Something else!!!! 3077 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
26/06/2019
A Roma riapre al pubblico il Ninfeo degli Specchi al Palatino
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MAN - MUSEO D'ARTE DELLA PROVINCIA DI NUORO ​ Via Sebastiano Satta 15 Nuoro 08100

Nuoro - dal 6 febbraio al 3 maggio 2009

Something else!!!!
[leggi la recensione]

Something else!!!!
[leggi la recensione]

 [Vedi la foto originale]
MAN - MUSEO D'ARTE DELLA PROVINCIA DI NUORO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Sebastiano Satta 15 (08100)
+39 0784252110 , +39 0784252110 (fax)
info@museoman.it
www.museoman.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Uno dei più importanti musei d'arte contemporanea del nord Europa, lo SMAK di Gand (Belgio), si propone al MAN di Nuoro attraverso una precisa selezione di una settantina di opere tratte dalle proprie Collezioni. La scelta, effettuata da Philippe Van Cauteren e da Cristiana Collu, non è casuale: vuole documentare il momento di passaggio tra un "prima" e un "dopo" che l'arte contemporanea ha vissuto a partire dagli anni Cinquanta.
orario: 10:00/13:00 - 16:30/20:30 dal martedi' alla domenica
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: Ingresso gratuito. Servizio gratuito di visita guidata (attivo dal martedì al sabato dalle 10 alle 12 e dalle 16.30 alle 19.30 e le ultime domeniche del mese).
vernissage: 6 febbraio 2009. ore 18.30 su invito
editore: SILVANA EDITORIALE
ufficio stampa: STUDIO ESSECI, MANUAL
curatori: Cristiana Collu, Philippe Van Cauteren
autori: Sven 't Jolle, Pierre Alechinsky, Allora & Calzadilla, Arman Arman, Joseph Beuys, Guillaume Bijl, Johanna Billing, Ricardo Brey, Marcel Broodthaers, Wim Delvoye, Jan Fabre, Federico Fusi, Mekhitar Garabedian, Fabrice Hybert, Allen Jones, Mike Kelley, Jannis Kounellis, Walter Leblanc, Patrick Lebret, Zoe Leonard, Edward Lipski, François Morellet, Bruce Nauman, Willem Oorebeek, Panamarenko, Jean-Pierre Raynaud, Wilhelm Sasnal, Thomas Schütte, Maria Serebriakova, Pascale Marthine Tayou, Luc Tuymans, Jan Van Imschoot, Herman Van Ingelgem, Jan Vercruysse, Andy Warhol, Lois & Franziska Weinberger
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Uno dei più importanti musei d'arte contemporanea del nord Europa, lo SMAK di Gand (Belgio), si propone al MAN di Nuoro attraverso una precisa selezione di una settantina di opere tratte dalle proprie Collezioni. La scelta, effettuata da Philippe Van Cauteren e da Cristiana Collu, non è casuale: vuole documentare il momento di passaggio tra un "prima" e un "dopo" che l'arte contemporanea ha vissuto a partire dagli anni Cinquanta.
Metafora di questo passaggio è Something else!!!!, il pionieristico album del jazzista americano Ornette Coleman. Era il 1958 quando Coleman e il suo quartetto decisero di infrangere le convenzioni del mondo del jazz esplorando territori nuovi, dall'improvvisazione all'atonalità.
Una simile cesura, quasi l'effetto di un vitalissimo cortocircuito, la si avverte anche nelle Collezioni dello SMAK nel momento in cui l'eredità del contemporaneo viene violentemente superata da nuovi linguaggi e da nuovi protagonisti.

E proprio con l'obiettivo di far percepire questo Something else!!!!", questo "qualcos'altro!!!!" che, tra le duemila opere patrimonio dello SMAK, è stata fatta la selezione di quelle destinate all'esposizione al MAN di Nuoro.

Il Something else!!!!, se vogliamo ancorarlo ad un periodo storicamente definibile, si registra all'indomani della secondo conflitto mondiale, quando nell'arte irrompono nuove tematiche e nuovi linguaggi, oltre che nuovi protagonisti, che si sovrappongono, pur nella loro discontinuità, sul precedente definibile come "storico". È proprio questo momento di passaggio che la mostra del MAN intende raccontare, cercando di capire se, al di là dell'effetto di rottura, talvolta violenta, non si possano trovare comunque le linee - come nella musica di Ornette Coleman - di una complessa, stratificata e sofisticata melodia.

Something else!!!! propone un confronto, più che uno scontro, tra opere storiche e altre di più recente e recentissima acquisizione, mettendo in evidenza, ad esempio, il dialogo tra Jannis Kounellis e Luc Tuymans, tra Pierre Alechinsky e Patrick Lebret, tra Wilhelm Sasnal e Andy Warhol. Ma Something else!!!! è allo stesso tempo un importante momento di approfondimento intorno al tema arte-realtà, dove l'arte è riflessione su fenomeni sociali di cui essa stessa è partecipe. Contemporaneamente, la mostra è anche l'occasione per addentrarsi nella storia di un museo e valutarne le politiche di acquisizione, una riflessione che assume, a Nuoro, un interesse del tutto peculiare in relazione al divenire stesso del MAN. Ma, al di là di tutto, Something else!!!!, con l'esposizione di 70 opere di 50 artisti, è una festa di arte e di immaginazione.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram