grafico, il prezioso Codice sul volo degli uccelli, opera di straordinario valore scientifico, in cui il maestro indaga i principi che regolano il movimento dei volatili al fine di realizzare la macchina volante. Completano il percorso espositivo alcuni fogli di allievi e seguaci di Leonardo, tra i quali il recente acquisto della Biblioteca Reale, l’inedito Profilo di vecchia, mai esposto al pubblico.

Per la prima volta, le opere della Biblioteca Reale vengono affiancate da prestiti provenienti da prestigiose istituzioni museali internazionali rappresentate da disegni di Leonardo e della sua cerchia. Negli ultimi anni della sua vita, in Francia, Leonardo si dedicò ad insegnare agli allievi, come è documentato da una lettera del 10 ottobre 1517 del segretario del Cardinale Luigi d’Aragona, scritte dopo una visita allo studio di Leonardo nel castello di Amboise. Da qui l’importanza degli studi grafici degli allievi, a conferma di una pratica, quella del disegnare, voluta da Leonardo e da lui raccomandata nei “precetti”: lavori che possono conservare tracce del suo intervento diretto, oltre a rispecchiare gli insegnamenti del maestro e costituire pertanto, nel rispetto e nell’uniformità di adesione ai suoi dettami tecnici e stilistici, documenti importanti per la diffusione dei modelli leonardiani.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram