Giosetta Fioroni - Viaggio a Faenza 3072 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
22/06/2019
L'Adidas ha annunciato una capsule collection omaggio a Keith Haring
21/06/2019
La scuola di Twin Peaks verrà demolita a luglio
21/06/2019
Valentino Catricalà è il direttore della sezione arte di Maker Faire Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MIC - MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE ​ Viale Alfredo Baccarini 19 Faenza 48018

Faenza (RA) - dal 21 settembre al 30 novembre 2007

Giosetta Fioroni - Viaggio a Faenza

Giosetta Fioroni - Viaggio a Faenza

 [Vedi la foto originale]
MIC - MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Viale Alfredo Baccarini 19 (48018)
Faenza
+39 0546697311 , +39 054627141 (fax)
info@micfaenza.org
www.micfaenza.org
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Opere singolari e opere seriali di ceramica
orario: dal 21 settembre al 30 ottobre dal martedì alla domenica e festivi 9.30 – 19.00
dal 1 novembre al 30 novembre dal martedì al giovedì 9.30 – 13.30 dal venerdì alla domenica e festivi 9.30 – 17.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: Intero € 8,00 Ridotto € 5,00 gruppi di almeno 15 persone, ragazzi dai 12 ai 18 anni, maggiori 65 anni, studenti singoli di scuole medie superiori e universitari, soci Touring, soci ACI, soci Amicotreno, militari e invalidi muniti di tessera Ridotto speciale € 6,50 titolari di apposite convenzioni Ridotto scuole € 3,50 scolaresche medie e superiori Gratuito: cittadini residenti nel Comune di Faenza, Amici della Ceram
vernissage: 21 settembre 2007. ore 18
editore: ALLEMANDI
ufficio stampa: CIVITA
autori: Giosetta Fioroni
note: La mostra è realizzata con il sostegno Banca di Credito Cooperativo, Bottega Gatti di Faenza
genere: arte contemporanea, personale, arti decorative e industriali

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Opere singolari e opere seriali di ceramica di Giosetta Fioroni saranno esposte al Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza dal 22 settembre al 30 novembre 2007.

Dopo anni di intensa attività a Faenza per realizzare intere serie – dagli Alberi ai Teatrini, dalle Sedie alle Scatole, ai Cani fino ai Vestiti e alle Steli – presso il Laboratorio Gatti di Davide Servadei, il MIC organizza una antologica della Fioroni che spazia nell’arco di tutto il suo intenso lavoro di artista creatrice di ceramiche e dipinti evocativi fra materia e letteratura, sogno e realtà.

A testimoniare i suoi inizi, la sua vocazione precoce all’arte e alla manipolazione dell’argilla, apriranno la rassegna, immaginata come un viaggio ripetuto nella città romagnola in cui le opere superano le mete del tempo, opere del padre prestate dall’artista o appartenenti allo stesso Museo, in cui già si apre il mondo distillato e introspettivo di Giosetta, viaggio esso stesso fra teatralità e quotidiano, assorbito in spazi chiusi di rassicurante grandezza.

Il viaggio a Faenza è stato, per dichiarazione della stessa Giosetta Fioroni, un viaggio all’interno di un’operosità che dura da quindici anni. Andare, tornare e ritornare in questa città, l’incontro con la terra connesso alle varie lavorazioni della creta, l’idea di modellare, poi dipingere una forma e collocarla nello spazio è diventata, piano piano, esperienza di lavoro e di vita.

L’incontro con l’antica Bottega Gatti di Faenza, il luogo dove la Fioroni ha potuto realizzare in questi anni le sue opere, le ha permesso di cogliere il momento artigianale insieme alla possibilità di dare corpo alla struttura nascosta delle cose. Il momento fondante di una trascendenza dall’oggetto per trovare la forma misteriosa e omnicomprensiva della scultura le ha consentito di rinnovare, anche nella ceramica, la dimensione che aveva sempre cercato: essere un narratore di sogni! Di coniugare ancora una volta nelle opere gli elementi essenziali, quello onirico, fantastico e fiabesco che sono il connotato più intenso di tutto il suo lavoro.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram