Corrado Gai - Surregailismo 3102 utenti online in questo momento
exibart.com
community
L'altra metà dell'arte
La lavagna
Il Reportage
Reading room
Reading Room
Focus su/Il museo
recensioni
rubriche
argomenti
classifiche
acuradi...
curator parade
antidoping
artist parade
cerca persone
notizie recenti

Livorno - dal 19 al 27 dicembre 2009
Corrado Gai - Surregailismo

Emozioni energetiche, cm 140-80 olio su tela
 [Vedi la foto originale]
BOTTINI DELL'OLIO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Viale Caprera 2 (57123)
+39 0586820204 , +39 0586820444 (fax), +39 0586820111
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Si aprono a Livorno i Bottini dell'Olio, nel quartiere storico della “Venezia”, per le scenografie esistenziali del giovane talento livornese, l’artista Corrado Gai, nella personale di pittura e collage “SurreGailismo”, in programma dopo le mostre di successo degli ultimi tre anni, ne segna un significativo ritorno nella città di origine.
orario: ore 10.00/12.00 - 15.30/20.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
prenota il tuo albergo a Livorno:
Booking.com
biglietti: free admittance
vernissage: 19 dicembre 2009. ore 16.30
catalogo: in galleria.
autori: Corrado Gai
genere: arte contemporanea, personale
email: stampa@comune.livorno.it

segnala l'evento ad un amico


mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Si aprono a Livorno i Bottini dell'Olio, nel quartiere storico della “Venezia”, per le scenografie esistenziali del giovane talento livornese, l’artista Corrado Gai, nella personale di pittura e collage “SurreGailismo”, in programma dal 19 al 27 dicembre 2009, che, dopo le mostre di successo degli ultimi tre anni, ne segna un significativo ritorno nella città di origine.

Presenti al cocktail di vernissage, sabato 19 dicembre, ore 16.30, il Dott. Carlo Pepi, il Dott. Gianni Schiavon, autore del saggio critico in catalogo, l'orchestra Ensemble Bacchelli e le autorità cittadine.

L'esposizione “nata in collaborazione con il Comune di Livorno, con la Galleria In Villa di Castiglioncello e con la rivista d'arte "Arte a Livorno...e oltre confine" che ha curato il catalogo (presente durante la mostra), lo speciale in uscita il 12 dicembre 2009 (numerosi testi critici di vari esperti d'arte)” e la diffusione pubblicitaria, “vedrà anche la partecipazione dell'Associazione Culturale Amicizia nel mondo e l'Associazione Insieme per la vita di Livorno”.

Quando l’onirico, la dimensione immaginaria, l’esercizio liberatorio della fantasia, irrompono con forza spettacolare, magnetica e seducente, negli scenari di urgenza del sistema mondo-universo, fino alle strutture dell’Io sociale ed individuale contemporaneo, imitando con stile provocatorio gli scenari disorientanti del cambiamento incessante, dove piacere e dolore, gioia e disperazione, vita e non vita, sembrano convivere sull’altalena scenografica del caos, in bilico sull’infinito, si delinea una nuova poetica prima pittorica, poi filosofica, ed inevitabilmente esistenziale. È il “SurreGailismo”, oltre il confine del surrealismo, la nuova poetica artistica di Corrado Gai.

Giovane talento, erede originalissimo della lunga e straordinaria tradizione pittorica livornese, di cui conserva il lirismo ed il vigore esecutivo, Corrado Gai, consegna all’Uomo dei nostri giorni, un ritratto volutamente senza veli, orchestrato ad arte, nelle opere pittoriche, nelle tavole collages e para-pittoriche, nelle sculture-installazioni, che materializzano visioni dall’interno verso l’esterno, risposte possibili e aperte, agli enigmi del dopo dopo moderno.

“Il collegamento di emozioni calde e fredde”, “L’Io”, “Interiorità”, “Il cervello dell’artista”, dagli automatismi sinuosi di Mirò, al delirio geniale e visionario di Dalì, ed alle irruenze liberatorie e metropolitane dei Graffitisti, nello spazio ibrido tra astrazione e figurazione, s’indagano i segreti dell’universo ed il senso stesso dell’essere.

Un sodalizio in profondità tra colore e luce, dove il colore abbandona connotazioni naturalistiche, e diviene analitico e liberatorio, puro processo di fantasia e linguaggio dell’inconscio, un esoterismo moderno fatto di suggestioni personali, improvvisamente abitate e attraversate da sconosciuti e preponderanti archetipi.

Viaggio aperto verso nuovi lidi di rinnovata salvezza, attraverso il dolore anche lacerante, il Surregailismo supera i connotati stessi del surrealismo “classico”, perché rivolto con coraggio all’attualità di un tempo di complessa e sfuggevole categorizzazione, ma di cui sa porsi come linguaggio che possiamo realmente sentire come adeguato, un viaggio verso il nostro ritratto più attuale, disorientante, ma necessario, dove il sodalizio tra cromie immaginarie e luce sintetica, precipitata anche dalle suggestioni inevitabili del video, sprigiona un calore inatteso che comunque ricorda, veicola, testimonia ancora la presenza, di una traccia minima di speranza che parla ancora della vita.

Opere di Corrado Gai si trovano in collezioni stabili, pubbliche e private, tra cui l’esposizione in permanenza presso la Galleria “In Villa” a Castiglioncello (tel. 0586/759077, cl. 348/2831224), presso la Galleria “Chiellini” (tel./fax 0586/892855, cl 338/3901726), e “Osmarte” (cel. 348/8883709, 335/7078860).

Elena Capone
 
speed-news
  Exibart.
   Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il n. 5069/01.
   Direttore Editoriale e Direttore Responsabile: Adriana Polveroni
   Direttore Commerciale: Federico Pazzagli - f.pazzagli@exibart.com - adv@exibart.com - Fax: 06/89280543
   Amministrazione: amministrazione@exibart.com - Fax: 06/89280277