Microrealities 3101 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MUSEO PALLADIO - PALAZZO BARBARAN DA PORTO ​ Contrà Porti 11 Vicenza 36100

Vicenza - dal 9 giugno al 30 luglio 2006

Microrealities

Microrealities

 [Vedi la foto originale]
MUSEO PALLADIO - PALAZZO BARBARAN DA PORTO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Contrà Porti 11 (36100)
+39 0444323014
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Un progetto sui luoghi e sulle persone di Aldo Cibic e Cibic & Partners
orario: martedì-domenica 10-18
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 9 giugno 2006. ore 18,30
editore: SKIRA
ufficio stampa: STUDIO ESSECI
autori: Aldo Cibic
genere: arte contemporanea

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Presentato con molto successo a Graz alla mostra “M City. European Cityscapes”, il lavoro di Aldo Cibic si articola in quattro progetti per Milano e Shanghai, proponendo riflessioni e idee sulla città in relazione all’uomo che la vive. I progetti proposti sono:

LE PORTE DELLA CITTA’

Nuovi simboli per nuovi confini

CENTRO COMMERCIALE+SPAZI PUBBLICI+...

La possibilità di creare nuovi centri urbani

LA CITTA’ DEGLI ORTI

Riappropriarsi delle stagioni
SHANGHAI: 100 NUOVE STAZIONI DEL METRO

Un’occasione per produrre identità e senso di appartenenza nelle periferie



L’idea è che tante piccole storie messe insieme, tante microrealtà rappresentative delle interazioni delle persone con il loro ambiente, possono creare storie più grandi e significative. I luoghi come i centri commerciali o i nodi di interscambio nell’infrastruttura urbana sono il crogiolo di una miriade di storie individuali in un vortice di movimenti quotidiani.

Sono proprio le azioni delle persone che determinano l’identità di uno spazio.

Il progetto propone visioni in cui, attraverso la riorganizzazione di potenzialità ed energie, si favoriscono le condizioni per attivare occasioni di incontro, di scambio, di condivisione, che caratterizzano i momenti di vita collettiva. È la creatività nei processi radicati in luoghi reali all’interno delle aree metropolitane di queste due grandi città, che fa nascere realtà più stimolanti.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram