Balkani 3104 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MUSEO NAZIONALE ARCHEOLOGICO ​ Via Giacomo Badini 59 Adria 45011

Adria (RO) - dal 7 luglio 2007 al 13 gennaio 2008

Balkani
[leggi la recensione]


 [Vedi la foto originale]
MUSEO NAZIONALE ARCHEOLOGICO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Giacomo Badini 59 (45011)
+39 042621612
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Antiche Civiltà fra il Danubio e l’Adriatico
orario: feriali e festivi 9.00-20.00; chiusura della cassa alle ore 19
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: intero Mostra-Museo € 6; ridotto Mostra-Museo € 3
vernissage: 7 luglio 2007.
editore: SILVANA EDITORIALE
ufficio stampa: STUDIO ESSECI
genere: archeologia
email: info@balkani.it
web: www.balkani.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La mostra “Balkani” che sarà allestita ad Adria, nel Parco Regionale Veneto del Delta del Po, in occasione dell’apertura al pubblico della nuova sezione archeologica del Museo Nazionale adriese, è sicuramente l’appuntamento espositivo archeologico più atteso della stagione in Italia.

La mostra porterà, infatti, per la prima ed unica volta in Italia più di 200 capolavori assoluti delle collezioni archeologiche del Museo Nazionale di Belgrado. Sono reperti datati tra l’ottavo secolo avanti Cristo e il secondo dopo Cristo, quando i territori delle antiche civiltà dei “Balkani” diffuse nei territori tra Sava, Danubio ed Adriatico, vennero “romanizzati”.

L’incontro di presentazione, affidato al curatore della mostra, professor Giovanni Gentili, al direttore del Museo Nazionale Archeologico di Adria, Simonetta Bonomi, sarà introdotto da Roberto Pedrazzoli, Assessore alla cultura della Provincia di Mantova.

L’incontro è stato promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, dal Museo Nazionale di Belgrado e dal Ministero per i Beni Culturali – Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto.

La mostra dei tesori concessi dal Museo Nazionale di Belgrado e la nuova Sezione Etrusca del Museo Archeologico di Adria saranno illustrate con spettacolari immagini.

Tesori straordinari da tombe principesche, statue in bronzo e in marmo, oreficerie e argenterie, ambre di altissimo livello artistico: sono questi gli oltre 200 capolavori d’arte che il Museo Nazionale di Belgrado offre per questa emozionante mostra. Non già oggetti recuperati dai depositi, ma i veri “gioielli” delle collezioni Greche e Romane del grande museo serbo, oggi chiuso per restauri, a documentare mille anni di storia degli antichi popoli al di là dell’Adriatico.

La mostra sottolinea l’importanza della riapertura al pubblico, dopo un totale rinnovo e un notevole ampliamento, del Museo Nazionale Archeologico di Adria. Qui saranno di nuovo visibili, nella prima sezione pre-romana e in un nuovo allestimento, i preziosi reperti che fanno del museo di Adria un punto di riferimento di grande rilevanza non solo nell’area del delta del Po e del Veneto, ma di tutto il bacino adriatico. L’antica città che diede il suo nome al mare Adriatico rivive finalmente gli albori del suo splendore.

Per sottolineare l’importanza dell’evento, la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto, hanno deciso di ospitare, all’interno dello stesso museo e nel territorio tra Po e Adige, “Balkani. Antiche Civiltà tra il Danubio e l’Adriatico”.

Due terre “tra le acque” e le loro civiltà. Due grandi eventi, una sola occasione! Da non perdere, naturalmente!
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram