Sonja Quarone - Se ti ricordi bene 3068 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MUSEO INTERNAZIONALE DELLA CALZATURA ​ Piazza Ducale Vigevano 27029

Vigevano (PV) - dal 30 gennaio al 14 febbraio 2010

Sonja Quarone - Se ti ricordi bene

Sonja Quarone - Se ti ricordi bene
Sonja Quarone, Rosso=sacrificio=collera, 2008, tecnica mista
 [Vedi la foto originale]
MUSEO INTERNAZIONALE DELLA CALZATURA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Ducale (27029)
+39 0381691636
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra personale Sonja Quarone. Se ti ricordi bene nei prestigiosi e storici spazi del Castello di Vigevano è la perfetta sintesi della sua opera. Questa significativa esposizione, nella Sala della Cavallerizza pone la giovane artista come una delle più interessanti presenze nell’intero panorama della nuova arte italiana.
vernissage: 30 gennaio 2010. ore 17.30
catalogo: con testo critico di Antonio d’Avossa
editore: SILVANA EDITORIALE
ufficio stampa: IRMA BIANCHI
curatori: Antonio d’Avossa
autori: Sonja Quarone
patrocini: La mostra è stata realizzata grazie al contributo di:
Caffè PortMoka, Banca Popolare Commercio & Industria e Centro Medico Vigevanese.
Sponsor tecnici: Gobbetto, Ideallux, Nuova Vigengraf
note: realizzata in accordo di collaborazione con Istituzione Cultura Città di Vigevano e con l’associazione culturale Scoglio di Quarto di Milano con il coordinamento di Gabriella Brembati.
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La mostra personale Sonja Quarone. Se ti ricordi bene nei prestigiosi e storici spazi del Castello di Vigevano è la perfetta sintesi della sua opera. Questa significativa esposizione, nella Sala della Cavallerizza dal 31 gennaio al 14 febbraio 2010, pone la giovane artista come una delle più interessanti presenze nell’intero panorama della nuova arte italiana.




Dopo il Castello di Vigevano dal 16 febbraio al 2 marzo la rassegna dal titolo Sonja Quarone. Se ti ricordi bene – opere selezionate è accolta presso l’associazione culturale Scoglio di Quarto di Milano.


Resine trasparenti rivestono e legano abiti e accessori, fotografie e ritagli glamour, peluches e giocattoli, lingerie e parole scritte a mano, intrecciandosi con l’orizzonte del femminile.

La creatività di Sonja Quarone si incentra da anni sui temi dell’infanzia, del ricordo, delle inquietudini che attraversano il suo mondo di donna. Con questi oggetti l’artista ricompone l’universo di una memoria perduta dove l’“antigraziosità” collega il passato al presente.


Al centro dello spazio espositivo spiccano due imponenti installazioni inedite, create appositamente per l’occasione: una gabbia luminosa in metallo contiene peluches plastificati e 12 box illuminati, che compongono un’unica opera, racchiudono bambole.

Collocate lungo un’intera parete di circa 30 metri, si ammirano inoltre 40 opere bidimensionali, realizzate tra il 2007 e il 2009, che offrono un esaustivo racconto della sua ultima produzione.

I lavori sono contraddistinti da quei dati simbolici che rimandano sia alle esperienze personali dell'artista sia a quelle vissute da ognuno di noi: la sua indagine si basa sulla trasformazione di oggetti d'uso quotidiano, come foto di famiglia o tratte dalle riviste, in immagini reali che sono al tempo stesso icone della modernità. Si segnalano, in tal senso, Femmine di ferro del 2007, E’ mio e Vissuti con le ossa, entrambi del 2008.

Un interessante video, realizzato per l’occasione da Umberto Corni, consente di vedere l’artista al lavoro all’interno del suo studio.


Antonio d’Avossa, curatore della mostra, commenta: “oggetti d’affezione e d’infanzia si accumulano per attivare la narrazione di un percorso a ritroso, di una storia che è quella di tutte le donne e di tutte le bambine e adolescenti. In questa ‘ricerca del tempo perduto’ le opere di Sonja Quarone danno voce e visione a tutti i ricordi che abbiamo dimenticato. Tra immagini che riaffiorano e parole che ricostruiscono la scena della memoria, le sue opere restituiscono un percorso intimo e inquieto dove la memoria diventa visionaria e alterata, chiara e confusa, leggera e fissa”.


La rassegna “Sonja Quarone. Se ti ricordi bene” è realizzata in accordo di collaborazione con Istituzione Cultura Città di Vigevano e con l’associazione culturale Scoglio di Quarto di Milano con il coordinamento di Gabriella Brembati.


Accompagna l’esposizione un catalogo bilingue, in italiano e inglese, edito da Silvana Editoriale con un testo critico di Antonio d’Avossa.


Sonja Quarone è nata a Vigevano nel 1972, ha frequentato l’Accademia di Brera e ha esposto in mostre collettive e personali in spazi pubblici e privati in Italia e all’estero.



 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram