Fabio Isman - I predatori dell’arte perduta 3115 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva BIBLIOTECA COMUNALE DELL'ARCHIGINNASIO ​ Piazza Galvani 1 Bologna 40124

Bologna - gio 12 novembre 2009

Fabio Isman - I predatori dell’arte perduta

Fabio Isman - I predatori dell’arte perduta
BIBLIOTECA COMUNALE DELL'ARCHIGINNASIO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Galvani 1 (40124)
+39 051276811 , +39 051261160 (fax)
archiginnasio@comune.bologna.it
www.archiginnasio.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Il saccheggio dell’archeologia in Italia. Presentazione del volume.
biglietti: free admittance
vernissage: 12 novembre 2009. ore 17.15
editore: SKIRA
curatori: Fabio Isman
genere: presentazione, incontro - conferenza

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Skira Paperbacks Fabio Isman I Predatori dell’arte perduta Il saccheggio dell’archeologia in Italia prefazione di Giuseppe De Rita 25.000 opere ritrovate e fotografate. I personaggi inquisiti, i musei coinvolti. Un milione di oggetti trafugati e ricettati. Milioni di reperti, spesso autentici tesori unici al mondo, scavati clandestinamente; centinaia di migliaia di siti archeologici della Penisola violati e devastati; decine di migliaia di “tombaroli”, intermediari e grandi mercanti indagati e sotto processo: la Grande Razzia si è consumata in Italia dal 1970 al 2004. A suon di milioni di dollari, oggetti importantissimi, che restano stupendi ma sono ormai privati del loro passato, sradicati dai propri contesti e diventati “muti”, sono stati acquistati da dozzine di grandi musei internazionali, americani ed europei, e dalle massime collezioni private del mondo, spesso le più misteriose. Solo una piccola parte è stata finora restituita, ed esposta per la prima volta al Quirinale. Sulla base di interviste e documenti giudiziari, viene ricostruito, come non era mai stato fatto, il massimo saccheggio d’arte e cultura che ha colpito un Paese occidentale nell’ultimo secolo. Alcune vicende, inedite, sono degne di un thriller o di un “giallo”. E restano ancora fittissimi misteri. Fabio Isman, inviato speciale de “Il Messaggero” e per 10 anni titolare della rubrica La pagina nera su “Art e Dossier”, dal 1980 si occupa prevalentemente di patrimonio culturale. Da solo o con altri, ha pubblicato finora 24 libri, di cui 18 dedicati all’arte e alla cultura in Italia. 2009, 15 x 21 cm, 256 pagine 60 colori e b/n, brossura ISBN 978-88-6130-949-4, € 19,90
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram