Via Lucis 3136 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva CHIESA DI SAN TOMASO CANTUARIENSE ​ Piazza San Tomaso Verona 37129

Verona - dal 13 ottobre 2006 al 7 gennaio 2007

Via Lucis

Via Lucis
Alessandro Verdi
 [Vedi la foto originale]
CHIESA DI SAN TOMASO CANTUARIENSE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza San Tomaso (37129)
info@diocesiverona.it
www.diocesiverona.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Installazione di 14 stazioni della Via Lucis realizzate da altrettanti artisti promossa dall’Unione Cattolica Artisti Italiani (UCAI) nell’ambito delle iniziative legate al Convegno Ecclesiale “Testimoni di Gesù Risorto speranza del mondo”
vernissage: 13 ottobre 2006.
editore: SILVANA EDITORIALE
ufficio stampa: STUDIO ESSECI
curatori: Mariano Arpa, Fiorella Capriati, Giovanni Battista Gandolfo
autori: Marco Arman, Massimiliano Battilo, Alberto Bolzonella, Luigi Caflisch, Maria Rosanna Cafolla, Carla Caldonazzi, Carlo Adolfo Fia, Eva Maria Friese, Maurizio Frisinghelli, Romano Perugini, Maria Adele Potente, Giulio Rossetti, Pierangelini S. Recchioni, Alessandro Verdi
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Nell’ambito delle rassegne organizzate per il IV° Convegno Ecclesiale, a Verona nell’ottobre del 2006, l’ UCAI propone un intervento artistico presso la Chiesa di S. Tomaso Cantuariense, dedicandolo alla “Via Lucis” quale momento di riflessione rispetto al tema indicato: “Testimoni di Gesù Risorto, speranza del mondo”. Le quattordici Stazioni sono state realizzate da altrettanti artisti , in sequenza : Alessandro Verdi, Giulio Rossetti, Massimiliano Battilo, Eva Maria Friese, Carla Caldonazzi, Marco Arman, Maria Rosanna Cafolla, Alberto Bolzonella, Luigi Caflisch, Carlo Adolfo Fia, Maurizio Frisinghelli, Maria Adele Potente, Romano Perugini, Silvana Piergallini Recchioni. Questo particolare intervento artistico collocato, fino all’Epifania del gennaio 2007, nei preesistenti arredi della Chiesa veronese di S. Tomaso Cantuariense, ambisce ad essere recepito nell’ambito ecclesiale e nella dinamica liturgica. Riproponendo la testimonianza di una ricerca artistica strettamente legata alla valenza ecclesiale della ricerca poetica. L’UCAI è un’associazione laicale afferente alla CEI. Le singole Sezioni sono autonome in ciascuna Diocesi, in relazione con il proprio Vescovo, Presidente e Consulente religioso di Sezione. L’Unione Cattolica Artisti Italiani è nata nel 1945 a Roma – la prima S. Messa fu celebrata dal giovane Mons. G. B. Montini, nella domenicana chiesa di S. Maria della Minerva, il 16 dicembre - . Tra i primi Presidenti Nazionali ebbe tra gli artisti Felice Carena (dal 1953), quindi gli architetti , da Carlo Ceschi (1904-1973) a Sandro Benedetti , e poeti come Marcello Camilucci. Tra i consulenti religiosi, si ricordano il domenicano padre Antonino Silli (dal 1945), Mons. Clemente Ciattaglia (dal 1954 al 1993), e quindi l’architetto padre Angelo Polesello (1929/1999) e il giornalista Mons. Claudio Sorgi (1933 / 1999) . Con l’attuale direzione – Presidente Fiorella Capriati e Consulente Mons. Gandolfo – l’UCAI vive un felice fervore di iniziative e una qualificata crescita di sezioni diocesane, entro le cui attività viene a configurarsi l’impegnativo articolarsi del cammino verso il Convegno di Verona . In questo “itinerario” si è visto lo svolgersi di esposizioni d’arte, di concerti di musica classica e recital di poesie. Una parte, pur marginale ma rappresentativa di tali attività,attraverso la raccolta di opere di circa ottanta artisti e una ventina di poeti è stata proposta nel catalogo che accompagna la realizzata Via Lucis per Verona. Così che si possa evidenziare la stratificata e qualificata serie di interventi appropriati alle pecularietà di ogni singola Sezione UCAI: ciascuna con il proprio Vescovo e la realtà del territorio diocesano. Altresì la rivista quadrimestrale dell’Associazione, “Arte e Fede. Informazioni UCAI”, diretta da Fiorella Capriati e da Dante Fasciolo, nella sua periodicità quadrimestrale, bene illustra le numerose attività e le riflessioni sulla cultura artistica della nostra contemporaneità. Nei saggi introduttivi del Catalogo si trovano una serie di scritti, a partire dalla testimonianza del Segretario Nazionale della CEI, S. Ecc. Mons. Giuseppe Betori, di Don Stefano Russo, Direttore in CEI dell’ Ufficio Nazionale per i Beni Culturali Ecclesiastici, di Mons. Carlo Chenis, Segretario della Pontificia Commissione dei Beni Culturali Ecclesiastici. Quindi i saggi introduttivi di Mons. Giovanni Battista Gandolfo, Fiorella Capriati, del salesiano don Sabino Palumbieri, e note critiche di Mariano Apa.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram