MACROwall - Alessandro Pessoli 3078 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/06/2019
In Germania, presso la Stadtgalerie Kiel, inaugurata la seconda tappa della mostra del Premio Fondazione Vaf
18/06/2019
Archy Art è il nuovo software per gestire gli archivi d’artista
18/06/2019
VALIE EXPORT vince il Roswitha Haftmann Prize 2019. Il premio alla sua ricerca coraggiosa
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MACRO - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DI ROMA ​ Via Nizza 138 Roma 00198

Roma - dal 12 ottobre 2009 al 10 gennaio 2010

MACROwall - Alessandro Pessoli
[leggi la recensione]

MACROwall - Alessandro Pessoli
[leggi la recensione]

 [Vedi la foto originale]
MACRO - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DI ROMA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Nizza 138 (00198)
+39 060608
macro@comune.roma.it
www.museomacro.org
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Con il progetto MACROwall, il museo dedica una delle proprie pareti a progetti speciali di grandi opere uniche o serie di lavori; il primo appuntamento vedrà le opere di Alessandro Pessoli. L’artista, protagonista dell’ultima Biennale di Venezia – Fare Mondi – e riconosciuto internazionalmente, presenterà una serie di cinquanta acquerelli pensati come un imponente racconto visivo che l’autore stesso ha definito “un piccolo film mentale, immaginifico e bizzarro.”
orario: Martedì – Domenica, 9:00 – 19:00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: MACROTICKET: MACRO + MACROFUTURE:
ingresso unico – 4.50 € intero, 3.00 € ridotto
vernissage: 12 ottobre 2009. ore 19
editore: ELECTA
ufficio stampa: ELECTA, ZETEMA
autori: Alessandro Pessoli
genere: arte contemporanea, personale
email: massimiliano.moschetta@gmail.com

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La presentazione al grande pubblico di Alessandro Pessoli, artista-narratore che con i suoi cinquanta acquerelli dà il via al progetto MACROwall, iniziativa che vedrà i muri del Museo trasformarsi in schermi virtuali di singolari racconti d’artista. Il 12 ottobre, data dell’inaugurazione della stagione autunnale del MACRO avrà inizio il progetto di ampio respiro MACROwall, promosso dal Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione – Sovraintendenza ai Beni Culturali, con il quale il MACRO dedica una delle proprie pareti a progetti speciali di grandi opere uniche o serie di lavori. Il primo artista che farà gli onori di casa sarà Alessandro Pessoli, con una serie di cinquanta acquerelli presentati come un imponente racconto visivo che lui stesso ha definito “un piccolo film mentale, immaginifico e bizzarro”. L’artista è attualmente presente alla 53esima Biennale di Venezia “Fare mondi”, per la quale ha presentato una serie di disegni caratterizzati dalla reiterata presenza di croci, simboli di una più antica e ancestrale Via Crucis umana e religiosa. Alessandro Pessoli traspone nei disegni presentati in questa sede poesia e malinconia, attraverso l’utilizzo di una tecnica artistica antica che fa dell’acqua il componente principale; inserisce gli attori inconsapevoli delle sue opere in luoghi senza spazio e senza tempo, lasciati galleggiare in mondi sommersi, o propriamente “immersi… in una specie di liquido amniotico” che “come sognatori, si muovono dentro architetture fluide che si disfano e si ricompongono”, in un’atmosfera rarefatta e sospesa. Gli elementi si susseguono in rapida sequenza sulla parete fino a far diventare essa stessa un racconto, pagina di un libro mai esistito e mai scritto, ma sopravissuto al viaggio onirico dell’artista che rammenta il suo modus operandi con le seguenti parole: “Ricordo il mio modo di procedere, disegnavo passando da un foglio all'altro come se fossi in una specie di sogno pilotato, quei sogni particolari composti da una miscellanea di inconscio e razionalità, dove si riesce in parte a trasformare la visione senza perdere la magia del sogno”. Al visitatore il privilegio di perdersi in questa suggestione che crea “a sua volta un immaginario, un sentimento generale” che sembra conversare attraverso un linguaggio cinematografico tessendo una narrazione “ricca di echi e di rimandi”. Alessandro Pessoli è nato a Cervia nel 1963. Vive e lavora a Milano. Nel corso degli ultimi dieci anni ha tenuto molte mostre personali sia in Italia sia all’estero e ha collezionato la partecipazione a un numero elevato di collettive. Tra le più importanti si ricorda la doppia esposizione con Ellen Berkenblit presso la Anton Kerr Gallery di New York nel 1999 ed “Exit-Geografia della creatività italiana”, del 2002 ospitata nelle sale della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Il 2003 lo vede co-protagonista della mostra “International Paper-Drawings by Emerging Artists”, esposizione di opere allestita nell’Hammer Museum di Los Angeles. Nel 2005 e nel 2009 partecipa alla XIII e XIV Quadriennale di Roma. Tappe fondamentali di un percorso artistico individuale sono quelle che lo Studio Guenzani di Milano e la Galleria Greengrassi di Londra hanno riservato all’artista tra il 1998 e il 2008.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram