Premio Internazionale ANCE Treviso 2006 - L'Arte per il Costruire 3079 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva ANCE - ASSOCIAZIONE NAZIONALE COSTRUTTORI EDILI E AFFINI ​ Via Tolpada 20 Treviso 31100

Treviso - dal 14 ottobre al 19 novembre 2006

Premio Internazionale ANCE Treviso 2006 - L'Arte per il Costruire

Premio Internazionale ANCE Treviso 2006 - L'Arte per il Costruire
ANCE - ASSOCIAZIONE NAZIONALE COSTRUTTORI EDILI E AFFINI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Tolpada 20 (31100)
+39 0422549246 , +39 0422583870 (fax)
aceatv@tin.it5
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

L'esposizione presenta le 31 opere ammesse al Premio
orario: da lunedì a venerdì, ore 9-12 e 15 18,30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 14 ottobre 2006. ore 18
catalogo: in mostra
ufficio stampa: STUDIO ESSECI
curatori: Stefano Bianchin, Elsa Dezuanni, Ennio Pouchard
autori: Lorenzo Attisani, Simonetta Baldini, Sandro Barbieri, Alessandro Battistin, Simon Benetton, Piera Bortolami, Leonardo Bossio, Piero Brombin, Claudia Canavesi, Achille Costi, Francesco Cremoni, Luciano De Marchi, Pino Di Gennaro, Marino Ficola, Nadia Galbiati, Anna Maria Gelmi, Paolo Guolo, Roberta Jeanne Hatfield, Nazzareno Manganello, Mario Martinelli, Tomaso Matta, Laura Patacchia, Annamaria Redolfi, Daniele Salvalai, Flavio Senoner, Giorgio Spiller, Serena Tallarigo, Silvia Vendramel, Mario Venier, Malgorzata Winnik, Luciana Zabarella
telefono evento: +39 3485563540
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Il primo Premio Internazionale ANCE Treviso è stato istituito dall'Associazione Costruttori Edili ed Affini della Provincia di Treviso nel mese di febbraio 2006 con il fine di riannodare il rapporto di collaborazione tra gli scultori di qualsiasi tendenza, formazione e nazionalità e i progettisti/costruttori edili, richiamando l'attenzione dei primi verso l'architettura, per indagare vie di interazione commisurate alle opportunità offerte dall'attuale fase di sviluppo; e di stimolare nell'ambito dei propri associati l'attenzione verso una scultura aperta senza preclusioni all'impiego dei nuovi materiali e delle più recenti tecnologie.



Il programma, precisato dettagliatamente nel regolamento diffuso a mezzo stampa e in tutte le accademie italiane, nonché capillarmente via internet, annunciava:

- l'istituzione di tre premi, dell'entità di 15.000, 12.000 e 8.000 Euro

- la mostra delle opere ammesse a concorrere ai premi allestita negli spazi della storica palazzina dell'ANCE Treviso e la pubblicazione del relativo catalogo a colori.



L'organizzazione del Premio e la mostra sono stati curati da Elsa Dezuanni, Stefano Bianchin ed Ennio Pouchard. L'esposizione presenta le 31 opere ammesse al Premio dopo il doppio vaglio della commissione di accettazione, che ha esaminato la documentazione fotografica e scritta inviata dagliartisti, in risposta al regolamento, e della giuria che ha esaminato le opere e assegnato i premi, presieduta da Luciano Caramel (professore ordinario di Storia dell'arte contemporanea all'Università Cattolica di Milano) e formata da Romano Abate (scultore), Gabriella Belli (direttore del Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto), Stefano Bianchin (architetto), Elsa Dezuanni (storica dell'arte), Walter guadagnino (docente di Storia dell'arte contemporanea all'Accademia di Belle Arti di Bologna), Ennio Pouchard (critico d'arte), Ferdinando Sartorato (architetto imprenditore, in rappresentanza dell'ANCE), Mauro Staccioli (scultore).



La proclamazione dei vincitori e la consegna dei premi avverrà in apertura della mostra.

Da segnalare l'ottimo livello professionale dei partecipanti, ovviamente diversi nei modi di intendere il legame tra arte e architettura; o, meglio, di immaginare differenti gradi di intesa tra progettista e artista. Il ventaglio delle proposte va dal modello di una casa-scultura ipogea ai moduli di elementi strutturali realizzabili anche su scala industriale; e dall'opera con valenza essenziale di arredo estetico - edilizio o urbano -alle citazioni simboliche dei problemi dell'edilizia che arrivano fino all'idea del demolire, del fare tabula rasa, quale condizione di un nuovo costruire.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram