Luis Molina-Pantin 3125 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/05/2019
Ai Weiwei mette a dura prova la Kunstsammlung di Dusseldorf
17/05/2019
Artists Development Programme 2019. Tra i vincitori del concorso anche Pamela Diamante
17/05/2019
Sull'isola greca di Delo sbarcano le opere di Antony Gormley
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva VILLA BARDINI ​ Costa San Giorgio 2 Firenze 50125

Firenze - dal 24 giugno al 28 settembre 2008

Luis Molina-Pantin

Luis Molina-Pantin
Luis Molina-Pantin

Studio informale sull’architettura ibrida, vol. 1, La narcoarchiettura, 2004-2005, courtesy Federico Luger Gallery

 [Vedi la foto originale]
VILLA BARDINI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Costa San Giorgio 2 (50125)
+39 05520066206 , +39 05520066236 (fax)
info@bardinipeyron.it
www.bardinipeyron.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Una selezione di lavori ripercorre la ricerca di Pantin dalla fine degli anni ‘90 fino ad oggi: New landscapes, Chelsea Galleries e Studio informale sull’architettura ibrida, Vol.I. La narco-architettura e i suoi apporti alla comunità. (Calì-Bogota, Colombia) 2004-2005, costituiscono il percorso della mostra
orario: giugno-agosto 8.15-19.30; settembre 8.15-18.30; giugno-settembre fino alle ore 22 accesso da Costa San Giorgio, 6a
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 24 giugno 2008. ore 19
editore: GLI ORI
ufficio stampa: CSC SIGMA
autori: Luis Molina-Pantin
telefono evento: +39 0552340742
genere: fotografia, personale
email: cscsigma@cscsigma.it
web: www.bardinipeyron.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Per la prima volta a Firenze vengono esposte le fotografie dell’artista venezuelano Luis Molina- Pantin. Una selezione di lavori ripercorre la ricerca di Pantin dalla fine degli anni ‘90 fino ad oggi: New landscapes, Chelsea Galleries e Studio informale sull’architettura ibrida, Vol.I. La narco-architettura e i suoi apporti alla comunità. (Calì-Bogota, Colombia) 2004-2005, costituiscono il percorso della mostra.

Le tre serie sono dedicate tutte ad un’idea di paesaggio immaginifico, metafisico, legato al ricordo all’idea di souvenirs, mettendoci di fronte la presenza dell’assenza di un luogo, di un oggetto, di una terribile storia di sfruttamento e arricchimento tramutata in una grottesca allegoria architettonica.

La mostra sarà allestita nello spazio BardiniContemporanea che si propone come nuovo luogo per Firenze dedicato all’arte di oggi.



Luis Molina-Pantin venezuelano è nato a Ginevra nel 1969 e vive a Caracas. Dal 1992 ha al suo attivo un’intensa attività espositiva internazionale, documentata in cataloghi e monografie, e le sue opere si trovano in collezioni private e museali. Ha partecipato alla IV Bienal di Mercosur di Porto Alegre, in Brasile, alla 25° Bienal de Sao Paulo, alla 7° Bienal de La Habana. Mapas Abiertos Fotografia Latino Americana 1991-2002, Fundacion Telefonica.

In Italia ha recentemente esposto alla Federico Luger Gallery (aprile-maggio 2008) la serie “Narco-Architettura e il suo contributo alla società”; l’intera mostra sarà esposta alla Biennale di Gwangju 2008, Corea del Sud, curata da Okwui Enwezor.


 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram