Della Stessa Sostanza degli Ultimi 3133 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva SCUDERIE DI PALAZZO RUSPOLI ​ Via Della Fontanella Di Borghese 56 Roma 00186

Roma - ven 20 novembre 2009

Della Stessa Sostanza degli Ultimi

Della Stessa Sostanza degli Ultimi

 [Vedi la foto originale]
SCUDERIE DI PALAZZO RUSPOLI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Della Fontanella Di Borghese 56 (00186)
www.palazzoruspoli.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Mostra Collettiva di Arte Contemporanea
biglietti: Partecipazione Cocktail buffet euro 30 (interamente devoluti a favore dei progetti umanitari)
vernissage: 20 novembre 2009. ore 19.00/22.30 Presentazione: Pier Maurizio Greco
curatori: Antonietta Campilongo
autori: Claudio Angeloni, Roberto Angiolillo, Liliana Avvantaggiato, Rosella Barretta, Marco Berliocchi, Elena Bonuglia, Antonella Boscarini, Antonietta Campilongo, Silvia Castaldo, Antonella Catini, Antonio Ceccarelli, Anna Costantini, Alfredo Di Bacco, Massimiliano Doria, Schirin Fatemi, Daniela Foschi, Teferi Gizachew, pier maurizio greco, Carolina Lombardi, Maddalena Marinelli, Stefano Passacantilli, Elettra Porfiri, Loredana Raciti, Patrizia Ricchiuti, Angela Scappaticci, Linda Schipani
telefono evento: +39 3200676200
note: Sponsor della serata:
-Dominvest-Vendite Immobiliare
-IDream Sostenitori:
Antonietta Campilongo per N E W O R L D ART
Idee e progetti per un mondo sostenibile
genere: arte contemporanea, collettiva
email: anto.camp@fastwebnet.it
web: www.amicisenzaconfini.eu

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Amici Senza Confini Onlus

Amici Senza Confini Onlus nasce dal comune desiderio di cinque amiche di condividere tra loro e far vivere a chiunque lo voglia un percorso difficile, ma non impossibile, che conosce ed affronta realtà di quotidiana disperazione in cui la povertà, la disoccupazione, l' analfabetismo, la malattia, la droga, la prostituzione, rendono le condizioni di vita inaccettabili.

L'associazione vuole impegnarsi con determinazione e serietà nel dare delle risposte concrete a tali realtà, sia su territorio nazionale che internazionale, favorendo le adozioni a distanza, promuovendo corsi di alfabetizzazione e formazione didattica e tecnica di vario grado, offrendo assistenza agli immigrati ed alle persone in difficoltà, anche attraverso il sistema dei micro finanziamenti.

La Mostra

"Della Stessa Sostanza degli Ultimi"

Amici Senza Confini Onlus è lieta di presentare a Roma la collettiva d’arte contemporanea “Della stessa sostanza degli ultimi” allestita negli spazi espositivi delle Scuderie di Palazzo Ruspoli.

L’evento, che include una cena di finanziamento, propone al pubblico, attraverso le opere degli artisti partecipanti, temi fortemente sensibili e attuali, quali la ricognizione delle diversità e delle emergenze sociali in diverse aree geografiche. L’arte, nella fattispecie, con la sua valenza comunicativa e “rivelatrice”, ha il grande merito di amplificare il messaggio, rivolgendosi alla gente con estrema libertà e senza alcun vincolo imposto. Il titolo scelto per la mostra, senza troppe iperboli, fa riferimento alla “natura” umana, e alla “sostanza”, quella di carne e sangue, che accomuna tutti gli esseri umani, contrapposta alla forma (esteriore) degli individui e di una società del: “basta apparire” e del consumo pantagruelico. Aprendo gli occhi, anche di poco, si osserva infatti una realtà ben diversa: in molti paesi, soprattutto quelli senza un’adeguata rete di tutele sociali, persistono situazioni di povertà diffusa, con elevati rischi di stabilità sociale. Sono le terre e i quartieri degli “ultimi”, quelli che non “godono molto e non mangiano troppo”, senza casa o famiglia, senza istruzione, in bilico sul ciglio del nulla. Amicisenzaconfini è un’associazione non-profit fondata da cinque donne, provenienti da esperienze e formazioni diverse, con l’intento di offrire un contributo reale a situazioni di disagio e necessità. Non si tratta, ovviamente, di una missione facile. Impegno e determinazione sono indispensabili per superare le difficoltà ed è necessario e vitale il contributo di tutti coloro che ne condividono le finalità. La scelta del nome contiene e prefigura un’ampia volontà progettuale. L’accento cade, infatti, su due concetti fondamentali: l’amicizia e l’assenza di confini etnici, sociali e religiosi. Diversi progetti sono già attivi: adozioni a distanza, microcredito, raccolta di fondi finalizzati all’istruzione. Attualmente, sono in cantiere nuove iniziative per aiutare persone in difficoltà, sia a livello individuale, sia attraverso una rete di solidarietà che coinvolga i soggetti in un tessuto più largo, con scambi culturali e professionali, creando stimoli e condizioni per l’integrazione sociale. Questa mostra, pertanto, inaugura una stagione di incontri, quali spettacoli teatrali, di danza, concerti, organizzati con il desiderio di avvicinare e coinvolgere sempre più persone in iniziative umanitarie, aiutando quelle che, in questo tempo implacabile, sono sempre più invisibili, in mancanza di “forma” e, soprattutto, di “sostanza”.

Pier Maurizio Greco
 
trovamostre
@exibart on instagram