Giancarlo Marchese - Sculture di vetro 3089 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/05/2019
Ai Weiwei mette a dura prova la Kunstsammlung di Dusseldorf
17/05/2019
Artists Development Programme 2019. Tra i vincitori del concorso anche Pamela Diamante
17/05/2019
Sull'isola greca di Delo sbarcano le opere di Antony Gormley
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva FORTIS BANK ​ Via Carlo Ottavio Cornaggia 10 Milano 20123

Milano - dal 9 aprile al 10 luglio 2008

Giancarlo Marchese - Sculture di vetro

Giancarlo Marchese - Sculture di vetro

 [Vedi la foto originale]
FORTIS BANK
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Carlo Ottavio Cornaggia 10 (20123)
+39 0257532316
www.fortis.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Una serie di recenti lavori di Giancarlo Marchese che costituiscono l’apice di una lunga carriera durante la quale l’artista ha costantemente tentato di combinare insieme elementi composti da materiali diversi. Assemblando parti di ferro, rame, vetro o altro metallo, Marchese crea un’interazione tra elementi che riflettono, assorbono o filtrano la luce in gradazioni diverse, lasciandosi attraversare da essa
vernissage: 9 aprile 2008. ore 19 a inviti
catalogo: con saggio di Frank Herreman e biografia di Francesco Tedeschi
editore: MAZZOTTA
curatori: Frank Herreman
autori: Giancarlo Marchese
patrocini: Consolato Generale del BelgioConsolato Generale dei Paesi BassiRegione Lombardia/ Culture, Identità e Autonomie della LombardiaProvincia di MilanoComune di Milano/Assessorato alla Cultura
telefono evento: +39 02575321
genere: arte contemporanea, personale
web: www.giancarlomarchese.com

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Fortis Bank presenta dal 10 aprile al 10 luglio presso la propria sede di Milano una serie di recenti lavori di Giancarlo Marchese che costituiscono l’apice di una lunga carriera durante la quale l’artista ha costantemente tentato di combinare insieme elementi composti da materiali diversi. Assemblando parti di ferro, rame, vetro o altro metallo, Marchese crea un’interazione tra elementi che riflettono, assorbono o filtrano la luce in gradazioni diverse, lasciandosi attraversare da essa.



Fortis Bank, da sempre attenta a valorizzare l’arte e la cultura, con questa mostra vuole rendere omaggio a Giancarlo Marchese e alle sue opere, mettendo a disposizione gli spazi della propria sede milanese, la Fortis House, e facendone un vero e proprio luogo d’incontro tra il mondo dell’arte e della cultura, delle istituzioni e dell’impresa.



Diciannove sculture di grandi dimensioni sono collocate all’interno e all’esterno della Fortis House. Le opere, realizzate per lo più negli ultimi anni, sono state pensate per la mostra milanese e in parte per gli spazi della Fortis House, come l’opera Fortis in acciaio corten, vetro, rame, inox e platino del 2007.

Alcuni esempi di opere meno recenti in vetro e ghisa (Continuità del 1998 e Dialettica Formale del 1993) presenti in mostra contribuiscono a comprendere meglio la continuità e l’originalità della sua ricerca.



Le opere di Marchese possono definirsi costruzioni tridimensionali permeate di architettura. Le varie componenenti di cui sono fatte rivelano l’interesse dell’artista nei confronti del design affine al mondo degli oggetti industriali. Lastre di ferro, sbarre e travi vengono deliberatamente tagliate e ripiegate nelle forme desiderate. Le loro superfici spesso conservano una struttura ruvida e rugginosa, ma possono essere anche lucide e levigate o recare incisioni con motivi ripetuti ritmicamente. Marchese unisce al solido e impenetrabile ferro altri metalli come rame, ottone o acciaio. Le loro superifici lisce brillano come specchi facendo riverberare la luce che li colpisce. Volutamente riflettono anche frammenti dello spazio circostante in cui si trovano.


Forse l’aspetto più straordinario dell’opera di Marchese è il suo uso del vetro. Sin dalla fine degli anni Settanta questo aspro materiale trasparente si è evoluto fino a diventare un elemento principale della sua produzione. Il vetro crea il massimo contrasto con il metallo all’interno del quale è racchiuso. I pannelli di vetro non sono semplici lastre piatte; ma modellati in ondulate superfici a rilievo. Marchese ricopre alcune sezioni con sottili strati di platino e oro, come a voler riprodurre uno specchio o per rendere la stessa superficie vetrosa impenetrabile allo sguardo. Utilizzando il vetro l’artista riesce a modellare la luce sfuggente che si posa sui materiali. Al tempo stesso nei riflessi e nelle trasparenze del vetro si possono distinguere effetti ottici che rendono lo spazio circostante dell’opera parte integrale dell’esperienza visiva.



Il catalogo, edito dalla casa editrice Mazzotta, oltre a illustrare a colori tutte le opere, contiene un saggio introduttivo del curatore Frank Herreman dedicato alla produzione recente di Marchese e una ricca biografia di Francesco Tedeschi che ricostruisce la sua vicenda biografica e artistica.





Fortis è una primaria istituzione finanziaria internazionale specificamente presente nel comparto bancario ed assicurativo. La nostra offerta, completa di prodotti e servizi, si rivolge sia alla clientela privata che istituzionale attraverso i canali del Gruppo, in collaborazione con intermediari e tramite altri partner di distribuzione. Con una capitalizzazione del mercato pari a EUR 32,8 miliardi (al 31/01/2008), Fortis è fra i 15 principali istituti finanziari europei. Grazie alla nostra solida posizione di solvibilità, alla nostra presenza in oltre 50 paesi e al nostro organico professionale e dedicato di 60.000 persone, possiamo combinare forza globale e flessibilità locale per offrire ai nostri clienti un’assistenza ottimale.

 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram