Ghada Amer 3069 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/06/2019
Sull’isola di Than Hussein Clark con Catherine David. Talk da KURA
20/06/2019
Le proiezioni sui monumenti di Londra per promuovere il nuovo album di Thom Yorke
20/06/2019
La pistola con cui si uccise Vincent van Gogh è stata venduta all'asta
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MACRO - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DI ROMA ​ Via Nizza 138 Roma 00198

Roma - dal 25 maggio al 30 settembre 2007

Ghada Amer
[leggi la recensione]


 [Vedi la foto originale]
MACRO - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DI ROMA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Nizza 138 (00198)
+39 060608
macro@comune.roma.it
www.museomacro.org
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Dipinti su tela e disegni su carta oltre a installazioni caratterizzate dal ricamo con fili colorati
orario: da martedì a domenica 9-19; festività 9-14; lunedì chiuso
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: 1 €
vernissage: 25 maggio 2007. ore 18,30
editore: ELECTA
ufficio stampa: ADICORBETTA, ELECTA
curatori: Danilo Eccher
autori: Ghada Amer
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
MACRO, Museo d�Arte Contemporanea Roma, presenta il nuovo progetto personale di Ghada Amer, a cura di Danilo Eccher. La mostra si svolge nell�ambito della stagione 2007, che vedr� anche le esposizioni di Paolo Canevari e Atelier Van Lieshout. In concomitanza col progetto espositivo, da met� maggio a settembre, nelle Sale MACRO sar� presentato un catalogo antologico edito da Electa.

Circa quaranta opere per la nuova mostra allestita da MACRO e dedicata a Ghada Amer (Il Cairo 1963). Dipinti su tela e disegni su carta oltre a installazioni caratterizzate dal ricamo con fili colorati, cifra stilistica propria dell�artista, che da sempre utilizza l�ago e il filo come strumento d�arte. Una selezione di opere che coprir� circa vent�anni di percorso artistico � dall�inizio degli anni Novanta a oggi - divisa in quattro grandi temi: dalle riflessioni intorno alla parola e alla scrittura a opere ispirate alla condizione femminile, dall�erotismo al disegno indagato attraverso diversi aspetti.

Parola e Scrittura. Attraverso indagini filologiche interessate dagli studi di semiotica e di filosofia del linguaggio verranno presentate: opere come Barbie Loves Ken, Ken Loves Barbie, 1995-2004 (due grandi tute di cotone ricamato) oltre alla recente serie di opere su tela dedicate ognuna a parole chiave come: desiderio, tormento e assenza, con conseguenti collegamenti contenutistici e iper-testuali.

Condizione femminile. La ricerca di Ghada Amer, fondata su modalit� profondamente femminili, verr� rappresentata, in mostra, da alcune opere giovanili che rappresentano donne impegnate in occupazioni quotidiane, come stirare (La femme qui repasse, 1992) o lo zapping televisivo (La femme qui zappe, 1992) sempre attraverso il disegno, la pittura e il ricamo.

Erotismo. L�intento, anche e soprattutto in opere che affrontano il tema erotico in modo pi� o meno esplicito, � quello di ribaltare lo stereotipo della pacata sottomissione femminile.In mostra opere ad acrilico su tela di grande formato, sempre caratterizzate dal ricamo con fili colorati, due esempi: The Large Black Painting, 2001 e The Other Woman RFGA del 2005.

Disegno. Pi� o meno accompagnato da parti ricamate e da forme ripetute, il disegno rimane il grande media dell�opera di Ghada Amer, sia come mezzo di indagine sia come strumento per affrontare i temi principale della sua ricerca. In mostra: una serie di disegni - Breathe Into Me, 2003-2005 - in cui il tema erotico ritorna nella sovrapposizione tra disegno e ricamo, con rimandi diretti o ispirazione al mondo del fumetto e dei cartoon.

Dopo aver vissuto con la famiglia in Francia, Ghada Amer oggi vive a New York. Fin dagli anni �90 ha dato vita a una notevole attivit� espositiva in America, in Europa e a Il Cairo. Vincitrice del Premio dell�Unesco ha partecipato alla Biennale di Venezia nel 1999 e nel 2005 e alla Biennale di Sydney del 2006.

Nel catalogo monografico, edito da Electa nella collana MACRO, saranno pubblicati testi di Danilo Eccher, direttore di MACRO, di Germano Celant, di Elisabeth Janus e di Teresa Macr�.

Ritengo che quello della pittura sia un linguaggio creato dai maschi. E non � una critica, visto che io la pittura la adoro! Le artiste femmine hanno imparato la storia dell�arte e una costruzione del �quadro� come visione assolutamente maschile, e questo va anche bene purch� noi donne ne siamo consapevoli. � un argomento cui sono molto sensibile e che ho sempre voluto ricostruire. Dapprima l�ho fatto usando immagini tratte da riviste pornografiche inventate da maschi, per maschi. Volevo rappresentare la donna all�interno di un veicolo che fosse manifestamente femminile al fine di potenziare le immagini (cio� quella che chiamo doppiainferenza) e liberarle tramite il potere della seduzione. [�] Mi sono servita del corpo frammentato come parte importante della mia tecnica. La ripetizione � molto importante perch� mi affido a essa per darmi un piano d�immagine che possa lavorare e contrastare. Ho scoperto che ripetendo le figure l�una accanto all�altra si veniva a creare uno sfondo sul quale potevo iniziare a dipingere. A quel punto dipingevo le immagini ripetute.
Ghada Amer

Ho cominciato [�] perch� volevo dipingere senza usare la pittura e servendomi piuttosto di un veicolo femminile per trasformare l�atto del dipingere. Avevo ben chiara in mente la mia volont� di trasformare la pittura non dipingendo. A quell�epoca non sapevo esattamente come potessi riuscirci cucendo le immagini, per� mi piaceva l�idea di sia sperimentare le implicazioni del cucito sia di esplorare il cucire in relazione al dipingere.
Ghada Amer
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram