Vik Muniz 3107 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
27/06/2019
Wes Anderson e Juman Malouf portano il sarcofago di Spitzmaus alla Fondazione Prada
26/06/2019
A Roma riapre al pubblico il Ninfeo degli Specchi al Palatino
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MACRO - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DI ROMA ​ Via Nizza 138 Roma 00198

Roma - dal 27 settembre 2003 al 4 gennaio 2004

Vik Muniz
[leggi la recensione]

MACRO - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DI ROMA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Nizza 138 (00198)
+39 060608
macro@comune.roma.it
www.museomacro.org
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra di Vik Muniz si articola in due sezioni: una antologica, che ripercorre con circa 23 opere il lavoro dell’artista, e l’altra in cui vengono presentati 10 ritratti esposti per la prima volta al MACRO.
orario: da martedì a domenica 9.00 – 19.00; festività 9.00 - 14.00; (lunedì chiuso)
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: intero € 5,20 ridotto € 4,20. Gratuito fino ai 18 anni e oltre i 65
vernissage: 27 settembre 2003. ore 18.30
editore: ELECTA
ufficio stampa: MARIA BONMASSAR
autori: Vik Muniz
note: In occasione de “La Notte Bianca” MACRO rimarrà aperto tutta la notte (ingresso gratuito)
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La mostra di Vik Muniz si articola in due sezioni: una antologica, che ripercorre con circa 23 opere il lavoro dell’artista, e l’altra in cui vengono presentati 10 ritratti esposti per la prima volta al MACRO.
Le opere sono frutto di un complesso lavoro che gioca sulle qualità di verosimiglianza e di illusione di realtà offerte dalla fotografia come mezzo meccanico con il quale riprodurre un'immagine: nelle foto di Muniz lo scatto vero e proprio è infatti solo l'ultimo anello di una serie di passaggi concatenati necessari a legare sinteticamente e percettivamente riproducibilità tecnica, capacità manuale e memoria collettiva.

Vik Muniz nasce a São Paulo, Brasile, nel 1961. Vive e lavora a New York, dove è considerato tra i più importanti protagonisti della scena artistica contemporanea mondiale.

Tra le numerosissime mostre a cui l'artista ha partecipato ricordiamo le più recenti, tra cui, oltre alla IL Biennale di Venezia, in cui l'artista rappresenta il Brasile, le personali presso The Menil Collection, Houston e Laberints alla Joan Miro Foundation, Barcellona nel 2002; The Things Themselves: Pictures of Dust, Whitney Museum of American Art, New York, 2001; la partecipazione alla mostra Body and Soul presso The Solomon Guggenheim Museum, New York, 2001.
Le sue opere fotografiche sono nelle migliori collezioni del mondo, tra cui: The Metropolitan Museum of Art, New York; The Museum of Modern Art, New York; The Art Institute of Chicago; Fondation Cartier pour l'Art Contemporain, Paris.
Sarà pubblicato un catalogo illustrato in lingua italiana, inglese e portoghese, edizioni ELECTA, con un saggio del curatore Germano Celant e un’intervista all’artista di Danilo Eccher.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram