Mercante in fiera 2007 - Mai dire Mao 3097 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
26/06/2019
Il Ninfeo degli Specchi torna alla luce, con zampilli e scherzi d'acqua
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva FIERE DI PARMA ​ Via Fortunato Rizzi 67A Parma 43100

Parma - dal 21 al 30 settembre 2007

Mercante in fiera 2007 - Mai dire Mao

Mercante in fiera 2007 - Mai dire Mao

 [Vedi la foto originale]
FIERE DI PARMA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Fortunato Rizzi 67a (43100)
+39 05219961 , +39 0521996270 (fax)
www.fiere.parma.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

una rassegna dedicata a una grande icona del XX° secolo, Mao Tze Tung
orario: 10-20
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 21 settembre 2007. ore 19
editore: ELECTA
ufficio stampa: DELOS
curatori: Gherardo Frassa
autori: Sergio Calatroni, Aldo Cibic, Riccardo Dalisi, Alessandro Guerriero, Pippo Isgrò, Ugo La Pietra, Marco Lodola, Giacomo Manzù, Gabriele Mucchi, Margherita Palli, Franco Pardi, Italo Rota, Giangiacomo Spadari, Ernesto Treccani
genere: arte contemporanea, collettiva, fiera
web: www.maidiremao.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
MAI DIRE MAO è una rassegna dedicata a una grande icona del XX° secolo, Mao Tze Tung.

La rassegna non riprende il profilo storico né il ruolo politico di Mao, ma la sua natura di icona pop, elemento che risulta essere alla base della creatività che ancora vive in oriente ed in occidente, nel nord e nel sud del mondo.

La rassegna ripropone oggi le icone del tempo e quei colori sotto forma di manifesti, ceramiche, bandiere, abiti, editoria della Rivoluzione Culturale e attraverso citazioni più o meno irriverenti di Mao e del Maoismo realizzate da grandi artisti italiani ed internazionali.

MAI DIRE MAO è divisa in tre sezioni: OFFICINA POP, LA CASA DEL POP, CHINA POP.

La rassegna è curata da Gherardo Frassa, con la divertita collaborazione di Claudia Gianferrari.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram