Rosalinda Celentano 3087 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/06/2019
Tracce di assenza. All'Hotel Hilton Molino Stucky di Venezia le opere di Mimmo Catania
19/06/2019
Ad Alberto Angela la laurea honoris causa dell’Università Suor Orsola di Napoli
19/06/2019
Flaminia Bonciani e i colori degli anni ’80, al RUFA Space
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MINIACI ART GALLERY ​ Via Brera 3 Milano 20121

Milano - dal 30 maggio al 19 giugno 2007

Rosalinda Celentano

Rosalinda Celentano
All'alba, 1997, olio e acrilico su tela
 [Vedi la foto originale]
MINIACI ART GALLERY
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Brera 3 (20121)
+39 028053943 , +39 0286990226 (fax)
info@miniaciart.com
www.miniaciart.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Sono oltre venti le opere esposte in questa prima personale di Rosalinda Celentano. Personaggio celebre e amato dal pubblico, Rosalinda ha da sempre una sfrenata passione per la pittura
orario: tutti i giorni 11-19
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 30 maggio 2007. ore 19
catalogo: in galleria
ufficio stampa: IRMA BIANCHI
curatori: Paolo Manazza, Maurizio Sciaccaluga
autori: Rosalinda Celentano
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Sono oltre venti le opere esposte in questa prima personale di Rosalinda Celentano. Personaggio celebre e amato dal pubblico, Rosalinda ha da sempre una sfrenata passione per la pittura. La mostra dal titolo Il neo espressionismo di Rosalinda Celentano, a cura di Paolo Manazza e Maurizio Sciaccaluga, si inaugura mercoledì 30 maggio negli spazi della Miniaci Art Gallery di Milano.
Le opere esposte sono quasi tutte inedite - ad eccezione di quattro provenienti da collezioni private - e risalgono a un periodo di produzione compreso tra il 1998 e oggi.
"Solo la musica e l'arte sono la vera conseguenza di Dio": questa è l’intensa motivazione che Rosalinda esprime parlando della sua prima mostra.
Secondo i curatori il suo linguaggio espressivo ha forti connotazioni espressioniste e richiama alla mente alcuni autori tedeschi del primo Novecento, ma anche diversi esponenti del post-espressionismo. Ad esempio –secondo Paolo Manazza- l’eco dei ritratti di Emil Nolde, Otto Dix, Alex von Jawlensky o Max Beckmann. Le esplosioni carnali di Egon Schiele o le spigolose sintesi urbane e paesaggistiche di Heinrich Campendonk. Ma anche le rotanti pennellate coloratissime di Edvard Munch. Le luci radenti di Max Liebermann. Mentre Maurizio Sciaccaluga coglie in questi lavori "il bisogno che era stato della transavanguardia, e l’insofferenza profonda che aveva caratterizzato Nuovi selvaggi come Hòdicke, Fetting e Zimmer".
Il catalogo cartaceo è pubblicato da ArsLife.com, il nuovo portale diretto da Paolo Manazza che proprio nella serata inaugurale sarà per la prima volta on line con un'attualissima versione. I testi critici sono di Rachele Ferrario, Paolo Manazza e Maurizio Sciaccaluga.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram