Il Gladiatore 3092 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/06/2019
Flaminia Bonciani e i colori degli anni ’80, al RUFA Space
18/06/2019
In Germania, presso la Stadtgalerie Kiel, inaugurata la seconda tappa della mostra del Premio Fondazione Vaf
18/06/2019
Archy Art è il nuovo software per gestire gli archivi d’artista
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MANN - MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE ​ Piazza Museo Nazionale 19 Napoli 80135

Napoli - dal 27 novembre al 31 dicembre 2008

Il Gladiatore

Il Gladiatore

 [Vedi la foto originale]
MANN - MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Museo Nazionale 19 (80135)
+39 0814422149
www.museoarcheologiconapoli.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Il Gladiatore è l’esposizione a cura di Pietro Giovanni Guzzo, soprintendente archeologo di Napoli e Pompei e Maria Rosaria Borriello, direttore del MANN, che intende far luce sull’affascinante mondo dei giochi gladiatori in età romana, prendendo spunto da quanto rinvenuto a Pompei.
vernissage: 27 novembre 2008.
editore: ELECTA
curatori: Maria Rosaria Borriello, Pietro Giovanni Guzzo
genere: archeologia

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa

Il Gladiatore è l’esposizione a cura di Pietro Giovanni Guzzo, soprintendente archeologo di Napoli e Pompei e Maria Rosaria Borriello, direttore del MANN, che intende far luce sull’affascinante mondo dei giochi gladiatori in età romana, prendendo spunto da quanto rinvenuto a Pompei. Dopo anni di assenza dalle sale espositive del Museo per restauro, vengono nuovamente messe in mostra le armi in bronzo da parata, venute alla luce nel Settecento, nel quadriportico dei Teatri di Pompei: elmi, schinieri, scudi, lance, pugnali, tutti riccamente decorati a rilievo e pertinenti ad armature di gladiatori.
I ludi (giochi) gladiatori avevano luogo nell’anfiteatro: quello di Pompei, datato al 70 a.C., è il più antico degli anfiteatri interamente conservati e capace di ospitare circa 20.000 spettatori. La partecipazione del pubblico era molto grande, e alcuni gladiatori, divenuti davvero famosi, erano oggetto di sfrenata tifoseria. In varie abitazioni e botteghe di Pompei, scritte e disegni graffiti, soprattutto a partire dalla metà del I secolo d.C., vantavano l’ammirazione di cui erano oggetto, in particolare da parte delle donne.
Fino al 31 dicembre 2008 la Soprintendenza speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, con il contributo della Regione Campania, offre ai visitatori la possibilità di visitare una nuova mostra al Museo Archeologico Nazionale, che va ad aggiungersi alla già ricchissima esposizione “Ercolano. Tre secoli di scoperte”.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram