Claudia Losi - La coda della balena e altri progetti 3074 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/05/2019
Il viaggio di Arca Collective inizia dalla sede di Fondazione Romaeuropa
25/05/2019
Leica celebra il centenario Bauhaus con una fotocamera da collezione
25/05/2019
Massimo Osanna riconfermato alla guida del Parco Archeologico di Pompei
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MUSEO MARINO MARINI ​ Piazza Di San Pancrazio Firenze 50123

Firenze - dal 28 marzo al 5 luglio 2008

Claudia Losi - La coda della balena e altri progetti
[leggi la recensione]

Claudia Losi - La coda della balena e altri progetti
[leggi la recensione]

 [Vedi la foto originale]
MUSEO MARINO MARINI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Di San Pancrazio (50123)
+39 055219432 , +39 055289510 (fax)
museomarinomarini@tiscali.it
www.museomarinomarini.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Un esemplare di Balenoptera Physalus, il più grande e veloce cetaceo del Mediterraneo, di dimensioni reali, realizzata in tessuto di lana arriverà al Museo Marino Marini
orario: ore 10 - 17. Chiuso martedì e domenica
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: biglietto intero con catalogo euro 8
biglietto intero senza catalogo euro 6
gruppi scolastici e organizzati euro 2
bambini fino a 12 anni gratis
vernissage: 28 marzo 2008. ore 19-24
editore: GLI ORI
curatori: a.titolo, Alberto Salvadori
autori: Claudia Losi
telefono evento: + 39 0553693251
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Un esemplare di Balenoptera Physalus, il più grande e veloce cetaceo del Mediterraneo, di dimensioni reali, realizzata in tessuto di lana arriverà al Museo Marino Marini il 28 marzo 2008 nell’ambito delle iniziative legate al contemporaneo volute e organizzate dall’ Osservatorio per le Arti Contemporanee dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze e dalla Fondazione Pitti Discovery.


La coda della balena e altri progetti 1995_2008 di Claudia Losi svelerà a Firenze un’artista che con l’uso del filo, del ricamo e del tessuto disegna paesaggi reali: vulcani, muffe, animali, coinvolgendo spesso, all’interno del lavoro, gruppi di persone, proprio come nel caso di BALENAPROJECT: una balena di dimensioni reali, 24 m., cucita in tessuto di lana. L'idea del progetto nasce nel 2001 dalla memoria delle balene che milioni di anni fa nuotavano tra le colline dell'Appennino; un’immagine aggiornata agli anni Settanta quando, in molte città italiane, veniva esposta al pubblico una balena vera conservata sotto formalina e mostrata sotto un tendone da circo

Dopo un viaggio iniziato sette anni fa in giro per l’Italia e il mondo, in riva al mare, accanto a un ghiacciaio, in una piazza storica o in un quartiere di periferia, nel cortile di una scuola, la balena arriva a Firenze.


Si tratta di un ‘work in progress’; il lavoro è stato e sarà intersezione di sguardi, competenze e passioni di molte persone, tutte legate da visioni di terra, di mare e di grandi cetacei, e come sottolinea l’artista sarà il pretesto per raccogliere storie, seguire correnti e lasciare scie di spuma più o meno visibili: “Perché il progetto abbia ragione d’essere diviene fondamentale tutto ciò che è accaduto e accadrà durante processo di realizzazione: i contatti e gli incontri di questi ultimi anni, le reazioni delle persone cui ne ho parlato e ai ‘tecnici’ ai quali ho sottoposto i miei dubbi e chiesto aiuto. Mi piace immaginare le reazioni della gente che vedrà il lavoro concluso, installato.”


In occasione de La coda della balena e altri progetti 1995_2008 oltre all’offerta per le scuole saranno attivi laboratori per famiglie durante tutti i sabati di maggio.


La balena saluterà Firenze durante il prossimo Pitti Immagine Filati (2-4 luglio 08) con un evento speciale e ripartirà per il suo viaggio intorno al mondo. Prossima tappa: Birmingham alla Icon Gallery.


Claudia Losi è nata nel 1971 a Piacenza; vive e lavora a Piacenza.

Sin dagli esordi la riflessione e la pratica artistica di Claudia Losi hanno origine nell’interesse per la natura. Nella sua idea di natura rientrano inquietudini ecologiche e più ampie considerazioni sociali e politiche, un approccio emotivo e uno più rigoroso ed analitico
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram