Giorgio Morandi - Collezionisti e amici 3082 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
25/06/2019
Quattro residenze per il nuovo bando di CURA 2020
25/06/2019
Bill Murray riceverà da Wes Anderson il Premio alla carriera alla Festa del Cinema di Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva VILLA PANZA ​ Piazza Litta 1 Varese 21100

Varese - dal 19 settembre 2008 al 6 gennaio 2009

Giorgio Morandi - Collezionisti e amici
[leggi la recensione]

Giorgio Morandi - Collezionisti e amici
[leggi la recensione]
G. Morandi, Autoritratto, 1924, MART Collezione Ferro C Archivio Fotografico MART
 [Vedi la foto originale]
VILLA PANZA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Litta 1 (21100)
+39 0332239669 , +39 0332239669 (fax), +39 0332283960
faibiumo@fondoambiente.it
www.fondoambiente.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

In contemporanea con la grande retrospettiva dedicata a Morandi dal Metropolitan Museum di New York, omaggio a uno fra i più validi protagonisti dell’arte del XX secolo con circa cinquanta straordinari lavori realizzati da Morandi tra il 1911 e il 1964
orario: da martedì a domenica ore 10-18 (ultimo ingresso ore 17.30)
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: intero € 10; ridotti € 5
vernissage: 19 settembre 2008.
editore: SKIRA
autori: Giorgio Morandi
genere: arte contemporanea, personale
email: e.bertolaso@fondoambiente.it
web: www.fondoambiente.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano presenta Giorgio Morandi. Collezionisti e amici, in esposizione dal 19 settembre 2008 all’11 gennaio 2009 nelle Scuderie di Villa e Collezione Panza a Varese. La mostra, omaggio a uno fra i più validi protagonisti dell’arte del XX secolo, ha origine dalla collaborazione del FAI con il Mart – Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto: due istituzioni che per molti versi condividono obiettivi e caratteristiche e che hanno recentemente siglato un protocollo d’intesa per la realizzazione di mostre temporanee.


In contemporanea con la grande retrospettiva dedicata a Giorgio Morandi, 1890–1964 dal Metropolitan Museum di New York (dal 16 settembre al 14 dicembre 2008) Villa Panza espone circa cinquanta straordinari lavori realizzati da Morandi tra il 1911 e il 1964.

Uno scorcio su una parte fondamentale della produzione dell’artista bolognese, che costituisce un punto di partenza per indagare il complesso ed affascinante mondo del collezionismo italiano del Novecento, nonché un’eloquente testimonianza del ruolo centrale che l’opera di Morandi ha esercitato nella storia dell’arte e in quella del costume.

L’esposizione approfondisce in particolare la fortuna di Morandi, gettando luce sulle affascinanti figure, per la gran parte colte e raffinate, che si sono appassionate al suo lavoro e alla sua personalità e con le quali l’artista ha intessuto rapporti profondi e caratterizzati da grandi affinità.


La mostra propone infatti ai visitatori un significativo nucleo di opere di Giorgio Morandi che appartenevano alle splendide collezioni Giovanardi e Ferro e che sono poi confluite al Mart, altre provenienti da differenti collezioni storiche e che si trovano oggi disperse in numerosi Musei e Fondazioni italiane. Di particolare interesse è una preziosa selezione di opere provenienti dalla collezione di Lamberto Vitali, i cui principali pezzi, conservati nella Pinacoteca di Brera di Milano, sono esposti per l’occasione a Varese. Saranno inoltre presenti dipinti di Morandi provenienti dalla Raccolta Antonio Boschi e Marieda Di Stefano delle Civiche Raccolte di Milano, dalla Collezione Olivetti (oggi nella Fondazione Telecom), dalla Raccolta Carlo e Nedda Grassi, conservata nella Galleria d’arte Moderna di Milano, e dalla Collezione Luigi Magnani, nucleo fondamentale della Fondazione Magnani Rocca di Parma.


La mostra, che inaugura in concomitanza con i mondiali di ciclismo che si terranno a Varese dal 22 al 28 settembre 2008, diventa quindi spunto per un’indagine più ampia ed approfondita del periodo storico nel quale l’artista bolognese ha lavorato, del fenomeno del collezionismo e delle tangenze del pittore bolognese con l’arte contemporanea internazionale più recente, grazie ad una serie di incontri, conferenze e lezioni che il FAI propone a corollario dell’allestimento.


Oltre che dal suo indiscusso valore, la scelta di Morandi per la nuova mostra della sede varesina del FAI è motivata anche dalla profonda affinità fra lo stile dell’artista e il gusto collezionistico di Giuseppe Panza di Biumo: il purismo, la liricità, l’essenzialità e la contemplazione che caratterizzano la produzione di Morandi si ritrovano nella maggior parte dei lavori contemporanei conservati in Villa e Collezione Panza. Altro aspetto, non secondario, che ha contribuito ad orientare l’interesse verso questo artista è l’impegno che il FAI porta avanti nello studio e nella valorizzazione delle vicende delle grandi raccolte e collezioni d’arte, pubbliche e private, nazionali e internazionali, formatesi nel corso del XX secolo. La valorizzazione del collezionismo, peraltro, ben si conforma alla peculiare identità di Villa Panza, sede della prestigiosa Collezione Panza.



 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram