Marina Serri 3073 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/05/2019
Il viaggio di Arca Collective inizia dalla sede di Fondazione Romaeuropa
25/05/2019
Leica celebra il centenario Bauhaus con una fotocamera da collezione
25/05/2019
Massimo Osanna riconfermato alla guida del Parco Archeologico di Pompei
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva APT ​ Viale Amerigo Vespucci 24 Massa 54037

Massa (MS) - dal 10 al 18 luglio 2006

Marina Serri

Marina Serri
APT
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Viale Amerigo Vespucci 24 (54037)
+39 0585240046 , +39 3381501882
info@aptmassacarrara.it
www.aptmassacarrara.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

L’artista carrarese, Marina Serri, da sempre legata alla sua terra natale, torna ad esporre nella provincia di Massa Carrara
orario: tutti i giorni 9-13; 15-20
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 10 luglio 2006. ore 18.30
editore: MAZZOTTA
curatori: Giovanna Barbero
autori: Marina Serri
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
L’artista carrarese, Marina Serri, da sempre legata alla sua terra natale, torna ad esporre nella provincia di Massa Carrara. Dopo il successo della mostra allestita alla Galleria Shubert di Milano il mese scorso, la pittrice, ormai conosciuta dal grande pubblico, ripropone la sua personale di trenta opere (tecniche miste su tela o cartone, disegni e pastelli), incentrate sul tema degli animali e del paesaggio, in particolare quello africano, da sempre meta privilegiata dei suoi viaggi.

“Gli animali, soprattutto quelli domestici, hanno sempre fatto parte della mia vita sin dalla prima infanzia. Il giardino ospitava sempre una grande varietà di uccelli e farfalle e sono stati proprio loro i primi a destare in me curiosità pittoriche. […] Ma è l’Africa il regno degli animali per eccellenza, soprattutto il sud, ed è lì che ho dipinto gli elefanti nella pozza, la giraffa, le zebre, la piccola otaria che dorme…”

Ad accompagnare il visitatore c’è la Monografia (Edizioni Mazzotta) curata dal critico d’arte Giovanna Barbero, presente all’inaugurazione, il 10 luglio alle ore 18.30. Un vero e proprio manifesto in cui l’artista ci illustra il suo viaggio alla scoperta della forma e del colore e dei luoghi che le hanno regalato le suggestioni di cui da sempre si nutre la sua opera.

“Lo scopo dell’arte nella storia è quello di contribuire al miglioramento del mondo. L’artista creando anticipa gli eventi, esattamente come gli animali, fiutando il pericolo, lo annunciano…”

Animali non più solo immagine dell’eterna lotta tra il bene e il male, ma simbolo della progressiva decadenza degli uomini al più cupo stato bestiale.

L’ennesima conferma di un’artista che da anni ottiene il consenso di pubblico e critica e che, come ha detto Vittorio Sgarbi, da sempre “difende la bellezza”.

“Vedo negli ultimi lavori di Marina Serri, una sorta di liberazione, è come se lei cominciasse a volare alto, per appunto vedere dall’alto il mondo e le cose che lo compongono… Là dove regna la poesia che diventa colore…” (Pietro Cascella)




[Giraffa, 2004. Tecnica mista su cartone, 50x70 cm]


[Elefanti alla pozza, 2005. Tecnica mista su cartone, 70x100 cm]




Biografia

Marina Serri nasce a Carrara. Si diploma al liceo artistico della sua città. Dal 1977 al 1979 frequenta il Magistero D’Arte a Firenze dove si diploma con una tesi sull’Arte Precolombiana. Nello stesso anno, partecipa ad una mostra itinerante a Milano, Parigi e Monaco. Nel 1984, viene invitata ad esporre con una personale, all’istituto Italo Latino Americano di Roma. La mostra dedicata all’America Precolombiana è presentata da Mario Penelope.

Nello stesso anno espone con una personale a Lerici ( la Spezia ) alla Galleria Canci. Nel 1985 partecipa ad una collettiva al Castello Malaspina di Massa ed espone con una personale alla Galleria Michelangelo a Forlì. Nel 1986 si trasferisce a Parigi ed espone in una collettiva al Centro Culturale del Messico. Nel settembre dello stesso anno si trasferisce a Roma dove vive e lavora.

Dal 1987 al 1989 è di nuovo a Carrara per insegnare. Nel 1990 espone a Genova a Palazzo Serra Gerace, opere dedicate all’America Latina in occasione delle Celebrazioni Colombiane la mostra è presentata da Germano Beringheli e viene ripresa dalla RAI.

Nel 1990 si trasferisce definitivamente a Carrara per iscriversi a Pittura all’Accademia di Belle Arti.

Nel 1991 apre lo Studio D’Arte Marina Serri dove espone le sue opere, insegna e dipinge. Nel 1992 segue un corso di incisione sperimentale in Catalogna, vicino a Barcellona. Nello stesso anno espone con una personale a Perugia. Nel 1993 espone alla Galleria Loumani a Valbonne ( Costa Azzurra ) Nel 1993 espone dipinti all’Accademia Internazionale di Arti Figurative a Salisburgo, dopo aver seguito un corso di specializzazione con Leòn Glub e Nancy Spero ( Scuola di Chicago )

Tra il 1993 ed il 1994 è di nuovo a Carrara per insegnare e nel 1994 si Diploma con Lode in pittura all’Accademia di belle Arti di Carrara con una tesi sul pittore austriaco Oskar Kokoschka.

Nel 1994 espone a Francoforte e a Dusseldorf alla galleria Conzen. Lo stesso anno frequenta un corso di specializzazione con Jim Dine, uno dei padri della Pop Art Americana, ed espone all’Accademia Internazionale di Salisburgo. Nello stesso anno espone alla Libreria Punto Elemond a Carrara. Nel 1995, viene invitata dal Comune di Sarzana ad esporre le sue opere nel Palazzo Comunale in collaborazione con l’Unicef. Nel 1996 espone con due personali a Brescia allaGalleria S. Michele e a Verona alla Galleria Dorigatti.

Nel 1997 è a New York e Chicago per presentare un suo disegno in occasione del Designer’s Collective and Mode Coast.

Nel 1998 viene invitata ad esporre ,dal Consolato Italiano di Manchester ( GB ), in occasione della Fiera Internazionale di Arte e Artigianato. Nel 1999 espone con una personale a Sarzana (SP) e in una collettiva a Pietrasanta (LU)

Nel 2000 in occasione della Biennale Internazionale di Scultura, viene invitata ad esporre con una personale al Palazzo Micheli Pellegrini di Carrara. Dello stesso anno è la personale a Pontremoli nella Sala del ‘400 a Palazzo Comunale. Nel 2001 espone in mostre collettive a Pisa, Pietrasanta e Firenze. Nel 2002 espone con una personale a Pietrasanta nel Chiostro di S. Agostino, seguono collettive a Parma e Livorno e una personale a Roma. Nel 2003 espone a Villa Cuturi a Marina di Massa. Nel 2004 espone a Camaiore con una personale e una collettiva a Palazzo Ducale a Massa.

Partecipa con grande successo alla Mostra Internazionale di Arte e Artigianato ART 2004 a Fortezza da Basso a Firenze. Espone con le personali a Villa Cuturi a Marina di Massa e a Sarzana nel Chiostro di S. Francesco. Partecipa ad una collettiva nella sede dell’APT a Marina di Massa e Marina di Carrara e una personale alla Galleria Della Pina Arte Contemporanea a Pietrasanta.

Nel 2005 partecipa alla Mostra Internazionale Arte e Artigianato ART 2005 a Firenze. Espone in una collettiva internazionale a Barcellona nella Sala Barna, ed inizia la sua collaborazione con la Galerìa de Arte Grife y Escoda di Barcellona. Nello stesso anno partecipa ad una collettiva a Palazzo Ducale a Massa ed una personale a Forte dei Marmi (LU). Nel 2006 si iscrive al Biennio Specialistico di Pittura all’Accademia di Belle Arti di Carrara..

Partecipa ad una collettiva nella sede della regione Toscana di Firenze, un suo quadro esposto, viene donato dall’Artista in occasione dell’ inaugurazione dei nuovi reparti dell’Ospedale Pediatrico Apuano Pasquinucci di Massa. Espone con una personale alla Galleria A. Schubert a Milano, dove viene presentata la Monografia dell’Artista edita da Mazzotta e curata da Giovanna Barbero. La monografia e la mostra vengono ripresentate a Villa Cuturi sede dell’APT a Marina di Massa. Sono in programma una collettiva sui Pittori Carraresi nella Chiesa del Suffragio a Carrara e una personale alla Galleria Grife y Escoda a Barcellona. Continua a lavorare nel suo Studio d’Arte a Marina di Carrara in via Maggiani 111 tel. 0585785461 www.marinaserri.it email info@marinaserri.it
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram