Giorgio Ciam - Dentro il sogno 1969-1995 3061 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
22/07/2019
Partecipa all'edizione 2019 di Fuori Fuoco Moak e racconta il caffè in tutte le sue forme
22/07/2019
Da Noto, in partenza per la Luna, con Photology Air
22/07/2019
Addio a Ilaria Occhini, volto gentile e notissimo di cinema, teatro e tv
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva GALLERIA ENRICOFORNELLO ​ Via Giuseppe Paolini 21 Prato 59100

Prato - dal 27 ottobre 2007 al 16 gennaio 2008

Giorgio Ciam - Dentro il sogno 1969-1995
[leggi la recensione]

Giorgio Ciam - Dentro il sogno 1969-1995
[leggi la recensione]

 [Vedi la foto originale]
GALLERIA ENRICOFORNELLO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Giuseppe Paolini 21 (59100)
+39 0574462719 , +39 0574471869 (fax)
info@enricofornello.it
www.enricofornello.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra è incentrata sulla presentazione di un’unica grande opera -Dentro il sogno 1969-1995- e di tutta la relativa documentazione di progetto, unitamente ad un’ampia raccolta di libri d’artista che sottolinea la profondità e l’articolazione del suo contributo.
orario: mar-sab 11-13 15-20
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 27 ottobre 2007. ore 18
editore: GLI ORI
curatori: Elena Re
autori: Giorgio Ciam
note: Apertura al pubblico dal 30 ottobre
genere: fotografia, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La Galleria Enrico Fornello in collaborazione con la Fondazione Giorgio Ciam inaugurer‡ sabato 27 ottobre 2007 la mostra personale dell’artista GIORGIO CIAM.

La mostra GIORGIO CIAM - Dentro il sogno 1969-1995 dar‡ il via al progetto culturale dal titolo
PROGETTOSETTANTA – Arte e fotografia dalla ricerca anni ‘70 in Italia a cura di Elena Re.

L’idea curatoriale di questa importante personale, si basa essenzialmente nel ripartire da dove, purtroppo, l’autore aveva interrotto per arrivare al compimento di un opera, ma anche di un sogno.

Infatti, al di l‡ di alcuni lavori che ripropongono momenti diversi della ricerca di Ciam, la mostra Ë incentrata sulla presentazione di un’unica grande opera -Dentro il sogno 1969-1995- e di tutta la relativa documentazione di progetto, unitamente ad un’ampia raccolta di libri d’artista che sottolinea la profondit‡ e l’articolazione del suo contributo.

Dentro il sogno 1969-1995 Ë un’opera che Giorgio Ciam aveva pensato e progettato in termini esecutivi nel 1995, un anno prima della sua morte. Si tratta di un lavoro unitario che ripercorre come un flashback l’intero arco della sua vita artistica. Una grande installazione composta da 78 + 1 immagini scelte fra quelle realizzate appunto dal 1969 al 1995 e ristampate dai negativi originali.
Un collage senza un ordine cronologico, la “summa” del proprio pensiero, l’estrema verifica della propria identit‡. Una revisione completa e complessa, concepita quasi preconizzando una fine.

Nella sua dimensione “fisica” l’installazione Ë composta da 13 montanti metallici ciascuno dei quali sorregge 6 pannelli su ognuno dei quali Ë montata una fotografia per un totale di 78 pezzi. Disposto “vis-‡-vis” rispetto a questo ampio anfiteatro di immagini, un pannello di cm 150 x 200 in cui l’immagine principale dell’artista che sogna “dialoga” con l’altra parte dell’opera.

Di questo grande lavoro Giorgio Ciam ci ha lasciato una serie di disegni preparatori, la maquette da lui stesso costruita, alcuni “prototipi” di stampa e una scheda di presentazione, indicante una tiratura in 4 esemplari. La maquette dell’opera Ë stata letteralmente “ingegnerizzata”, in modo tale che l’effettiva realizzazione avesse una perfetta corrispondenza con il progetto esecutivo dell’artista.
Inoltre, la fase di stampa delle singole fotografie Ë stata seguita affinchÈ il risultato fosse assolutamente “identico” a quello dei prototipi.

Il giorno dell’inaugurazione, verr‡ inoltre presentato il libro Giorgio Ciam – Dentro il sogno 1969-1995 curato da Elena Re (Edizioni Gli Ori). Con questa pubblicazione l’autrice intende segnare l’evento -la prima mostra personale di Giorgio Ciam dopo dodici anni di silenzio- e desidera raccontare l’opera attraverso una lettura critica finalizzata a metterne in luce la singolarit‡ rispetto al percorso. Completano il testo una serie di testimonianze, in forma di intervista, a figure che in vario modo sono state vicine all’artista.

Questo libro si propone come la prima pubblicazione facente parte della collana dedicata al progetto ´PROGETTOSETTANTA – Arte e fotografia dalla ricerca anni ‘70 in Italiaª che la Galleria Enrico Fornello accoglie nella sua programmazione.


Giorgio Ciam nasce a Pont-Saint-Martin (Aosta) nel 1941. Ultimati gli studi all’Accademia di Belle Arti di Torino, si dedica ad una ricerca antropologica condotta attraverso il mezzo fotografico a cui non Ë estraneo, nei primi dieci anni, un aspetto performativo-teatrale, che si materializza, tra l’altro, nella realizzazione di ´sculture-ambienteª ed in seguito di ´teatri-sculturaª. Negli anni ’70 fa parte della vicenda internazionale della Body Art e intrattiene frequenti rapporti di scambio e contatto con gli altri protagonisti europei, portando avanti un lavoro teso all’approfondimento dell’uso della fotografia. Sviluppando la propria ricerca in ambito comportamentale, si focalizza sulla figura umana – in particolar modo sul volto – concentrandosi sull’analisi della propria identit‡ come tramite nel perseguimento di un rapporto con l’altro. Muore a Torino nel 1996.

 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram