Alfredo Pirri - Racconti 3080 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/06/2019
Il documentario dei Beastie Boys realizzato per i 25 anni di “Ill Communication”
17/06/2019
Un bambino di tre anni ha distrutto un’opera di Katharina Fritsch ad Art Basel
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva OREDARIA ARTI CONTEMPORANEE ​ Via Reggio Emilia 22-24 Roma 00198

Roma - dal 14 ottobre 2006 al 5 gennaio 2007

Alfredo Pirri - Racconti
[leggi la recensione]

Alfredo Pirri - Racconti
[leggi la recensione]

 [Vedi la foto originale]
OREDARIA ARTI CONTEMPORANEE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Reggio Emilia 22-24 (00198)
+39 0697601689 , +39 0697601689 (fax)
info@oredaria.it
www.oredaria.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

In occasione della Giornata del Contemporaneo promossa dalla AMACI, l’Associazione Nazionale dei Musei di Arte Contemporanea d’Italia, Alfredo Pirri ritorna, a distanza di tre anni dall’ultima mostra tenuta in galleria, con una personale in cui sono esposte opere tridimensionali e a parete realizzate per l’occasione
orario: mar_sab 10-13 e 16-19.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 14 ottobre 2006. ore 19
editore: SKIRA
autori: Alfredo Pirri
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
In occasione della mostra sarà pubblicato un catalogo, edizioni SKIRA/OREDARIA, testo critico di Vicenc Altaiò, fotografie delle opere di Mario e Gino di Paolo.

In galleria è disponibile la monografia ‘Dove sbatte la luce. Mostre e opere 2003-1986’ edizione SKIRA/OREDARIA, Milano 2004



In occasione della Giornata del Contemporaneo promossa dalla AMACI, l’Associazione Nazionale dei Musei di Arte Contemporanea d’Italia, Alfredo Pirri ritorna, a distanza di tre anni dall’ultima mostra tenuta in galleria, con una personale in cui sono esposte opere tridimensionali e a parete realizzate per l’occasione.


La mostra è titolata ‘Racconti’ perché come dichiara l’artista: “Ogni opera è un racconto di sé, del proprio essere in quella determinata forma, e anche particolare di un racconto più ampio, dove i temi dell’astrazione e della figurazione si mischiano fino ad essere illeggibili”.

La mostra è introdotta da una lunga parete, appositamente realizzata, che ospita una serie di quindici acquerelli dal titolo ‘Acque’ così descritti da Pirri: “Ognuno di questi lavori mostra modi differenti della pioggia di scivolare sul vetro formando rigagnoli regolari che a volte si aprono in campi ampi e disordinati….”.

La parete scorre lungo lo spazio come un nastro, come una storia.

Seguono le opere tridimensionali che alludono a costruzioni, a spazi animati dalla luce riflessa della pittura che “piove” dall’alto:

* White cube: come furono definiti gli spazi espositivi modernisti, è composta di cubi bianchi, algidi, che riconducono agli ambienti nei quali si è sviluppata la cosiddetta ‘Arte contemporanea’
* The house of rising sun: con un chiaro riferimento al titolo di una celebre canzone, è un’opera animata al proprio interno da gruppi di figure in attesa…
* Le jardin féerique (dal titolo di un brano di Ravel).



Due grandi teche di plexiglas completano il percorso di una mostra in cui forma e racconto si uniscono dandosi energia reciproca, alleate necessarie nel cercare una strada che le conduca più in là del proprio limite conosciuto e sperimentato.


Alfredo Pirri (Cosenza 1957) vive e lavora a Roma.

Ha esposto in mostre personali e collettive in Italia e all’estero: Biennale di Venezia , PS1, New York, Biennale d’arte contemporanea del l’ Havane ,Palazzo delle Papesse, Siena, Walter Gropius Bau, Berlino, Villa Medici, Roma, Museo d’arte contemporanea Rjieka, Maison de la Photo Parigi. Ha esposto in gallerie private come: Tucci Russo Torino e Torre Pellice, Studio Casoli, Milano, Oredaria Roma, Benet Costa Barcellona, Michel Rein Parigi, Lia Rumma e Dina Carola Napoli.

L’artista ha da poco realizzato un’opera stabile presso il reparto di rianimazione dell’Ospedale Santo Spirito in Sassia di Roma. Sta per concludersi l’esposizione di una sua opera di grandi dimensioni appositamente realizzata per il museo ‘Maison de la photo’ di Parigi. Nel gennaio 2007 una sua mostra sarà ospitata dal Museo “Bunker Sztuki” di Cracovia e durante la stessa stagione esporrà presso il centro d’arte “La Pescheria” di Pesaro.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram