Luigi de Giovanni 3073 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
23/03/2019
Un nuovo investitore per Wopart. Alberto Rusconi punta sulla fiera di Lugano
22/03/2019
Il Design Museum di Londra dedica una grande mostra a Stanley Kubrick
22/03/2019
André Aciman ha annunciato che presto uscirà il romanzo sequel di Call me by your name
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva SUTTA LE CAPANNE DU RIPA ​ Via Umberto I Specchia 73040

Specchia (LE) - dal 2 al 20 agosto 2003

Luigi de Giovanni

Luigi de Giovanni
dal sito dell'autore
 [Vedi la foto originale]
SUTTA LE CAPANNE DU RIPA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Umberto I (73040)
arts@degiovanniluigi.com
www.degiovanniluigi.com/suttaecapanneuripa/
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Le opere esposte riguardano la produzione più recente e rappresentano una coerente sintesi di tutta la produzione dell’artista
orario: 10,30/12- 18/ 24
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 2 agosto 2003.
ufficio stampa: Rosa F. Murgia
E.Mail <lmfedeg@libero.it> tel. 0833539182 via Garibaldi, 1 Specchia
autori: Luigi De Giovanni
genere: arte contemporanea, personale
web: art.supereva.it/degiovanniluigi12/index.html?p

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Le opere esposte riguardano la produzione più recente e rappresentano una coerente sintesi di tutta la produzione dell’artista.
Oli su tela, tecniche miste su jeans, jeans dipinti coinvolgono lo spettatore in un turbinio di colori, sempre ben calibrati e rispondenti all’intento dell’artista e al suo modo di percepire il mondo.
I colori , che non tradiscono la mediterraneità, spesso essenziali, sintetizzano le composizioni floreali, le figure, i paesaggi in istintive concezioni spaziali.
Ma..., i colori quando riguardano i jeans è come se De Giovanni li animasse di contenuti simbolici che, uniti a segni graffianti, assumono significato di denuncia e protesta.
Infatti è da quelle opere che si odono urli inquietanti, lamenti di un essere che percepisce l'autodistruzione del mondo e l’impotenza, soprattutto, davanti ad una moralità che via via si sgretola e all’assenza di regole.
L’uomo che non ode più i lamenti causati dalle guerre, dalla fame è invitato alla riflessione, con i colori simbolo , con le scritte presenti sui jeans e con il significato stesso dei jeans, legati alla contestazione sessantottina per un mondo migliore.
Ma la fiducia traspare dalla poesia suggerita dalle composizioni floreali, dai paesaggi dove l’armonia, ma anche la dissonanza, dei colori ci riporta ad un ”Uomo” che vuole sperare e superare la disperazione insita nel nostro tempo.
Gioiosi gialli, rossi, verdi, blu e come se danzassero in vibrazioni di luce scaturite dall’istintività della furia pittorica del momento.
Si.... gli oli su tela sono la gioia della speranza e del sogno i jeans sono la disperazione quotidiana di chi soffre impotente e combatte contro i
mulini al vento.
Luigi De Giovanni, è nato a Specchia in provincia di Lecce, è diplomato all’Istituto D’Arte di Poggiardo e all’Accademia Di Belle Arti di Roma.
Seguito, nel suo percorso artistico, dalle gallerie “Mentana” di Firenze, “La Bacheca” di Cagliari, “Della Tartaruga” di Roma, “Dal Raggio Verde” di Lecce e “III Millennio” di Venezia non dimentica, nelle sue escursioni espositive il paese natale dove ama tornare spesso lasciando,per brevi periodi, la città d’adozione che è Cagliari.
 
immagini
dal sito dell'autore
dal sito dell'autore
dal sito dell'autore
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram