Gioielli di carta/Paper jewellery 3068 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/06/2019
Il documentario dei Beastie Boys realizzato per i 25 anni di “Ill Communication”
17/06/2019
Un bambino di tre anni ha distrutto un’opera di Katharina Fritsch ad Art Basel
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva TRIENNALE DESIGN MUSEUM ​ Viale Emilio Alemagna 6 Milano 20121

Milano - dal 15 settembre al 25 ottobre 2009

Gioielli di carta/Paper jewellery

Gioielli di carta/Paper jewellery

 [Vedi la foto originale]
TRIENNALE DESIGN MUSEUM
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Viale Emilio Alemagna 6 (20121)
+39 02724341 , +39 0289010693 (fax)
www.triennale.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Triennale Design Museum presenta Gioielli di carta a cura di Alba Cappellieri, professore di Design del Gioiello al Politecnico di Milano, e Bianca Cappello, critico del gioiello, la più completa rassegna dedicata al gioiello di carta attraverso i progetti di sessanta artisti e designer provenienti da tutto il mondo (dall’Australia all’Austria, dall’Italia alla Finlandia, dagli Stati Uniti a Singapore, dal Giappone all’Olanda, dalla Turchia alla Spagna fino a Cina, Israele, Inghilterra, Germania, Belgio,
Ungheria, Polonia, Congo).
orario: martedì-domenica 10.30-20.30
giovedì 10.30-23.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 15 settembre 2009. ore 18.30
catalogo: in mostra
editore: ELECTA
curatori: Alba Cappellieri, Bianca Cappello
autori: Luis Acosta, Matteo Bazzicalupo e Raffaella Mangiarotti [deepdesign], Ela Cindouruk, Riccardo Dalisi, Devran Mursaloglu, Sandra di Giacinto, Claudia Diehl, Romanelli e Laudani, Sabina Feroci, Marco Ferreri, Anna Fornari, Noemi Gera, Lisa Grassivaro, Joanne Grimonprez, Ana Hagopian, Andrea Halmschlager, Caren Hartley, Lydia Hirte, Meiri Ishida, Mari Ishikawa, Nathalie Jean, Hu Jun, Sara Kate Burgess, Nel Linssen, Angelo Lomuscio, Fritz Maierhofer, Beatrix Mapalagama, Miriam Mirri, Nobuko Murakami, Kazumi Nagano, Kaoru Nakano, Ritzuko Ogura, Takehide Ozaki, Daniele Papuli, Shari Pierce, Wendy Ramshaw David Watkins, Ivana Riggi, Maria Rosa Franzin, Marjorie Schick, Angela Simone, Peter Skubic, Erica Spitzer Rasmussen, Maurizio Stagni, Deganit Stern Shocken, Janna Syvanoja, Andrei Szadkowsky, Paper to Pearls, Fabrizio Tridenti, Barbara Uderzo, Paolo Ulian, Marion Van Cruchten, Manon Van Kouswijk, Giorgio Vigna, Atelier VM, Kiwon Wang, Fiona Wright, Annamaria Zanella, Ina Zeller Bleil
note: testi catalogo di Silvana Annicchiarico, Alba Cappellieri, Bianca Cappello, Michael
Coan, Ilaria Danieli, Graziella Folchini Grassetto, Cristina Morozzi
genere: design, collettiva
email: ufficio.stampa@triennale.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Triennale Design Museum presenta Gioielli di carta a cura di Alba Cappellieri, professore di Design del Gioiello al Politecnico di Milano, e Bianca Cappello, critico del gioiello, la più completa rassegna dedicata al gioiello di carta attraverso i progetti di sessanta artisti e designer
provenienti da tutto il mondo (dall’Australia all’Austria, dall’Italia alla Finlandia, dagli Stati Uniti a Singapore, dal Giappone all’Olanda, dalla Turchia alla Spagna fino a Cina, Israele, Inghilterra, Germania, Belgio,
Ungheria, Polonia, Congo). Il gioiello di carta impone una riflessione sul valore e sulla preziosità, non più affidati, come nel gioiello tradizionale, ai metalli e alle gemme bensì al progetto che rappresenta il filo conduttore della mostra. La vulnerabilità della carta si presta a riflessioni
progettuali solitamente distanti dal mondo del gioiello come la sostenibilità, l’ecologia, la valorizzazione territoriale.
Libero dal valore di scambio codificato dal mercato il gioiello di carta esplora linguaggi e temi trasversali: l’ornamento, il colore, la forma, la superficie,il decoro, la sostenibilità. A questo scopo sono stati inclusi i lavori di tre studenti universitari vincitori di un concorso ad hoc e di sei designer italiani che hanno realizzato i gioielli pop up del catalogo:
Deepdesign (Raffaella Mangiarotti e Matteo Bazzicalupo), Marco Ferreri, Miriam Mirri, Marco Romanelli e Marta Laudani, Daniele Papuli,Paolo Ulian.

Opere di/works by :

Luis Acosta, Atelier VM, Sara Kate Burgess, Ela Cindouruk, Riccardo Dalisi, Matteo Bazzicalupo e Raffaella Mangiarotti [deepdesign], Sandra Di Giacinto, Claudia Diehl, Sabina Feroci, Marco Ferreri, Anna Fornari, Maria Rosa
Franzin, Noemi Gera, Lisa Grassivaro, Joanne Grimonprez, Ana Hagopian, Andrea Halmschlager, Caren Hartley, Lydia Hirte, Meiri Ishida, Mari Ishikawa, Nathalie Jean, Hu Jun, Nel Linssen, Angelo Lomuscio, Fritz Maierhofer, Beatrix Mapalagama, Miriam Mirri, Nobuko Murakami, Devran
Mursaloglu, Kazumi Nagano, Kaoru Nakano, Ritzuko Ogura, Takehide Ozaki, Daniele Papuli, Shari Pierce, Wendy Ramshaw+David Watkins, Erica Spitzer Rasmussen, Ivana Riggi, Romanelli e Laudani, Marjorie Schick, Angela Simone,
Peter Skubic, Maurizio Stagni, Deganit Stern Shocken, Janna Syvanoja, Andrei Szadkowsky, Fabrizio Tridenti, Barbara Uderzo, Paolo Ulian, Marion Van Cruchten, Manon Van Kouswijk, Giorgio Vigna, Paper to Pearls, Kiwon Wang, Fiona Wright, Annamaria Zanella, Ina Zeller Bleil e gli studenti del
Politecnico di Milano, Accademia di Brera, Accademia di Belle Arti di Firenze.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram