Carlo Scarpa. I disegni per la Tomba Brion 3084 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
26/06/2019
A Roma riapre al pubblico il Ninfeo degli Specchi al Palatino
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MAXXI - MUSEO DELLE ARTI DEL XXI SECOLO ​ Via Guido Reni 4a Roma 00196

Roma - mar 20 giugno 2006

Carlo Scarpa. I disegni per la Tomba Brion

Carlo Scarpa. I disegni per la Tomba Brion
MAXXI - MUSEO DELLE ARTI DEL XXI SECOLO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Guido Reni 4a (00196)
+39 0639967350 , +39 0632101829 (fax)
info@fondazionemaxxi.it
www.fondazionemaxxi.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Presentazione del volume a cura di Erilde Terenzoni
biglietti: free admittance
vernissage: 20 giugno 2006. ore 18.30
editore: ELECTA
ufficio stampa: STUDIO ESSECI
autori: Carlo Scarpa
genere: architettura, presentazione

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Nell’ambito delle celebrazioni del Centenario della nascita di Carlo Scarpa, martedì 20 giugno verrà presentato presso il MAXXI il volume Carlo Scarpa. I disegni per la Tomba Brion. Inventario, edito da Electa nella collana OperaDARC – Sezione Archivi di architettura. Intervengono: Salvatore Italia, Marisa Dalai Emiliani, Margherita Guccione, Antonia Pasqua Recchia, Sergio Poretti, Erilde Terenzoni.

L’incontro sarà l’occasione per presentare al pubblico anche il nuovo sito web interamente dedicato a Carlo Scarpa www.carloscarpacentenario.it per favorire a diffusione della conoscenza della figura e delle opere del grande maestro veneziano e gli eventi organizzati per il Centenario. Sarà inoltre presentata la banca dati relativa alla digitalizzazione dell’archivio (http://marcie.iuav.it/DARC/) accessibile on-line.

Il volume è l’inventario sistematico dei 1583 elaborati grafici - tavole, disegni e schizzi - che costituiscono l’archivio del progetto di Carlo Scarpa per la Tomba monumentale Brion a San Vito d’Altivole. I disegni sono realizzati con le tecniche tipiche di Scarpa: matita a mano libera, matite colorate, inchiostri di china su supporti a volte inusuali come i cartoncini “camoscio”e le veline gialle donategli da Louis Khan. Nel libro, un articolato sistema di apparati permette di collocare il progetto nel corpus completo delle fonti scarpiane e nella storia e nell’opera dell’architetto. L’inventario è completato dalle immagini dei disegni che accompagnano le schede descrittive, ne facilitano la lettura e introducono alla consultazione della banca dati on line.

Il libro Carlo Scarpa. I disegni per la Tomba Brion. Inventario è stato curato da Erilde Terenzoni con il gruppo di lavoro composto da Tommaso Dore, Giacomo Martines, Francesca Menchella, Paola Portoghese. I contributi di Sergio Poretti, Margherita Guccione e Vitale Zanchettin mettono in luce alcuni aspetti scientifici relativi all’utilizzo “filologico” dell’archivio, ai fini della progettazione di interventi di restauro e manutenzione, dell’analisi e studio delle tecniche e dei materiali, della storia e delle fasi dell’opera.

La Tomba Brion è l’ultima opera del maestro veneziano: la sua progettazione e l’esecuzione lo impegnano dal 1969 - anno in cui gli viene affidata la committenza da parte di Onorina, vedova di Giuseppe Brion, fondatore della Brion Vega - fino alla sua morte nel 1978. Per suo desiderio Carlo Scarpa è sepolto nel cimitero comunale di San Vito accanto alla sua opera finale. Fin dall’epoca della realizzazione la Tomba Brion ha esercitato un’attrazione ininterrotta e sempre crescente su studiosi e visitatori italiani e stranieri.

Il fondo fa parte dell’intero archivio di Carlo Scarpa, acquisito dalla Direzione generale per l’arte e l’architettura contemporanee nel 2001, che ne ha salvaguardato l’integrità e la permanenza in Italia. Il corpus grafico completo, che documenta circa 200 progetti con un totale di circa 31.000 elaborati grafici, è conservato presso il Centro Carlo Scarpa di Treviso e il Centro archivi del MAXXI architettura di Roma, sotto la cui direzione scientifica sono già stati avviati il riordino, l’inventariazione e la pubblicazione progressiva per progetti. La sede del Centro archivi MAXXI, provvisoriamente collocata presso il Museo H.C.Andersen ( via P.S. Mancini 20 Roma), ospita fino al 2 luglio la mostra: Carlo Scarpa.Disegni mai visti. Lo spazio dell’abitare, in cui sono esposti circa 50 disegni inediti sul tema dell’abitare.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram