Carlo Fei / Giovanni Ozzola - Diagonale 3082 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/07/2019
A settembre, a Roma apriranno le porte di una nuova Fondazione
19/07/2019
Addio a Mattia Torre, raffinato autore di teatro e tv, padre della serie Boris
19/07/2019
Il segreto di Stonehenge? Secondo un recente studio, era il lardo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva FORTE BELVEDERE ​ Via Di San Leonardo 1 Firenze 50125

Firenze - dal 14 luglio al primo agosto 2007

Carlo Fei / Giovanni Ozzola - Diagonale

Carlo Fei / Giovanni Ozzola - Diagonale

 [Vedi la foto originale]
FORTE BELVEDERE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Di San Leonardo 1 (50125)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Le personali di due artisti fiorentini Carlo Fei e Giovanni Ozzola si incontrano nella mostra “Diagonale”, fil rouge che unisce le loro opere, l’intento è di mostrare nuovi punti di vista per una percezione diversa del reale
orario: tutti i giorni ore 17.00-24
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 14 luglio 2007. ore 18.30
editore: GLI ORI
autori: Carlo Fei, Giovanni Ozzola
genere: arte contemporanea, doppia personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Le personali di due artisti fiorentini Carlo Fei e Giovanni Ozzola si incontrano nella mostra “Diagonale”, fil rouge che unisce le loro opere, l’intento è di mostrare nuovi punti di vista per una percezione diversa del reale. “Diagonale” si inaugura sabato 14 luglio alle ore 18.30 presso le sale della Palazzina di Forte Belvedere.

Carlo Fei lavora a Firenze, le sue foto fanno parte di importanti collezioni: Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Prato, Fondazione Teseco, Pisa, Palazzo delle Papesse, Siena.

Il 22 Giugno prossimo venturo sarà presente con un lavoro (LIGHTBOX) alla mostra che inaugura al centro espositivo di arte contemporanea Palazzo delle Papesse a Siena dal titolo “NUMERICA”.

Al Forte di Belvedere Carlo Fei espone 31 lavori, oggetti che l'occhio ravvicinato della macchina fotografica traduce in superfici misteriose, astratte, ma evocative, in cui - come scrive M. L. Frisa – “Il nuovo punto di vista attrezza fughe, permette slittamenti, costringe deviazioni. Oggi più che mai l'arte è un obbiettivo puntato sul reale. E ciascuno coglie ciò di cui ha bisogno”.

Disponibile catalogo con testi di: Valerio Dehò, Marco Pierini, Wolf Gunter Thiel, Ed. Gli Ori Prato.

2007 Italian Genius Now, a cura di Marco Bazzini, National Museum of Fine Arts, Hanoi, Vietnam, (Cat. Ed. Museum, Hanoi); 2007 Il Fotografo ed il Buddha, con Roberto Carifi, (Ed. Gli Ori Prato); 2006 The Age of Metamorphosis: European Art Highlights from the Centro Pecci Collection, MOCA, Shanghai, Cina (Cat. Ed. MOCA Shanghai); 2006, Good Vibrations. Le Arti Visive e il Rock, Palazzo delle Papesse, Siena, a cura di Marco Pierini (Cat. Ed. Giunti, Firenze); 2005 BYO. Bring Your Own, MAN, Nuoro, (Cat. Ed. MAN).

Giovanni Ozzola lavora attraverso segnali di luce che indicano la via verso una nuova percezione. La ricerca è complessa ma la rappresentazione semplice, basata sull’analisi dei piccoli eventi apparentemente trascurabili che ogni giorno si ripetono, uguali a se stessi e pur sempre diversi.

L’artista espone opere che evocano immagini e sensazioni primordiali. Recente nella sua mostra presso la Galleria Continua di San Gimignano un’immagine disegnata da una diffusione di luce regolata sull’andamento del respiro.

L’artista, già presente in importanti appuntamenti in Italia e all’estero e in Musei pubblici come Guardami, Percezione del video, a cura di Lorenzo Fusi, Palazzo delle Papesse, Siena, 2005; in-visibile in-corporeo, a cura di Pier Luigi Tazzi, MAN Museo d’Arte, Nuoro, 2005; Museo Pecci Progetto Collezione, a cura di Daniel Soutif e Samuel-Fuyumi Namioka, project room, Museo Pecci, Prato, 2004; Happiness. A survival guide for art and life, a cura di David Elliott e Pier Luigi Tazzi, Mori Museum, Tokyo, 2003; Via Pal. Il confine delle notti, a cura di Fabio Cavallucci, Galleria Civica di Arte Contemporanea, Trento, 2002.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram